Stampa

MONDIALI BRASILE 2014

Germania schiacciasassi vince 7-1. La "Selecao" in lacrime saluta i Mondiali

5 reti subite nei primi 45', nella ripresa i tedeschi ne fanno altre 2. Klose segna e diventa il miglior marcatore Mondiale. Inutile il gol della bandiera di Oscar

BELO HORIZONTE – Surreale. Impossibile da credere. 7-1 è il risultato finale che i tedeschi hanno rifilato al Brasile nello stadio Mineirao. Una Germania cinicia asfalta senza problemi gli undici uomini di mister Scolari che non sono mai entrati in partita, senza poi reagire alla corazzata tedesca. Gara chiusa già alla mezz'ora con Muller, Klose (recordman Mondiale con 16 reti, superando Ronaldo a quota 15), Kroos (doppietta) e Khedira; nella ripresa ci pensa l'attacante del Chelsea Schurrle che mette a segno una doppietta, mettendo la parola fine sul match. Mai una semifinale mondiale si era conclusa con sei gol di scarto, ma soprattutto mai il Brasile (non perdeva una partita ufficiale in casa dal 1975) aveva perso per 7-1. Colpevoli tutti i verdeoro, orfani del talento Neymar e dello squalificato Thiago Silva. Colpevole Scolari che sceglie Bernard e il disastroso Dante in difesa. Un Brasile assente, inferiore su tutti i piani e con una difesa che fa acqua da tutte le parti con marcature che saltano senza troppe difficoltà. A fine partita in pieno recupero arriva il gol di Oscar che non serve a niente, ma almeno regala quel minimo di orgoglio ai vinti sul campo. Una disfatta senza precedenti, un'umiliazione che sarà quasi impossibile dimenticare per i verdeoro, peggio anche della finale persa nel 1950 al Maracanazo contro l'Uruguay. Passano i tedeschi quindi, che affronteranno la vincente tra Olanda e Argentina in finale domenica sera. Il Brasile si dovrà accontentare invece della finale per il 3°/4° posto in programma sabato sera a Brasilia.

PRIMO TEMPO. Scolari sceglie Bernard come vice Neyamer al posto di William. Confermato Fred al centro dell'attacco, con Oscar e Hulk a supporto; in mediana c'è Fernandinho insieme a Luis Gustavo. Difesa a quattro con i centrali David Luiz e Dante (chiamato a sostituire Thiago Silva) sulle fasce Maicon e Marcelo. In porta Julio Cesar. Dall'altra parte i tedeschi si schierano con Neuer tra i pali, dietro ai 4 di difesa con Boateng e Hummels in mezzo e Lamh e Howedes sulla linea dei terzini. A centrocampo il “muro” formato da Schweinsteiger e Khedira, davanti al tridente Muller, Kroos ed Ozil. Klose unica punta preferito a Gotze. Parte subito forte la Germania che sfiora il vantaggio nei primissimi minuti con un tiro in area di Khedira che trova l'opposizione involontaria del compagno di squadra Kroos. Il gol è nell'aria e infatti all' 11 minuto Muller di piatto destro trafigge Julio Cesar sugli sviluppi di un corner, portando i tedeschi in vantaggio. Il Brasile accusa il colpo ma, senza neanche il tempo di reagire e concentrarsi, ecco che al 23' Klose prova un tiro e sulla ribattuta del portiere non perdona e segna il 2-0. Il laziale entra così nella storia diventando il giocatore che ha segnato più reti (16) in un Mondiale. A questo punto non è questione di non avere tempo per i verdoro. La reazione non arriva e i brasiali spariscono “mentalmente” dal campo lasciando spazio e gioco ai tedeschi che fanno quello che vogliono, mettendo a segno in meno di 5 minuti altre tre reti con Kroos che firma una doppietta, e poi calando il sipario con Khedira che approfitta di un altro svarione della disastrosa difesa brasiliana. 5-0 in mezz'ora di gioco e sugli spalti si vedono solo pianti e disperazione, mentre in campo i verdeoro aspettano solo la fine del primo tempo.

SECONDO TEMPO. Il secondo tempo è solo una formalità condizionato dall'incredibile risultato dei primi 45 minuti. Entrano nella ripresa Mertesacker per Hummels, Ramires per Hulk e Paulinho per Fernandinho. La “Selecao” prova a tirare fuori un po' di orgoglio ma sbatte contro il portierone tedesco Neuer che è decisivo su Ramires e poi su Paulinho. Mister Low toglie Klose e fa entrare Schurrle che sembra intenzionato a partecipare alla festa: pochi minuti e il tedesco mette a segno una doppietta, con un gol sul finale da cineteca. Per il Brasile rimane giusto il tempo di firmare la rete della “bandiera” con Oscar. Triplice fischio. Gioco, partita e incontro. La Germania vola in finale. Il Brasile saluta il “suo” Mondiale.

di Daniele Franco

- 09 Luglio 2014

Articolo scritto da Daniele Franco
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Sport

"Corri Cures”. Da piazza della Libertà prende il via la corsa podistica di 13 Km

PASSO CORESE – Da piazza della Libertà prende il via la nona edizione della corsa podistica “Corri Cures – Trofeo Car Camper”. Domenica 15 ottobre alle ore 10 parte il...

Eventi&Cultura

Una mattina dedicata allo sport, alla salute e all’inclusione sociale: parte "Sport&Go[al]"

FIANO ROMANO – Bambini, ragazzi e genitori si incontrano tra il Palazzetto dello Sport e il campo sportivo Pertini per la quarta edizione di “Sport&Go[al]”: la mattinata dedicata al...

Sport

Al via il Granfondo Valle del Tevere-Memorial Massimo Gili

FIANO ROMANO – Ai nastri di partenza il Granfondo Valle del Tevere – Coppa Città di Fiano Rom...

Sport

Allo start di partenza la corsa “Il 5.000 degli amici”

PASSO CORESE – Una gara non competitiva serale aperta a tutti, senza limiti di età. Venerdì 21 luglio alle ore 19:30 parte la corsa “Il 5.000 degli amici” organizzata dall’Asd...

Sport

"Beach Volley Cup 2017": sette giorni per il torneo dedicato ai giovani

CASTELNUOVO DI PORTO – “Beach Volley Cup 2017”: all’ombra del palazzo del borgo parte il torneo che vedrà sfidarsi giovani nello sport più amato dell’estate. Le gare si svolgono dal 10 al 16 luglio dalle ore 20 in poi, con partite ogni trent...