Stampa

LAZIO. LA VOCE DELL'AQUILA

La Lazio torna alla vittoria, battuto il Catania 2-1

Candreva decisivo dagli undici metri

I biancocelesti festeggiano la Pasqua nel miglior modo possibile, tornano alla vittoria che mancava da sei turni e si rimettono in scia per un posto in Champions. L'undicesima giornata di ritorno, giocata ieri pomeriggio all'Olimpico di Roma, riservava alla Lazio una sfida molto difficile, perchè il Catania di Maran ha dimostrato di essere la vera rivelazione del torneo tanto da puntare , contro ogni pronostico, ad un posto in Europa. I romani, però, questa volta scendono in campo molto convinti e soprattutto riposati dopo il turno di stop del campionato della scorsa settimana. La differenza si vede subito perchè i siciliani sono messi alle corde, non riescono a ripartire subendo la forte pressione laziale. Il gol sembra nell'aria ed in effetti, ad inizio secondo tempo, arriva nella porta sbagliata: rimpallo fortunato in area ed Izco sigla il vantaggio per gli ospiti. Stadio ammutolito, l'incubo della sconfitta sembra materializzarsi. Il cuore Lazio, questa volta non delude: reazione rabbiosa, Catania di nuovo costretto a difendersi fino al meritato pareggio firmato Kozak, lesto a deviare in porta un cross dalla fascia. Pochi minuti dopo arriva il colpo del K.O, su rigore Candreva non sbaglia e regala i tre punti agli uomini di Petkovic. I segni di ripresa ci sono visti, avanti cosi'.

LA CRONACA. All’Olimpico si affrontano Lazio e Catania. L’obiettivo comune è l’Europa. L’una vuole restare nel giro che conta, l’altra vuole entrarci di diritto e sognare un posto al sole. Tridente pesante nel Catania con Barrientos, Bergessio e Gomez. Nelle fila biancocelesti esordio dal primo minuto del francese Saha. Veemente, ma inefficace inizio di partita della squadra di Petkovic. I primi calci d’angolo non sortiscono gli effetti sperati. La prima vera occasione da gol è sui piedi di Candreva al 9′, ma Andujar respinge in angolo. Pochi minuti più tardi colpo di testa di Cana, facile presa dell’argentino. Continua l’arrembaggio dei padroni di casa, che costringe gli etnei a rimanere assiepati nella propria metà campo. Chance importante per Saha al 16′, ma la spreca malamente, a porta spalancata. Bilancio del primo quarto d’ora: Lazio più intraprendente, Catania non pervenuto. Candreva è certamente l’uomo più pericoloso dei suoi, ma in generale dell’intera gara, con le sue folate offensive. In costante difficoltà la difesa siciliana su di lui. Marchese non riesce ad arginarlo in alcun modo sulla sua zona di competenza. Il centrocampista romano ha ormai un conto aperto con l’estremo difensore avversario. Al minuto 36 destro da fuori, Andujar blocca in due tempi. Poco tempo prima, precisamente al 28′, traversa clamorosa di Cana, innescato da Hernanes: palla sopra la traversa. Gli ospiti si fanno notare soltanto per sporadiche iniziative dei singoli, in particolar modo del solito El Papu Gomez. Marchetti risulta spettatore non pagante. Il primo tempo è un monologo biancoceleste. Ripresa che inizia con il botto: inaspettato vantaggio del Catania al 49′! Se si giocasse a campi invertiti, si griderebbe al “Clamoroso al Cibali”. Il gol arriva sugli sviluppi di una carambola che coinvolge Radu e Izco, con la palla che finisce sui piedi di quest’ultimo, il quale infila, quasi senza volerlo, alle spalle dell’incolpevole Marchetti. La rete stordisce la Lazio, fino a quel momento padrone assoluta del campo, che si getta in avanti alla ricerca del pari. Gli ospiti prendono coraggio e Legrottaglie svetta di testa da calcio d’angolo, sfiorando il raddoppio al 59′. Stessa dinamica nell’area di rigore opposta; l’albanese Cana impatta con la fronte, Andujar blocca. Ci provano Gonzalez ed Hernanes, entrambi dalla distanza, ma nulla di fatto. Kozak prende il posto dell’impalpabile Saha al 63′ per aumentare il peso offensivo. Cinque minuti più tardi azione personale di Ederson. Il brasiliano salta due avversari, il pallone finisce in maniera fortuita all’attaccante ceco, non lesto ad approfittarne. Il redivivo Candreva calcia lontanissimo dalla distanza: debole e fuori bersaglio. Sfiora il pasticcio Biava al 79′, per sua fortuna la deviazione su cross di Gomez non determina guai peggiori. E’ il momento di Miro Klose, al rientro in campo esattamente 54 giorni dopo l’infortunio, al posto di uno spento Lulic. Da segnalare un episodio dubbio nell’area di rigore etnea: Kozak è atterrato da Alvarez, ma l’arbitro Massa decide di non intervenire. La pressione biancoceleste dà comunque i suoi frutti al 78′: traversone di Radu dalla sinistra, Legrottaglie interviene nella porta sbagliata e firma, di fatto, il pareggio laziale. Svolta della partita nell’azione successiva: Bellusci stende in piena area Ederson, stavolta Massa non ha dubbi e decreta il rigore, trasformato da Candreva al minuto 81. Con il vantaggio la Lazio legittima un dominio pressoché totale per gran parte del match. La reazione ospite è affidata a Marchese, ma il suo tiro finisce alto sopra la traversa. L’assedio finale non produce effetti. Finisce 2-1. Petkovic e i suoi vedono nuovamente nel mirino la zona Champions, in attesa di Milan e Napoli.

