Stampa

EDITORIALE

La grande occasione nel giardino delle verità

La bugia come gramigna da estirpare

Quando si scopre una bugia, è più difficile perdonare o chiedere perdono?
Ci sono momenti in cui la parola "perdonare" sembra solo un concetto astratto, qualcosa impossibile da concepire, troppa la rabbia, troppo il dolore che stringe mente, cuore e anima in una morsa da cui non stilla che livore. Però anche chiedere perdono è altrettanto difficile, non tanto per orgoglio personale o per incapacità di ammettere i propri errori, quanto per non doversi confrontare con le conseguenze di questi errori e con se stessi. Riconoscere di aver sbagliato ci mette davanti a quella parte di noi che non è perfetta come credevamo e ci fa interrogare sul perché dell'errore, sul perché del nostro comportamento e le domande non sempre sono piacevoli, soprattutto quando crediamo di conoscere le risposte. Perciò diventa così semplice fingere di non aver sbagliato ed altrettanto semplice fingere di aver perdonato.

Ma tutto prima o poi deve avere un completamento, le mezze verità, i finti pentimenti ed i finti perdoni, le parole non dette, i sogni non inseguiti o semplicemente i desideri inespressi, tutto ciò che potrebbe rappresentare un cerchio incompiuto richiede uno sforzo di vivere che a lungo andare ricopre i giorni e le notti con una coltre di cenere fredda e soffocante.

Capita a volte di non riuscire a capire perché si dice una bugia inutile quando la verità sarebbe infinitamente meno complicata da gestire, forse stiamo diventando incapaci di vivere nella sincerità, le bugie dette agli altri o a noi stessi stanno diventando la nostra quotidianità, il nostro modo di affrontare la vita. In questo modo tutte le risposte diventano semplici:
D: Sei felice?
R: Si!
D: Non ti pesa mettere da parte i tuoi sogni per condividere solo i miei vero?
R: Certo che no!
D: Ti basto io?
R: Assolutamente si!
E se invece ad una di queste domande provassimo a rispondere in maniera diversa, anche solo per una volta? Se soltanto riuscissimo ad ascoltare davvero quello che ci viene chiesto per poter rispondere con sincerità, forse in quel caso la risposta potrebbe contenere anche qualche MA:
D. Ti basto io?
R: Si, ma...
D: Ma???
Eccola l'occasione che aspettavi da tanto tempo, riuscirai a coglierla e sfruttarla per aprire finalmente il tuo cuore e lasciare che l'altro/a  possa darci un'occhiata? Oppure lascerai che tutto venga sepolto sotto tre metri di incomprensioni ed equivoci, una bella tomba su cui la lapide di freddo marmo recita: "Qui giace la tua verità".

È curioso come una cosa semplice come la verità diventi così complicata da raggiungere e si trasformi in terra di conquista da parte di un esercito di menzogne, mala erba che ricopre anche il più inviolato dei giardini, parassita che si nutre di se stesso moltiplicandosi fino a quando non rimane altro che un deserto lì dove in origine c'era un roseto. E non a caso scelgo le rose, pianta dai fiori bellissimi e dal profumo che avvolge i sensi, ma anche pianta delicata da maneggiare con cura e piena di spine che possono anche pungere e penetrare in profondità, perché la verità non è mai completamente indolore, ma anche per questo motivo è così gratificante farla fiorire.

La prossima volta che chiederemo perdono a qualcuno per una bugia, proviamo a chiedere perdono anche a noi stessi perché abbiamo violato la parte più bella dentro di noi e quel senso di soffocamento non è dovuto all'allergia di stagione.

di Roberto Grande

- 10 Dicembre 2010

Roberto Grande

Articolo scritto da Roberto Grande
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

1.

