Stampa

SPORT - CALCIO SERIE A

Capitale giallorossa

Trionfo della Roma nel derby, il Napoli vince sul Milan. Goleada dell'Inter sul Sassuolo

Quarta giornata di campionato al cardiopalma. La Roma fa suo il derby e continua a condividere il primato in classifica con il Napoli che dopo 27 anni va a vincere a San Siro contro il Milan. Goleada dell’Inter al Sassuolo, vincono anche Juve e Fiorentina.

GLI ANTICIPI. Si parte il sabato pomeriggio alle 18. In campo Cagliari e Sampdoria, che non disdegnano lo spettacolo. Sul neutro di Trieste, i padroni di casa vanno in vantaggio al 26’ con Ekdal, la Samp vede annullarsi il gol del possibile pareggio, ed il primo tempo finisce con i sardi in vantaggio. Quando la gara sembra finita, comincia invece a succedere di tutto. La Samp trova il pari all’89 con Gabbiadini. I giochi, però, non sono finiti. Conti disegna una precisa punizione che nel primo minuto di recupero riporta il Cagliari in vantaggio. Sembra fatta. E invece no. Di nuovo Gabbiadini si fa trovare nel posto giusto al momento giusto e tocca quanto basta il pallone per riportare la parità, 2-2. Alla stessa ora in campo anche Chievo ed Udinese. Quando al primo minuto Maicosuel porta già in vantaggio l’Udinese, sembra già che la storia per il Chievo si stia scrivendo. Non è così, i veronesi non demordono. Al 13’ è pareggio, con l’infinito Pellissier. Il Chievo comincia a crescere sempre di più, l’Udinese a non esserci. Al 40’ è Rigoni a trovare la deviazione vincente, 2-1 ed all’Udinese non basta l’ingresso di Di Natale nel secondo tempo e l’assedio alla porta dei padroni di casa. Primi tre punti per il Chievo. Alle 20.45 scendono in campo Genoa e Livorno. Poche emozioni, con gli ospiti che ci provano nel primo tempo, il Genoa che forza nel secondo. Unica vera occasione sui piedi di Calaiò nel recupero, ma Bardi gli nega la gioia del gol. 0-0.

LA DOMENICA. Alle 12.30 è Inter-show. Sul campo del Sassuolo i nerazzurri onorano la partita fino alla fine, ed infliggono ai neopromossi un sonoro 0-7. Passano appena 7’ e Palacio marca la prima rete. L’Inter domina letteralmente il campo. Per i padroni di casa c’è ben poco da fare. Il dominio si esprime a suon di gol: al 23’ tocca a Taider, poi al 34’ autorete di Pucino. Nel secondo tempo segna Alvarez dopo 8’, ma soprattutto la ripresa è il momento in cui si rivede in campo dopo 7 mesi Diego Milito. Il Principe non poteva sperare in rientro migliore. Al 18’ va in gol, e si ripete al 38’. Nel mezzo c’è spazio anche per la rete di Cambiasso (30’). Sassuolo asfaltato. Alle 15 le altre partite. Spicca il derby di Roma. Domenica perfetta per la Roma giallorossa, che regola con un secco 2-0 i rivali laziali e consolida il primato in classifica. Primo tempo di stasi, con la Lazio che sembra farsi vedere di più. La Roma, come spesso sta facendo, esce sulla distanza e nel secondo tempo la storia cambia. I giallorossi insistono, Balzaretti prima colpisce il palo, poi trova l’angolo vincente con un sinistro al volo. Esplode la Sud. Crolla la Lazio. Nel recupero Ljajic si procura un rigore e mette a segno il definitivo 2-0. Roma in testa. A Bologna i padroni di casa cedono il passo al Torino. Granata in vantaggio con D’Ambrosio dopo appena 2’. Il Bologna riesce a pareggiare con Natali al 29’, ma nel recupero del primo tempo Cerci trasforma il rigore della vittoria per il Toro. Nella ripresa tanto nervosismo e nulla più. Poche emozioni tra Catania e Parma, che lasciano inviolate le reti. Ci prova con un minimo di grinta in più il Parma, ma la partita non offre nulla di concreto ed accattivante. Un punto per entrambe, inutile per tutti. Torna alla vittoria la Fiorentina, che, in trasferta, batte l’Atalanta. Dopo un primo tempo equilibrato, al 41’ arriva il colpo di Mati Fernandez. Il raddoppio nel secondo tempo, che vede ancora andare in gol un finalmente ritrovato Giuseppe Rossi, al 24’. La corsa della Fiorentina riparte da qui, riparte da lui. Vittoria in rimonta per la Juventus, che vede i suoi top player marcare entrambi il cartellino. A Torino, contro il Verona, la Juve fa la partita. Eppure va sotto. Al 36’ è Cacciatore a portare gli ospiti in vantaggio. Dura poco. Tevez è incontenibile. Colpisce un doppio palo ed al 40’ pareggia con un gran gol. Suo compagno di attacco è il finalmente titolare Llorente, un po’ sottotono, fino al recupero del primo tempo, quando al 48’ colpisce di testa il pallone del definitivo 2-1. Nella ripresa la Juve crea, costruisce, ma il risultato non cambia.

