Stampa

EDITORIALE

Siamo tutti morti a Brindisi stamattina...

E' il giorno del dolore per tutta l'Italia, per tutti gli italiani

Nella foto: Melissa Bassi

Nella foto: Melissa Bassi

Io sono morto oggi alle 07:45. Alla stessa ora è morto mio figlio. Ed è morta mia figlia. Tutti gli italiani sono morti. Con noi è morta Melissa Bassi, 16 anni sulle spalle e qualche libro nello zaino.
Siamo tutti morti a Brindisi stamattina 19 maggio 2012
mentre entravamo a scuola come facevamo ogni giorno. Siamo stati colpiti a morte da una bomba, smembrati, bruciati da ferro rovente che ha fermato in un attimo il tempo, cancellando sorrisi e futuro.
Non la conoscevo Melissa, ma ora che l’abbiamo persa è come se facesse parte della mia famiglia, della famiglia di ognuno di noi. Era bella, era tutto per sua madre e suo padre e adesso non c’è più, è stata strappata a questa vita dalle mani di bestie immonde.
Non c’è più Melissa, e questo non ha senso. E non hanno senso gli squarci sul corpo di Veronica, di Selena e delle altre ragazze che erano con lei, con tutti noi, all’ingresso di quella scuola intitolata a Francesca Laura Morvillo, moglie di Giovanne Falcone, uccisa assieme al marito nella strage di Capaci da altre bestie senza anima e senza pietà.
C’era il sole stamattina a Brindisi, quello stesso sole che il mio Salento regala con generosità in questa stagione. La sto ascoltando Melissa, è felice di questa bella giornata, parla dei compiti con le altre sue amiche e compagne di scuola, ma tutte guardano il sole e sognano il mare che tra pochi giorni sarà il loro compagno di giochi e di sogni. Ma c’è qualcosa di strano, improvvisamente un altro sole è spuntato accanto a loro, ma non è possibile che ci siano due soli a brillare in questo universo. Ma questa domanda dura soltanto un milionesimo di secondo, poi c’è solo il fuoco e il dolore. E ancora dopo il silenzio che sembra durare all’infinito, abbiamo tutti i timpani sfondati, c’è fumo che acceca gli occhi, o forse è il sangue che lascia i nostri corpi a rendere tutto sfocato, il tempo rallenta, sempre di più.
E rimane soltanto quella domanda…PERCHE’? Perché Melissa, perché proprio noi, perché qui… Io non lo so, al momento nessuno sa dare un senso a questa tragedia immane. Dicono che nessuna organizzazione mafiosa, che qui si chiama Scu, Sacra Corona Unita, ha mai colpito così dei ragazzi, i nostri figli. Vittime immolate di una guerra a tratti silenziosa, a tratti violenta, che da sempre stupra l’onore e l’innocenza di questa terra. Ma adesso questo ancora conta poco per noi che piangiamo Melissa, abbiamo bisogno di versare lacrime per ripulirci da questa lordura di sangue che ci ha ricoperto. Adesso è il momento del dolore per lei e della preghiera per Veronica, verrà anche il momento della giustizia: questo lo vogliamo, lo pretendiamo. Ma niente potrà dare un senso a tutto questo, alla morte di una ragazza che voleva solo vivere sotto questo sole. Addio Melissa.

di Roberto Grande

- 19 Maggio 2012

Roberto Grande

Articolo scritto da Roberto Grande
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

1.

quando lo Stato è debole scatta l'ora dei vigliacchi

Commento inviato il 20-05-2012 da a.m.

2.

tanto dolore. e di nuovo quella paura che, per anni, ho solo conosciuto attraverso ricordi di altri, di film o di libri. la paura di uscire di casa, di essere un bersaglio mobile per un nemico invisibile.

