Stampa

LAZIO. LA VOCE DELL'AQUILA

Terza sconfitta consecutiva, la Lazio crolla anche a Torino

L'espulsione di Ciani al 16' compromette il match

Terza sconfitta consecutiva, terza partita senza segnare, cinque punti in due mesi: è questo l’impietoso tabellino di marcia della Lazio in campionato. L’avversario di turno, nella decima giornata di ritorno, giocata ieri sera allo stadio Olimpico di Torino, era il “Toro” di mister Ventura, affamato di punti per la salvezza. Alla fine una fortunata mischia da calcio d’angolo regala ai granata i tre punti, e i biancocelesti ritornano a casa con l’ennesima disfatta. Questa volta però i romani non hanno giocato male, le occasioni da gol non sono mancate, il campo innevato (la partita era da rinviare) ha reso difficile lo sviluppo del gioco pungente delle Lazio, fatto di possesso palla e ripartenze veloci. Come se non bastasse arriva l’espulsione di Ciani, che si fa espellere dopo soli 16’ di gioco. Ancora una volta dopo la partita di Europa League i romani non riescono a recuperare e la sconfitta arriva puntuale, la squadra è stanca, i numerosi infortuni, soprattutto nei ruoli determinanti, non hanno permesso a Petkovic di far rifiatare chi ha giocato di più; la naturale conseguenza è una squadra demotivata, molle, incapace di reagire. Speriamo che la primavera risvegli i vecchi entusiasmi e che l’infermeria riesca finalmente a svuotarsi.

LA CRONACA.  Ventura schiera il Torino con il consueto 4-2-4. Davanti al portiere Gillet, D’Ambrosio e Salvatore Masiello sono i terzini, con il polacco Glik e Rodriguez centrali. Brighi e Gazzi giocano in mediana, mentre in avanti larghi sulle fasce agiscono Cerci a destra e Santana a sinistra. Come attaccante centrale Meggiorini è preferito a capitan Bianchi per far coppia con Barreto. Il bomber granata parte invece dalla panchina. Petkovic risponde con il 4-5-1. Fra i pali c’è Marchetti, con Pereirinha e Radu esterni difensivi. Con il francese Ciani è Cana a giocare centrale in difesa. In mezzo al campo sulle ali giocano Candreva a destra e Lulic a sinistra. Ledesma è il regista basso, con Gonzalez e Onazi mezz’ali. Viste le assenze di Klose e Floccari, come unica punta agisce il gigante ceco Kozak. Nonostante la fitta nevicata che si abbatte su Torino la partita inizia regolarmente dato il sistema di riscaldamento del terreno di cui è dotato lo Stadio Olimpico del capoluogo piemontese. Si gioca con la palla arancione, e dopo pochi minuti i granata si rendono pericolosi: su una punizione dalla distanza battuta da Cerci, la palla, deviata, finisce sui piedi di Glik, che a tu per tu con Marchetti, finisce giù in area. Il polacco reclama per un presunto fallo, ma si guadagna soltanto il cartellino giallo di Tagliavento per simulazione. All’11 arriva la risposta della Lazio: cross dalla destra di Gonzalez, Cana stacca bene di testa in area e colpisce in pieno il palo alla sinistra di Gillet. Poi però succede l’imprevedibile per la squadra di Petkovic. Ciani commette due falli ingenui su Barretto nel giro di appena due minuti e al secondo intervento, al 16’, viene espulso dall’arbitro per doppio giallo, lasciando i suoi in 10 uomini. Nonostante l’inferiorità numerica, la squadra di Petkovic non rinuncia ad attaccare. Al 23’ Kozak controlla bene un pallone all’interno dell’area avversaria e conclude a rete, trovando la parata di un attento Gillet. Al 27’ si rivede in avanti la squadra granata: suggerimento in profondità di Barreto per Cerci, l’esterno si presenta a tu per tu con Marchetti ma viene fermato all’ultimo da un tackle scivolato preciso di Lulic. Nel finale della prima frazione ci provano da fuori area per il Toro Meggiorini e Santana, ma le loro conclusioni si spengono sul fondo. Le due squadre tornano in campo senza operare sostituzioni. Il tempo continua ad essere insidioso, ma Torino e Lazio tentano di imprimere una svolta alla partita. Al 50’ Lulic si invola sulla sinistra, e si accentra per il tiro dopo una lunga progressione: tiro ribattuto, palla a Kozak che però perde l’attimo per la conclusione vincente. La sfera giunge fuori area all’accorrente Onazi, che impegna alla parata Gillet. Nel valzer dei cambi entrano in campo Bianchi, Birsa e Jonathas per il Torino, Biava, Ederson e Saha per i capitolini. Ventura sposta D’Ambrosio sulla destra e il mancino riesce a mettere in area un paio di traversoni interessanti, sui quali però Marchetti fa buona guardia. Al 77’ l’arbitro sospende provvisoriamente la partita per permettere di spazzare dalla neve le righe laterali del campo, e al rientro in campo i granata trovano la rete che vale tre punti. Cerci calcia bene un corner dalla sinistra, in area Jonathas anticipa Biava e con il piattone batte Marchetti sotto misura. La Lazio prova a reagire, ma ci mette poca convinzione, così è il Toro a sfiorare il raddoppio prima con Bianchi (ma Marchetti è bravo a chiudergli lo specchio appena dentro l’area) e poi con lo stesso Cerci, che impegna l’estremo difensore avversario con un bel tiro dal limite. Finisce 1-0 per i granata, che possono esultare per la salvezza che appare sempre più vicina. Per la Lazio un passo falso preoccupante in ottica europea.

