Stampa

IN MANETTE TRE ROMANI, DUE ERANO PREGIUDICATI

Sgominata banda specializzata in rapine agli uffici postali

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Rieti hanno arrestato tre romani per rapina aggravata in concorso

ASCREA - Blitz dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Rieti: tre romani arrestati, tra cui due pregiudicati uno dei quali residente a Colle di Tora. La banda era specializzata in rapine ai danni degli uffici postali. La complessa indagine dei militari era partita, in collaborazione con il Comando Provinciale di Roma e la Compagnia di Rieti, dopo la rapina avvenuta lo scorso anno ai danni dell’ufficio postale di Frasso Sabino. I tre uomini tutti originari di Roma, F.O di 60 anni carrozziere, S.E. di 65 anni e S.A di 61 anni residente a Colle di Tora, questi ultimi disoccupati e pregiudicati, dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso.

L’INDAGINE. Il provvedimento restrittivo scaturisce da una minuziosa attività di indagine iniziata dai carabinieri dopo la rapina avvenuta nell’agosto del 2014 all’interno dell’ufficio postale di Frasso Sabino. In quella occasione due dei tre uomini si erano introdotti nell’ufficio postale mentre era chiuso al pubblico utilizzando un particolare arnese da scasso artigianale. Una volta all’interno i due uomini avevano minacciato i dipendenti con un fucile a canne mozze portando via 42 mila euro che la direttrice stava caricando nel bancomat. I rapinatori si erano poi dati alla fuga a bordo di un ciclomotore rubato che fu ritrovato a poca distanza dall’ufficio postale, dove il terzo complice li attendeva per fuggire su un’auto pulita. La banda si avvaleva di un “modus operandi” ormai collaudato. L’indagine ha consentito di raccogliere importanti indizi di colpevolezza che hanno permesso al Sostituto Procuratore della Repubblica Lorenzo Francia, che ha coordinato le indagini, di richiedere e ottenere le misure restrittive al Gip del Tribunale di Rieti. I tre uomini avevano rapinato anche l’ufficio postale di via Banal a Roma nel novembre del 2014; anche in quell’occasione erano entrati per sottrarre il denaro che veniva caricato nel bancomat durante le ore di chiusura al pubblico ed erano scappati su un ciclomotore con targa finta mentre il terzo uomo faceva da palo.

di Gioia Maria Tozzi

provincia di Rieti - 13 Novembre 2015

Articolo scritto da Gioia Maria Tozzi
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Cronaca

Minaccia lex compagna con un taglierino. I carabinieri arrestano uno stalker

MONTELIBRETTI Minaccia con un taglierino lex compagna. La donna si rifugia in auto per sfuggirgli e viene salvata dai carabinieri. Per luomo sono...

Cronaca

Perseguita e minaccia la ex fidanzata: in manette uno stalker

MONTEROTONDO Dopo 10 mesi da incubo trova la forza di denunciare lex fidanzato. Il giovane, un 25enne eretino, stato arrestato dai carabinieri...

Cronaca

Cocaina nascosta nel cruscotto. I carabinieri fermano un 40enne sabino

FONTE NUOVA 40enne sabino nei guai per spaccio di cocaina. I carabinieri lo hanno fermato in localit Santa Lucia, lungo la provinciale Palombarese. Nella sua auto sono state...

Cronaca

Due in manette per minacce, percosse e tentata estorsione nei confronti dei genitori

FIANO ROMANO/PALOMBARA SABINA Minacce, maltrattamenti e tentata estorsione ai genitori...

Cronaca

Porta la moglie a prostituirsi su via Tiberina: arrestato per favoreggiamento e sfruttamento

CAPENA Da Civitella San Paolo a via Tiberina in autobus. Questo il percorso che un 36enne...