Stampa

DOPO CINQUE ANNI LASCIA IL COLONNELLO ALESSANDRO CARILE

Cambio al vertice del Centro Militare di Equitazione

Dopo cinque anni lascia il colonnello Alessandro Carile

Il colonnello Alessandro Carile

Il colonnello Alessandro Carile

MONTELIBRETTI - Cambio al vertice del Centro Militare di Equitazione: il colonnello Alessandro Carile, che per cinque anni ha comandato il Raggruppamento dell'Esercito locale, lascerà Montelibretti per altri importanti impegni nella Capitale. La cerimonia del cambio si terrà oggi nella cornice paesaggistica del campo ostacoli di Piazza di Siena, su via Salaria. L'avvicendamento al vertice del Centro Militare di Equitazione avrà inizio alle ore 10 e vedrà schierati Reparti montati ed in uniforme storica e la fanfara a cavallo dell'8° Reggimento Lancieri di Montebello. Alla cerimonia, che sarà presieduta dal Comandante della Scuola di Cavalleria il Generale di Brigata Carmelo Cutropia, parteciperanno anche numerose autorità militari, ecclesiastiche e civili del territorio. Il Comandante Carile passerà le consegne al Colonnello Liborio Volpe. In questi anni il colonnello Carile, oltre a svolgere i compiti di comando a lui assegnati, è stato sempre attento al territorio aprendo l'esercito, le strutture ed i militari ad iniziative che hanno dato lustro all'area Sabina. Da ricordare anche i numerosi impegni di solidarietà fortemente voluti dal Comandante Carile, che si è reso sempre disponibile ad ospitare eventi di volontariato presso le strutture del Cme. Il colonnello Carile, inoltre, ha fornito uomini e strutture per lo svolgimento di attività di ippoterapia a favore dei bambini e dei ragazzi affetti da handicap. Il nuovo comandante Volpe, che prenderà il posto di Carile da domani, è stato in passato Capo di Stato Maggiore della Scuola di Cavalleria ed è un ufficiale che vanta una consolidata esperienza in numerosi Reparti dell'Arma, tra i quali il Reggimento "Genova Cavalleria", di cui è stato comandante. Il colonnello Volpe, inoltre, ha partecipato a numerose missioni di pace: l'Ifor in Bosnia ed "Antica Babilonia" in Iraq. Il Centro Militare di Equitazione di Montelibretti, immerso nel cuore della Sabina, rappresenta oggi il Centro Sportivo di eccellenza della Forza Armata per l'equitazione. All'interno della struttura militare, infatti, i cavalieri dell'Esercito si allenano per rappresentare al meglio i colori dell'Italia nelle più importanti gare nazionali ed internazionali. Il Centro Militare di Equitazione di Montelibretti annovera nelle sue fila numerosi atleti, i cui eccellenti risultati contribuiscono alla crescita ed al rafforzamento dell'immagine della Forza Armata sia in Italia che all'estero.  

Montelibretti - 02 Ottobre 2008

Articolo scritto da Gioia Maria Tozzi
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Cronaca

Cocaina e hashish: i carabinieri arrestano cinque persone

MONTEROTONDO SCALO/MENTANA – Cocaina e hashish: i carabinieri arrestano cinque persone...

Cronaca

Circa 4 Kg di cocaina fermati al casello fianese: una coppia viene arrestata

FIANO ROMANO – Stangata dell’Arma allo spaccio di droga: i carabinieri hanno fermato circa 4 Kg di cocaina al casello autostradale fianese. La sostanza...

Cronaca

“Natale Sicuro”: arresti per furto e spaccio

MONTEROTONDO – I carabinieri della Compagnia di Monterotondo, con l’avvicinarsi delle festività nata...

Cronaca

Spaccia eroina davanti ad una scuola: in manette un 39enne

CASTELNUOVO DI PORTO – Dodici persone segnalate ed un arresto per spaccio di eroina. I carabinieri intensificano i controlli davanti alle scuole del territorio. In questi giorni dodici persone sono state...

Cronaca

Colf ruba gioielli e li rivende: denunciata

MENTANA – Sottrae quasi 50 mila euro di gioielli dall’abitazione dove faceva le pulizie. A finire nei guai una colf di 63 anni. La donna, denunciata a piede libero, aveva portato la refurtiva ad un...