Stampa

UN LIBRO PER AMICO

La storia di Elena: da moglie spenta a donna padrona della sua vita

"Le prime luci del mattino" di Fabio Volo: un romanzo sincero e intenso, capace di affrontare i sentimenti senza trucchi o giri di parole

La copertina del romanzo "Le prime luci del mattino" (foto di copertina, Fabio Volo)

La copertina del romanzo "Le prime luci del mattino" (foto di copertina, Fabio Volo)

Raramente mi è capitato di leggere un libro in un giorno ma questa è una di quelle. Con il suo nuovo romanzo "Le prime luci del mattino", Fabio Volo conferma ed esalta le doti che lo hanno fatto amare da milioni di persone. E' un libro che risulta piacevole alla lettura che, sotto forma di un diario fa aumentare di pagina in pagina la curiosità di sapere cosa succederà alla protagonista nella giornata successiva. Un libro che ci fa rendere conto di quanto siano importanti le piccole attenzioni, i piccoli gesti, gli attimi e gli incontri inattesi che possono cambiare la rotta della nostra vita. Soprattutto quando tutto appare piatto e niente sembra poter modificare un periodo o una situazione pesanti, duri da sostenere, questo romanzo ci insegna che non è mai troppo tardi per una nuova alba. Non è mai troppo tardi per una rinascita. Che non ci si deve mai lasciar andare, mai perdere la speranza perché quando meno ce l'aspettiamo la vita decide di regalarci un'emozione nuova. Ma soprattutto ci dice che anche da un momento buio, dalla fine di una qualcosa che per noi era importante, può nascere un nuovo giorno, può precipitarci addosso l'inaspettato, una venata d'aria nuova che può modificare per sempre il corso della nostra esistenza. "Le prime luci del mattino", titolo mai tanto azzeccato, ci indica che dopo la tempesta arriva sempre la quiete, che dopo la notte, anche la più buia, c'è sempre l'alba e che non dobbiamo mai lasciarci andare, mai abbandonarci agli eventi che ci travolgono, ma reinventarci giorno dopo giorno per realizzare noi stessi, senza mezzi termini, e soprattutto senza accontentarsi mai ma sempre con la voglia di riscoprirsi in ruoli e in vesti inaspettate e alle volte stravaganti. Mai aver paura dei cambiamenti.
"Abbiamo sempre vissuto per piacere agli altri, per essere accettati, senza mai chiederci chi fossimo veramente. Per poi scordarci perfino chi fossero gli altri per cui stavamo facendo tutti quei sacrifici. Abbiamo delegato ai nostri limiti, alle nostre paure, la strada da seguire, il percorso della nostra vita. Senza mai interrogarci, abbiamo vissuto nell'assenza di noi".

LA TRAMA. Elena non è soddisfatta della sua vita. Il suo matrimonio si trascina stancamente, senza passione né curiosità. Suo marito è diventato ormai come un fratello: "Non viviamo insieme, insieme ammazziamo il tempo. Abbiamo stupidamente pensato che due infelicità unite potessero dar vita a una felicità". Ha sempre deciso in anticipo come doveva essere la sua vita: la scuola da fare, l'università, l'uomo da sposare... perfino il colore del divano. È diventata moglie prima di diventare donna. Finché un giorno sente che qualcosa inizia a scricchiolare. La passione e il desiderio si affacciano nella sua quotidianità, costringendola a mettersi in discussione. Elena si rende conto che un altro modo di vivere è possibile. Forse lei si merita di più, forse anche lei si merita la felicità. Basta solo trovare il coraggio di provare, di buttarsi, magari di sbagliare. "Per anni ho aspettato che la mia vita cambiasse, invece ora so che era lei ad aspettare che cambiassi io".

COMMENTO. Fabio Volo in questo suo nuovo romanzo tratta un tema quanto mai attuale in questi anni, il tema del matrimonio che viene preso sin troppo alla leggera dai giovani di oggi. L'autore offre loro però un appiglio, la possibilità cioè di rimboccarsi le maniche e di cambiare perché per cambiare siamo sempre in tempo anche fino all'ultimo istante delle nostre vite. Fabio Volo racconta la fragilità e la forza di una donna che schiude i pugni e decide di lasciarsi andare con la sincerità e la semplicità che contraddistinguono da sempre la sua penna, ancora una volta sincera, ancora una volta catartica. L'unica nota stonata è il finale, alquanto banale e scontato che ti lascia a mezz'aria come per dire: "Tutto qui?"

Titolo: Le prime luci del mattino
Autore: Fabio Volo
Pagine: 244
Genere: romanzo
Editore: Mondadori
Prezzo: 19,00 euro

di Manuela Tranquilli

- 02 Novembre 2011

Articolo scritto da Manuela Tranquilli
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

1.

Ho avuto modo di legger tutti i libri di Fabio Volo, tutti bellissimi. Io sono una appassionata dei libri che parlano del quotidiano delle persone, perchè sono cose che potrebbero succedere realmente. In molti di loro mi sono spesso ritrovata in alcuni tratti. Ma in assoluto "LE PRIME LUCI DEL MATTINO" è a dir poco strepitoso emozionante travolgente entusiasmante. Consiglio a tutti uomini e donne di leggerlo perchè ci si può ritrovare e si può capire se la persona che sia ama è veramente la suua famosa : "MEZZA MELA". Io posso dire che lo trovato la bellezza di ventidue anni fà. E lo AMO alla follia, lui x me è tutto uomo marito padre compagno e amante meraviglioso. E a Fabio Volo cosa dire continua a scrivere x noi e dacci sempre delle belle emozioni come hai sempre fatto fino ad ora. Con simpatia. Ciao

Commento inviato il 02-02-2012 da VALERIA VICENZONI

Eventi&Cultura

"Liberi sulla Carta": al via la nona edizione della Fiera dell'Editoria Indipendente

FARFA – Parte la nona edizione della Fiera dell'Editoria Indipendente "Liberi sulla Carta". Il borgo sabino ospita, dal 15 al 17 settembre, stand di editori, presentaz...

Eventi&Cultura

Incontri, presentazioni, letture e laboratori: parte “Una Montagna di Libri”

SANT’ORESTE – Incontri letterari e laboratori: parte la prima edizione del festival della letteratura “Una Montagna di Libri”. Il 17 e il 18 giugno nel centro storico si svolge l’evento organizzato dalla Pro loco con il...

Eventi&Cultura

Pane, acqua e letteratura al centro del quinto festival “Un Fiume di Storie”

NAZZANO – Cinque giornate tra cultura e natura: parte la quinta edizione del festival delle letterature e delle scienze “Un fiume di Storie”. Il ric...

Eventi&Cultura

“Minerva” e “L’ultimo bunker”: partono le presentazioni dei libri

MONTOPOLI DI SABINA/SANT’ORESTE – Due libri protagonisti del week end. Il 2 aprile a Montopoli di Sabina sarà presentato il libro “L’ultimo bunker” e il 1 aprile a Sant’Oreste il romanzo “Minerva”. Saranno presenti gli autori...

Eventi&Cultura

"Marta Russo, il mistero della Sapienza": Valentini presenta il suo libro-inchiesta

SANT’ORESTE – Quarto appuntamento con la rassegna culturale “Incontriamoci al Museo”. Sabato 4 marzo alle ore 16:30, nel Museo del Soratte, è in programma la presentazione del libro-inchiesta...