Commento inviato il 20-05-2012 da caterina

3.

chi è il mandante?....a chi fa comodo una strage così violenta ? perchè colpire studentesse? perchè la scuola? C'è un disegno nazionale e internazionale di riportare nell'ignoranza la gente....più impaurita e quindi più debole. Questo si chiama terrorismo. Bisogna svegliarci da questo assopimento mentale e ribellarci ad una dittatura mediatica che ci vuole ingabbiati nel loro pensiero. Dobbiamo resistere e combattere questo sistema. Non possono esserci vuoti nemmeno nel dolore....dobbiamo reagire subito per cercare i colpevoli e pretendere giustizia in questo paese dove le Stragi di Stato non hanno avuto mai un colpevole.

Commento inviato il 20-05-2012 da linda ciarrocca

OROSCOPO 2017

Cosa ci dicono le stelle segno per segno: tutto sull'Oroscopo 2017

Le stelle del 2017: tutto su amore, lavoro e salute per i segni zodiacali di aria, terra, acqua e fuoco. I segni favoriti dalle stelle di quest’anno saranno la Bilancia e l’Acquario; poi in autunno si aggiungeranno anche Scorpione, Leone e Pesci. Il 2017 sarà un anno molto faticoso per i Gemelli, i Pesci e il Cancro. Tutti i segni dello Zodiaco sono chiamati a molta pazienza e tenacia nel 2017. I transiti di Giove e Saturno sposteranno molti segni in positivo e negativo con risvolti duraturi fino all’autunno. Il passaggio più significativo del 2017 sarà quello di Giove in Scorpione che darà una svolta concreta...

Editoriale

Per ogni libro venduto 1 euro alle popolazioni colpite dal terremoto

La nostra società editoriale Gioant Srl partecipa all’ottava edizione della fiera dell’editoria indipendente “Liberi sulla Carta” in programma dal 16 al 18 settembre a Farfa. Siamo particolarmente legati a questo evento perché è il primo a cui abbiamo partecipato a pochi mesi dalla nostra nascita e perché ogni anno lo abbiamo visto crescere e ci ha visti crescere in un abbraccio simbolico tra...

Editoriale

Continuità o cambiamento: la sfida elettorale è stata giocata sui social

Ventisei comuni al voto. Le Elezioni Amministrative 2016 hanno visto battagliare i candidati sui social, in particolare su Facebook, con ogni mezzo: commenti, scontri di idee, denunce, video e fotografie. Gli elettori hanno potuto conoscere sia privatamente che tramite i gruppi di lista cosa si faceva, si diceva e si pensava anche non partecipando agli incontri politici. Una controtendenza questa che ha scardinato l’egemonia dei tradizionali comizi elettorali...

Editoriale

Incontri per la prevenzione del bullismo. Un esempio di buona scuola

Contro il bullismo partono degli incontri sui banchi di scuola con i più piccoli. L’iniziativa di prevenzione del fenomeno “bullismo”, iniziata nella scuola primaria “Don Papacchini” di San Gordiano in provincia di Roma, prevede degli appuntamenti tenuti da un avvocato e da una psicologa e psicoterapeuta. L’intento dell’iniziativa, che fa parte del progetto “Scuola…mica”, è quello di educare i bambini, già dalla scuola primaria, ad una buona educazione dell'altro per prevenire atti di bullismo...

OROSCOPO 2016

Cosa ci dicono le stelle segno per segno: tutto sull'Oroscopo 2016

Le stelle del 2016: tutto su amore, lavoro e salute per i segni zodiacali di aria, terra, acqua e fuoco. I segni favoriti di quest'anno sono il Leone, l’Acquario, il Toro, lo Scorpione e l’Ariete. Il 2016 sarà un anno buono ma non eccellente per i Cancro, i Capricorno e i Sagittario, mentre sarà un po’ difficile e a volte contrario per i Gemelli, i Vergine, i Bilancia e i Pesci. Tutti i segni dello Zodiaco saranno chiamati a continuare percorsi già intrapresi nel 2015: là dove si saranno impegnati riceveranno ottime notizie, salti di carriera e amore. Non sarà un anno facilissimo questo per via di Giove in Bilancia che stimolerà...