Stampa

ACCORDO TRA MINISTRO, POLVERINI E CINQUE PREFETTI PROVINCIALI

Perilli: "Bene il "Patto per il Lazio sicuro", ma la Regione ripristini i fondi tagliati"

Rafforzamento dei controlli e dei sistemi di videosorvegliana per reprimere i crimini: alcune delle misure del documento

Il consigliere regionale del Pd Mario Perilli

Il consigliere regionale del Pd Mario Perilli

RIETI - Maggiori forze di controllo, nuovi sistemi di videosorveglianza e una rete per il monitoraggio, la prevenzione e la repressione dei crimini a sostegno delle forze dell'ordine. Sono queste le misure introdotte dal "Patto per il Lazio sicuro", siglato tra il neo ministro Anna Maria Cancellieri e il presidente della Regione Lazio Renata Polverini, con i cinque Prefetti delle province laziali. Il patto rappresenta un punto importante per l'intero territorio.

LE MISURE DEL PATTO PER IL LAZIO SICURO."Oltre al potenziamento delle forze di controllo e all'introduzione di nuovi sistemi di videosorveglianza per garantire maggiore sicurezza in zone sensibili come l'area di Fara Sabina e Passo Corese - ha detto il consigliere regionale del Pd Mario Perilli - verrà predisposta una rete ancora più fitta per il monitoraggio, la prevenzione e la repressione dei crimini a sostegno del lavoro delle forze dell'ordine. Tale aspetto rimane di fondamentale importanza e per questo mi auguro, anche alla luce dei numerosi episodi criminali registrati nell'area capitolina e in quella di Roma nord, che la Regione possa ripensare i tagli fatti nel 2011 che hanno cancellato investimenti deliberati alla fine di luglio 2009 dalla precedente giunta regionale. Secondo il programma del 2009 - continua il consigliere Perilli - erano previsti interventi a Fara Sabina, Montelibretti, Stimigliano, Antrodoco, Borgo Velino, Antrodoco Centro e Magliano, provvedimenti che, nello specifico, avrebbero dovuto apportare migliorie alla segnaletica d'ingresso delle stazioni, la sistemazione dei parcheggi, la realizzazione pensiline, l'installazione di servizi di videosorveglianza e la realizzazione di colonnine Sos, per garantire maggiore sicurezza, con i conseguenti potenziamenti dei piazzali esterni e della riqualificazione degli immobili che ospitano le stazioni (6 milioni di euro per i parcheggi in prossimità delle stazioni in provincia di Rieti e 55 milioni di euro per le stazioni nel Lazio)".

di Laura Bernardini

Rieti - 30 Novembre 2011

Articolo scritto da Laura Bernardini
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Cronaca

Appartamento in fiamme, i carabinieri salvano un anziano sfondando la porta

MONTEROTONDO – I carabinieri salvano un anziano dalle fiamme divampate nella notte nel suo appartamento. Grazie al tempismo e al sangue freddo dei...

Cronaca

Mette a segno una serie di truffe immobiliari: nei guai un 57enne

MONTORIO ROMANO – Ha messo a segno una serie di truffe immobiliari nella Capitale: per un 57enne del posto è scattato l’ordine di carcerazione. L’arrestato dovrà scontare la...

Cronaca

Maxi operazione antidroga in piazza: smantellata una banda di cinque persone

CAMPAGNANO DI ROMA – Avevano trasformato piazza Leonelli nel centro nevralgico dello spaccio di cocaina del paese. A finire in manette stamattina, a conclus...

Cronaca

Stringe e minaccia una 19enne alla stazione: in manette per tentata violenza sessuale

PASSO CORESE – Giovane in manette per tentata violenza sessuale e resistenza a Pubblico Uffic...

Cronaca

Cocaina in auto e marijuana sul balcone: in manette due pusher

CAPENA/MONTEROTONDO SCALO – Due pusher ai domiciliari: fermati dai carabinieri in due diverse operazioni antidroga. Sequestrate cocaina e marijuana...