TABELLINI E PAGELLE:
- LAZIO (4-1-4-1): Marchetti 6; Gonzalez 6,5, Cana 6,5, Biava 6, Radu 6,5; Ledesma 6,5; Candreva 7, Onazi 6,5 (62′ Ederson 7), Hernanes 6 (75′ Klose 6), Lulic 7; Saha 5 (62′ Kozak 6). A disp.: Bizzarri, Strakosha, Crecco, Pereirinha, Mauri, Stankevicius, Antic, Rozzi. All.: Petkovic
- CATANIA (4-3-3): Andujar 6; Alvarez 5,5, Legrottaglie 5,5, Bellusci 5, Marchese 6,5; Izco 6,5, Lodi 6, Biagianti 5,5; Barrientos 5, Bergessio 5,5, Gomez 5 (78′ Castro s.v.). A disp.: Frison, Terracciano, Rolin, Ricchiuti, Salifu, Cani, Keko, Doukara, Petkovic. All.: Maran
- Marcatori: 50′ Izco (C), 78′ aut. Legrottaglie (L), 81′ rig. Candreva (L)
- Ammoniti: Marchse (C), Barrientos (C), Ledesma (L), Marchetti (L)
- Espulsi: nessuno
- Arbitro: Massa

di Valerio Ercoli

- 31 Marzo 2013

Articolo scritto da Valerio Ercoli
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Sport

"Corri Cures”. Da piazza della Libertà prende il via la corsa podistica di 13 Km

PASSO CORESE – Da piazza della Libertà prende il via la nona edizione della corsa podistica “Corri Cures – Trofeo Car Camper”. Domenica 15 ottobre alle ore 10 parte il...

Eventi&Cultura

Una mattina dedicata allo sport, alla salute e all’inclusione sociale: parte "Sport&Go[al]"

FIANO ROMANO – Bambini, ragazzi e genitori si incontrano tra il Palazzetto dello Sport e il campo sportivo Pertini per la quarta edizione di “Sport&Go[al]”: la mattinata dedicata al...

Sport

Al via il Granfondo Valle del Tevere-Memorial Massimo Gili

FIANO ROMANO – Ai nastri di partenza il Granfondo Valle del Tevere – Coppa Città di Fiano Rom...

Sport

Allo start di partenza la corsa “Il 5.000 degli amici”

PASSO CORESE – Una gara non competitiva serale aperta a tutti, senza limiti di età. Venerdì 21 luglio alle ore 19:30 parte la corsa “Il 5.000 degli amici” organizzata dall’Asd...

Sport

"Beach Volley Cup 2017": sette giorni per il torneo dedicato ai giovani

CASTELNUOVO DI PORTO – “Beach Volley Cup 2017”: all’ombra del palazzo del borgo parte il torneo che vedrà sfidarsi giovani nello sport più amato dell’estate. Le gare si svolgono dal 10 al 16 luglio dalle ore 20 in poi, con partite ogni trent...