Stampa

SI CERCANO VOLONTARI PER I TURNI DI RACCOLTA

Solidarietà in azione anche a Fara Sabina per i terremotati del reatino

Richiesti biancheria intima nuova, mangime secco per i cani ed occhiali da vista

FARA SABINA – Volontari a lavoro anche a Passo Corese, dove stanno convergendo i generi di prima necessità donati dagli abitanti di tutte e diciassette le frazioni di Fara Sabina. Il centro di smistamento e distribuzione si trova in piazza della Libertà a Passo Corese, nella sede del centro di aggregazione giovanile, ed è stato il primo della zona ad aprire da ieri sera. “L’amministrazione comunale da ieri ha individuato in questo luogo il punto dove converge i volontari e la raccolta di alimenti e generi di prima necessità – ha detto Maurizio Senesi dell’Associazione Nazionale Carabinieri – i volontari vengono dalla parrocchia, dalle associazioni, dall’Anc e abbiamo anche personale della Guardia di Finanza di Roma, che ha messo a disposizione due mezzi per trasportare tutto il materiale raccolto. In queste ore partirà un convoglio formato dai due mezzi della Guardia di Finanza e da un furgone messo a disposizione da una ditta privata che sarà scortato dalle auto dell’Associazione Nazionale Carabinieri. In particolare l’attenzione è stata rivolta alla raccolta di alimenti non deteriorabili, vestiario, prodotti per l’igiene personale e mangime secco per i cani…si vuole evitare che si formino branchi affamati e pericolosi come successe durante il terremoto in Abruzzo”. “Una raccomandazione: la biancheria intima che viene consegnata deve essere nuova – ha detto l’assessore Paola Trambusti – sono richiesti anche pigiami, sempre nuovi. Sono necessarie scarpe chiuse: stivaletti o scarpe da ginnastica. Il vestiario donato deve essere invernale; servono pile e anche torce per la notte, cellulari vecchi già carichi perché non sappiamo se nelle tendopoli hanno prese elettriche...sono necessari per contattare i parenti. Servono inoltre pannolini ed assorbenti per bambini, donne ed anziani. Un’altra richiesta sono gli occhiali da vista, soprattutto da vicino, perché sono rimasti sotto le macerie. Per quanto riguarda il mangime per gli animali deve essere esclusivamente secco (croccantini)”. L’assessore Trambusti ha poi lanciato un appello a tutti i residenti di Fara Sabina: “servono volontari – ha concluso l’assessore Trambusti – chi può metta a disposizione il suo tempo, anche poco, per consentire turni di riposo a chi da ieri è qui e si adopera”.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI. Il centro di raccolta per il terremoto è aperto dalle ore 9 alle ore 20. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i seguenti numeri telefonici: 328.6912903 - 347.7916253 - 333.1035718.

Fara Sabina - 25 Agosto 2016

Articolo scritto da Gioia Maria Tozzi
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Cronaca

Dosi di hashish e cocaina pronte allo spaccio. Quattro pusher nei guai

MONTORIO ROMANO/FONTE NUOVA/MENTANA – Quattro pusher in manette grazie a tre diverse operazioni dell’Arma. I carabinieri hanno sequestrato dosi di hashish e coca...

Cronaca

Tenta di scippare una donna all’uscita della farmacia con uno stratagemma: in manette

FIANO ROMANO – Tenta di scippare la borsa di una donna appena uscita da una farmacia. I carab...

Cronaca

Tenta di rubare un'auto parcheggiata al capolinea: fermato un 18enne sabino

MONTELIBRETTI – Tenta di rubare un’auto ma viene sorpreso dal proprietario. Dopo averlo spintonato...

Cronaca

Droga in auto ed in casa: in manette due giovani pusher

FONTE NUOVA/PALOMBARA SABINA – Pusher in manette: cocaina, marijuana e denaro sequestrati a Tor Lupara di Fonte Nuova e Palombara Sabina. I carabinieri hanno fermato due giovani pusher...

Cronaca

Non si ferma all’alt e aggredisce i carabinieri che la arrestano

MENTANA/MONTEROTONDO – Due persone sono state arrestate dai carabinieri a Mentana e Monterotondo: la prima a finire in manette è una donna che non si è fermata al posto di blocco e ha...