TABELLINI E PAGELLE:
- TORINO (4-2-4):
Gillet 6; Darmian 6, Glik 6,5, Rodriguez 7, D’Ambrosio 6,5; Brighi 6, Gazzi 6; Cerci 7, Barreto 6 (36′ st Jonathas 7), Meggiorini 6 (12′ st R. Bianchi 5,5), Santana 5,5 (16′ st Birsa 6). A disposizione: Coppola, Bakic, L.Gomis, Di Cesare, Agostini, Caceres, Basha, Vives, Stevanovic, Diop, Menga, Masiello S, Di Cesare. All: Ventura.
- LAZIO (4-4-2): Marchetti 6; Pereirinha 5,5, Cana 6, Ciani 6, Radu 6, Ledesma 5,5, Lulic 5,5, Onazi 5,5 (43′ st Saha s.v.), Gonzales 6 (34′ st Biava s.v.), Candreva 5,5, Kozak 6 (35′ st Ederson s.v.). A disposizione: Bizzari, Crecco, Ederson, Keita, Mauri, Scarfagna. All: Petkovic.
- MARCATORI: 42′ st Jonathas (T)
- ASSIST: Alessio Cerci
- AMMONITI: Glik, Cerci (T);
- ESPULSI: Ciani (L);
- Arbitro: Tagliavento 6 .

di Valerio Ercoli

- 18 Marzo 2013

Articolo scritto da Valerio Ercoli
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Sport

"Corri Cures”. Da piazza della Libertà prende il via la corsa podistica di 13 Km

PASSO CORESE – Da piazza della Libertà prende il via la nona edizione della corsa podistica “Corri Cures – Trofeo Car Camper”. Domenica 15 ottobre alle ore 10 parte il...

Eventi&Cultura

Una mattina dedicata allo sport, alla salute e all’inclusione sociale: parte "Sport&Go[al]"

FIANO ROMANO – Bambini, ragazzi e genitori si incontrano tra il Palazzetto dello Sport e il campo sportivo Pertini per la quarta edizione di “Sport&Go[al]”: la mattinata dedicata al...

Sport

Al via il Granfondo Valle del Tevere-Memorial Massimo Gili

FIANO ROMANO – Ai nastri di partenza il Granfondo Valle del Tevere – Coppa Città di Fiano Rom...

Sport

Allo start di partenza la corsa “Il 5.000 degli amici”

PASSO CORESE – Una gara non competitiva serale aperta a tutti, senza limiti di età. Venerdì 21 luglio alle ore 19:30 parte la corsa “Il 5.000 degli amici” organizzata dall’Asd...

Sport

"Beach Volley Cup 2017": sette giorni per il torneo dedicato ai giovani

CASTELNUOVO DI PORTO – “Beach Volley Cup 2017”: all’ombra del palazzo del borgo parte il torneo che vedrà sfidarsi giovani nello sport più amato dell’estate. Le gare si svolgono dal 10 al 16 luglio dalle ore 20 in poi, con partite ogni trent...