..E' vero. La bugia è il parassita di oggi, la malattia del secolo. Essa si nutre della lealtà altrui, la logora e la ferisce. Ma non la uccide. Il roseto è una pianta forte, selvatica, sa sopravvivere a situazioni avverse. Il parassita delle bugie invece, a lungo andare, uccide se stesso inaridendo le proprie radici. Lentamente si svuota dei propri valori e si accorge di aver sbagliato. Allora cerca rimedio nel perdono. Ma il perdono non è una cosa astratta da raggiungere. Il perdono è un cammino faticoso in salita ed io ne sento continuamente il peso. Per chiedere perdono agli altri bisogna prima di tutto ritrovare la lealtà dentro se stessi e avere il coraggio di correggersi senza paura di aver sbagliato. Non c'è cosa più bella che purificare la propria anima da menzogne dette, prima di tutto, a se stessi. Per Roberto la bugia è una ricerca continua del meglio. Per me invece mentire è non voler riconoscere il sacrificio dei propri valori.

Commento inviato il 13-12-2010 da marianna salvàti

OROSCOPO 2017

Cosa ci dicono le stelle segno per segno: tutto sull'Oroscopo 2017

Le stelle del 2017: tutto su amore, lavoro e salute per i segni zodiacali di aria, terra, acqua e fuoco. I segni favoriti dalle stelle di quest’anno saranno la Bilancia e l’Acquario; poi in autunno si aggiungeranno anche Scorpione, Leone e Pesci. Il 2017 sarà un anno molto faticoso per i Gemelli, i Pesci e il Cancro. Tutti i segni dello Zodiaco sono chiamati a molta pazienza e tenacia nel 2017. I transiti di Giove e Saturno sposteranno molti segni in positivo e negativo con risvolti duraturi fino all’autunno. Il passaggio più significativo del 2017 sarà quello di Giove in Scorpione che darà una svolta concreta...

Editoriale

Per ogni libro venduto 1 euro alle popolazioni colpite dal terremoto

La nostra società editoriale Gioant Srl partecipa all’ottava edizione della fiera dell’editoria indipendente “Liberi sulla Carta” in programma dal 16 al 18 settembre a Farfa. Siamo particolarmente legati a questo evento perché è il primo a cui abbiamo partecipato a pochi mesi dalla nostra nascita e perché ogni anno lo abbiamo visto crescere e ci ha visti crescere in un abbraccio simbolico tra...

Editoriale

Continuità o cambiamento: la sfida elettorale è stata giocata sui social

Ventisei comuni al voto. Le Elezioni Amministrative 2016 hanno visto battagliare i candidati sui social, in particolare su Facebook, con ogni mezzo: commenti, scontri di idee, denunce, video e fotografie. Gli elettori hanno potuto conoscere sia privatamente che tramite i gruppi di lista cosa si faceva, si diceva e si pensava anche non partecipando agli incontri politici. Una controtendenza questa che ha scardinato l’egemonia dei tradizionali comizi elettorali...

Editoriale

Incontri per la prevenzione del bullismo. Un esempio di buona scuola

Contro il bullismo partono degli incontri sui banchi di scuola con i più piccoli. L’iniziativa di prevenzione del fenomeno “bullismo”, iniziata nella scuola primaria “Don Papacchini” di San Gordiano in provincia di Roma, prevede degli appuntamenti tenuti da un avvocato e da una psicologa e psicoterapeuta. L’intento dell’iniziativa, che fa parte del progetto “Scuola…mica”, è quello di educare i bambini, già dalla scuola primaria, ad una buona educazione dell'altro per prevenire atti di bullismo...

OROSCOPO 2016

Cosa ci dicono le stelle segno per segno: tutto sull'Oroscopo 2016

Le stelle del 2016: tutto su amore, lavoro e salute per i segni zodiacali di aria, terra, acqua e fuoco. I segni favoriti di quest'anno sono il Leone, l’Acquario, il Toro, lo Scorpione e l’Ariete. Il 2016 sarà un anno buono ma non eccellente per i Cancro, i Capricorno e i Sagittario, mentre sarà un po’ difficile e a volte contrario per i Gemelli, i Vergine, i Bilancia e i Pesci. Tutti i segni dello Zodiaco saranno chiamati a continuare percorsi già intrapresi nel 2015: là dove si saranno impegnati riceveranno ottime notizie, salti di carriera e amore. Non sarà un anno facilissimo questo per via di Giove in Bilancia che stimolerà...