Stampa

AL VIA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE

Partecipazione attiva dei giovani: questo l'obiettivo dell'incontro

Inaugurare un percorso nuovo di confronto che veda protagonisti i giovani: questo il messaggio della prima giornata

Immagine della prima giornata della conferenza internazionale sulle politiche di integrazione a livello locale, tenutosi a Fara Sabina (Foto: la. ber.)

Immagine della prima giornata della conferenza internazionale sulle politiche di integrazione a livello locale, tenutosi a Fara Sabina (Foto: la. ber.)

FARA IN SABINA - "È necessario pensare a politiche di integrazione nuove e condivise attraverso la partecipazione attiva dei giovani che agiscono sul territorio". E' questo il messaggio della prima giornata del convegno internazionale sulle politiche di integrazione a livello locale, che ha visto la partecipazione dei giovani studenti del Istituto Superiore "Moro". Particolarmente coinvolgente l'intervento del direttore del servizio centrale dello Sprar Daniela Di Capua e del responsabile dello Sprar di Fara Sabina Alessandra Foschini.

LA PRIMA GIORNATA. GLI INTERVENTI. "Inaugurare un percorso nuovo di partecipazione e di confronto, dove i giovani siano i protagonisti delle scelte, delle azioni future sulle politiche da mettere in campo nel futuro di questa comunità": queste parole del consigliere comunale Daniela Simonetti hanno dato il via all'incontro, in primo del convegno, che si è tenuto presso la sala polifunzionale della scuola elementare di Fara in Sabina. Poi sono seguiti gli interventi di Patrizia Oddo, che ha presentato le opportunità che l'Unione Europea mette a disposizione dei giovani, come i progetti Gioventù in Azione e Leonardo da Vinci; poi è stata la volta della neolaureata in Sociologia Martina Festuccia, che ha presentato il lavoro svolto per la tesi di laurea, riguardante i servizi sociali per gli immigrati presenti nel comune di Fara in Sabina. Avvalendosi di sedici interviste ad immigrati presenti nel territorio di Fara, la Festuccia ha parlato delle motivazioni dello spostamento, ha elencato i diversi servizi presenti sul territorio e dell'utilizzo che gli immigrati ne fanno, delle situazioni e delle condizioni che vivono i nuovi arrivati, e di cosa il comune fa per aiutarli nell'inserimento. Dal suo studio è emerso che il comune investe molto sui servizi agli immigrati, proprio per l'importanza che l'integrazione ha a Fara, ma che questi servizi sono poco utilizzati dagli immigrati perché poco informati e perché preferiscono il passaparola ai consigli del personale addetto. La prima giornata è poi continuata con la testimonianza del Centro Giovani di Fara in Sabina, con l'intervento sulle buone prassi e le criticità dello Sprar Anci, sull'esperienza dello Sprar di Fara in Sabina, con l'intervento di Radio Engatia sul progetto alternativo Fluid Video Crew e sulle politiche di integrazione proposte dal comune di Fara in Sabina, con il salotto africano come esempio di dialogo interculturale. Al termine è stato lasciato spazio alle conclusioni e alle domande.

IL PROGRAMMA DELLA SECONDA GIORNATA DEL CONVEGNO. La giornata giovedì 18 marzo sarà dedicata, invece, al confronto tra giovani e amministratori sulle politiche di integrazione. L'obiettivo dell'incontro, che vedrà per la prima volta a Fara Sabina un confronto diretto tra 40 studenti dell'Istituto Superiore Aldo Moro, divisi in due gruppi, e 20 politici locali su idee ed progetti, è quello di sviluppare, incrociare e poi attuare progetti vincenti. A prendere parte ai gruppi di lavoro saranno gli amministratori locali di Fara Sabina e dei comuni limitrofi tra cui: il consigliere comunale di Fara Sabina Daniela Simonetti, i consiglieri della Provincia di Rieti Monica De Cesaris e Maria Rita Cenciotti, l'assessore di Montopoli Valentina Alfei, l'assessore di Monterotondo Riccardo Varone, l'assessore di Rieti Luigi Taddei, l'assessore di Scandriglia Rosilde De Gregori, Tommaso Biscossi dell'Unione Alta Sabina e il consigliere comunale di Poggio Moiano Matteo Massimi.

di Laura Bernardini

Fara Sabina - 17 Marzo 2010

Articolo scritto da Laura Bernardini
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Eventi&Cultura

Al via sagre e rievocazioni storiche tra spettacoli e natura

SABINA/VALLE DEL TEVERE – Parte un week end all’insegna della musica, delle rievocazioni...

Eventi&Cultura

Il Castello Ducale apre le porte all’undicesimo “Festival del Teatro”

FIANO ROMANO – Tre giorni dedicati al fascino inesauribile del teatro: parte l’undicesima edizione della rassegna organizzata dall’associazione culturale “Scintilla” con il patrocinio del...

Eventi&Cultura

Carri allegorici, spettacoli, cabaret e sapori per la 90esima "Sagra delle Cerase"

PALOMBARA SABINA – Quattro giornate per celebrare la 90esima edizione della “Sagra delle Cerase”. Dal 7 al 10 giugno, in piazza Vittorio Veneto e nel Castello Savelli...

Eventi&Cultura

Al castello “Ricordando…la Grande Guerra”: parte il viaggio musicale e teatrale per il centenario

FIANO ROMANO – Un viaggio musicale e teatrale per ricordare il centenario della fine della Prima...

Eventi&Cultura

Nelle piazzette del borgo parte il “Sabina Jazz Festival 2018”

BOCCHIGNANO – Il jazz delle origini torna ad animare per l’undicesimo anno la frazione sabina di Montopoli. Il 1 e il 2 giugno si svolge il “Sabina Jazz Festival”. Due serate di musica animate dalle migliori orchestre italiane che si esibiranno nelle piazze...