IL POSTICIPO. Finale di giornata con big match. A San Siro il Milan ospita il Napoli capolista. Gli azzurri sono scoppiettanti, imbrigliano il Milan e fanno il gioco. Ed in 6’ sono in vantaggio. Albiol serve il pallone a Britos che segna lo 0-1. Trovato il vantaggio, il Napoli sembra placarsi e lasciare un po’ di spazio al Milan, che ci prova soprattutto con Balotelli. Nulla di fatto però. La ripresa comincia ancora sotto il segno dei partenopei. E sotto il segno di Higuain, che dopo 8’ scatena un destro che Abbiati non ferma. 2-0. L’occasione per il Milan di rientrare in partita arriva al quarto d’ora quando Balotelli viene atterrato in area da Albiol. È rigore, questa volta, però, l’infallibile Supermario cede. E Reina para. La serata deve essere proprio storta se proprio lui, che non sbagliava mai dagli undici metri, fallisce il gol. La gioia per Balo arriva nei minuti finali, quando trova il gol che accorcia le distanze, ma non basta. Anzi, si fa sentire anche il nervosismo, e ne fa le spese proprio Mario, che insulta l’arbitro e si prende il rosso in faccia. Napoli vittorioso a San Siro contro il Milan dopo 27 anni, dopo un certo Diego Armando Maradona. Napoli primo in classifica a punteggio pieno, in coabitazione con la Roma. Sognare comincia ad essere lecito.

di Gloria Di Sandro

- 23 Settembre 2013

Articolo scritto da Gloria Di Sandro
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Sport

"Corri Cures”. Da piazza della Libertà prende il via la corsa podistica di 13 Km

PASSO CORESE – Da piazza della Libertà prende il via la nona edizione della corsa podistica “Corri Cures – Trofeo Car Camper”. Domenica 15 ottobre alle ore 10 parte il...

Eventi&Cultura

Una mattina dedicata allo sport, alla salute e all’inclusione sociale: parte "Sport&Go[al]"

FIANO ROMANO – Bambini, ragazzi e genitori si incontrano tra il Palazzetto dello Sport e il campo sportivo Pertini per la quarta edizione di “Sport&Go[al]”: la mattinata dedicata al...

Sport

Al via il Granfondo Valle del Tevere-Memorial Massimo Gili

FIANO ROMANO – Ai nastri di partenza il Granfondo Valle del Tevere – Coppa Città di Fiano Rom...

Sport

Allo start di partenza la corsa “Il 5.000 degli amici”

PASSO CORESE – Una gara non competitiva serale aperta a tutti, senza limiti di età. Venerdì 21 luglio alle ore 19:30 parte la corsa “Il 5.000 degli amici” organizzata dall’Asd...

Sport

"Beach Volley Cup 2017": sette giorni per il torneo dedicato ai giovani

CASTELNUOVO DI PORTO – “Beach Volley Cup 2017”: all’ombra del palazzo del borgo parte il torneo che vedrà sfidarsi giovani nello sport più amato dell’estate. Le gare si svolgono dal 10 al 16 luglio dalle ore 20 in poi, con partite ogni trent...