Stampa

UN LIBRO PER AMICO

“Un uso qualunque di te”: le bugie che seminano rimpianti

Il sacrificio e l’amore per ritrovare la dignità del vivere

In ventidue minuti puoi attraversare la città se non è l’ora di punta, puoi montare gli albumi a neve per fare il tiramisù…puoi licenziarti, concepire un figlio o consumare un pasto completo”. In centocinque minuti puoi anche cominciare e finire di leggere un bellissimo libro seduto su una sedia scomoda nella sala d'attesa di un ospedale, circondato da umanità dolorante, eppure solo, in quel rapporto magico e unico tra un libro e il lettore.

IL LIBRO "UN USO QUALUNQUE DI TE". È un romanzo che parla delle scelte e degli errori, del coraggio e delle bugie, parla del tempo che crediamo di dominare e che invece è il nostro padrone, dell'impossibilità di tornare indietro per svoltare a destra laddove abbiamo svoltato a sinistra. Ma soprattutto è un libro sull'amore che può essere distratto, totale, dolcissimo o disperato, ma che in ogni sua forma e in ogni suo manifestarsi porta con sé il suo repertorio di ferite ed emozioni. "Le cose si perdono. Ma puoi anche concederti di perdere tempo, o addirittura di perdere la testa. È perdersi che è diverso. Riguarda sempre te stesso e il tuo cuore, chi ami o chi hai amato". È un libro che parla dei rimpianti che diventano pena quando ci si accorge che ormai il Tempo ha trasformato ogni cosa passata in qualcosa di indeformabile ed inevitabile. Parla della distrazione con cui affrontiamo la quotidianità, peccato veniale eppure mortalmente grave, che ad ogni battito di lancetta scava solchi che diventano voragini, semina parole non dette che crescendo diventano urla inascoltate, e tutto che diventa distanza incolmabile, fino all'inesorabile tragedia.

LA TRAMA. Raccontare una trama potrebbe essere semplice, ma diventa estremamente complicato quando per raccontarlo si dovrebbe riscrivere l'intero libro. "Un uso qualunque di te" è dominato dalla figura di Viola, donna "colpevole" di aver amato senza limiti e poi distratta dai suoi doveri di moglie e madre, impegnata a non farsi notare troppo mentre vive la sua vita di imprenditrice in maniera disinvolta, cercando giustificazioni nei piaceri fugaci. Carlo, è il marito, innamorato di moglie e figlia come solo un uomo sincero può esserlo, attore non protagonista che rappresenta la parte onesta e pura dell'amore . E Luce, la figlia, che muore e ritorna alla vita grazie al sacrificio di altri. "Il coraggio... non segue una strada e non trova un luogo preciso ma sa smuovere tutto quello in cui credi, parcheggia le tue paure e spacca in due emozioni e rabbia". Il ritmo del romanzo aumenta costantemente, senza spazi vuoti, e le dita quasi magicamente girano una pagina dietro l'altra, un capitolo dietro l'altro, a scoprire la verità di Viola, la dignità di Carlo e l'amore che unisce, alla fine, tutti i protagonisti.

QUELLO CHE RESTA. Quando qualcosa finisce ci si chiede sempre cosa è rimasto, se lo chiede nel libro Carlo mentre affonda il viso nel cuscino di Viola per ritrovarne l'odore, me lo chiedo io dopo aver letto l'ultima parola dell'ultima pagina del romanzo. Chiudo il libro e cerco di assorbire le emozioni che la lettura del libro mi ha regalato, chiudendo gli occhi posso ancora risentire tutti i palpiti che ogni pagina contiene, ne ripercorro la storia tra amori a prima vista, passioni, bugie, consapevolezze perdute e l'Amore, quello con la A maiuscola, quello che dovrebbe essere sempre giusto, ma che non sempre lo è. "Quando una persona ti attraversa l'anima, una parte di te si sbriciola, peccato sia la parte su cui hai sempre contato".

di Roberto Grande

Titolo: "Un uso qualunque di te"
Autore: Sara Rattaro
Genere: Romanzo
Editore: Giunti
Pagine: 202
Prezzo: 12,00 euro

- 17 Gennaio 2013

Roberto Grande

Articolo scritto da Roberto Grande
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Eventi&Cultura

Dantedì: oltre cento eventi in tutta Italia

Il 25 marzo è la data designata per il Dantedì, la Giornata Nazionale dedicata a Dante Alighieri. Quest’anno in questa data si ricordano i 700 anni dalla morte del sommo poeta, ma il 25 marzo...

Eventi&Cultura

Nella Città d’Arte al via il 95esimo “Vendemmiale”

CAPENA – La Città d’Arte non rinuncia al tradizionale “Vendemmiale”, giunto quest’anno alla 95esima edizione. L’evento, organizzato dalla Pro loco...

Eventi&Cultura

Mascherine in beneficenza: Marco Forti regala una canzone all’Avis

CAPENA – La musica incontra la solidarietà durante il lockdown. Una diretta su Facebook permetterà al cantante e musicista Marco Forti di donare 30 mascherine personalizzate e tutte diverse che saranno messe in vendita insieme...

Eventi&Cultura

Parte la 29esima rassegna cinematografica "Grande Cinema Italiano"

POGGIO MIRTETO – Quattordici pellicole italiane e straniere danno vita alla 29esima edizione della rassegna cinematografica “Grande Cinema...

Eventi&Cultura

Concerti, spettacoli e libri al centro della rassegna “Teatro nelle Cave”

RIANO – Concerti, spettacoli teatrali e presentazioni di libri: questo il programma della 13esima edizione della rassegna "Teatro nelle Cave" in programma dal 22 al 27 luglio...