Stampa

EDITORIALE

La Corte di Strasburgo respinge il ricorso della famiglia del manifestante ucciso durante gli scontri del G8 di Genova del 2001

Il carabiniere che esplose i colpi, agì per legittima difesa

Il 24 marzo scorso la Grande Camera della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo di Strasburgo si è pronunciata sul ricorso n°. 23458/02, riguardante la morte di Carlo Giuliani, avvenuta durante gli scontri del G8 di Genova, nel Luglio del 2001, tra alcune frange violente di manifestanti e le Forze dell'Ordine.

I giudici europei, confermando quanto già sentenziato nel giudizio camerale di prima istanza del 25 Agosto 2009,  hanno respinto "in toto" le doglianze avanzate dai ricorrenti, nella fattispecie i genitori del ragazzo e la sorella, affermando che il carabiniere che sparò il colpo letale agì, sostanzialmente, in stato di legittima difesa, essendo la sua vita, e quella dei suoi colleghi, oggettivamente in pericolo nel frangente in cui decise di servirsi della pistola di ordinanza ("he had acted in the honest belief that his own life and physical integrity and those of his colleagues were in danger from the attack to which they were being subjected").

La Corte, in particolare, nella parte motiva della sentenza, si sofferma con dovizia sulla natura violenta degli attacchi da parte dei manifestanti e su come, nel caso di specie, alcuni di essi, armati di "piedi di porco, picconi, sassi ed altri corpi contundenti" avessero circondato, assalendola, una jeep dei Carabinieri ("One of the vehicles, with three carabinieri on board, remained hemmed in on Piazza Alimonda. It was surrounded and violently attacked by a group of demonstrators, some of them armed with crowbars, pickaxes, stones and other blunt instruments"): su di essa, tre militari. Uno di questi, ferito, impugnando la pistola, e dopo aver proceduto agli avvertimenti di rito, non potè far altro che sparare due colpi fuori del veicolo. Fatalità volle che uno dei due colpi raggiunse al volto di Carlo Giuliani, che in quel momento, oltre ad indossare un passamontagna, stava partecipando attivamente all'attacco ("One of the carabinieri, who had been injured, drew his firearm and, after giving a warning, fired two shots outside the vehicle. Carlo Giuliani, who was wearing a balaclava and was playing an active part in the attack, was fatally wounded by a bullet to the face").

Alla luce di ciò, nessuna responsabilità, dunque, è stata ravvisata da parte dei Supremi Giudici Europei, per il carabiniere in questione, né per l'altro che, alla guida della stessa jeep, nel disperato tentativo di disimpegnarsi dall'accerchiamento, aveva involontariamente investito il corpo, ormai senza vita, dello stesso Giuliani.

Avv. Marco Valerio Verni

- 13 Aprile 2011

Dott. Marco Valerio Verni

Articolo scritto da Avv. Marco Valerio Verni
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

OROSCOPO 2017

Cosa ci dicono le stelle segno per segno: tutto sull'Oroscopo 2017

Le stelle del 2017: tutto su amore, lavoro e salute per i segni zodiacali di aria, terra, acqua e fuoco. I segni favoriti dalle stelle di quest’anno saranno la Bilancia e l’Acquario; poi in autunno si aggiungeranno anche Scorpione, Leone e Pesci. Il 2017 sarà un anno molto faticoso per i Gemelli, i Pesci e il Cancro. Tutti i segni dello Zodiaco sono chiamati a molta pazienza e tenacia nel 2017. I transiti di Giove e Saturno sposteranno molti segni in positivo e negativo con risvolti duraturi fino all’autunno. Il passaggio più significativo del 2017 sarà quello di Giove in Scorpione che darà una svolta concreta...

Editoriale

Per ogni libro venduto 1 euro alle popolazioni colpite dal terremoto

La nostra società editoriale Gioant Srl partecipa all’ottava edizione della fiera dell’editoria indipendente “Liberi sulla Carta” in programma dal 16 al 18 settembre a Farfa. Siamo particolarmente legati a questo evento perché è il primo a cui abbiamo partecipato a pochi mesi dalla nostra nascita e perché ogni anno lo abbiamo visto crescere e ci ha visti crescere in un abbraccio simbolico tra...

Editoriale

Continuità o cambiamento: la sfida elettorale è stata giocata sui social

Ventisei comuni al voto. Le Elezioni Amministrative 2016 hanno visto battagliare i candidati sui social, in particolare su Facebook, con ogni mezzo: commenti, scontri di idee, denunce, video e fotografie. Gli elettori hanno potuto conoscere sia privatamente che tramite i gruppi di lista cosa si faceva, si diceva e si pensava anche non partecipando agli incontri politici. Una controtendenza questa che ha scardinato l’egemonia dei tradizionali comizi elettorali...

Editoriale

Incontri per la prevenzione del bullismo. Un esempio di buona scuola

Contro il bullismo partono degli incontri sui banchi di scuola con i più piccoli. L’iniziativa di prevenzione del fenomeno “bullismo”, iniziata nella scuola primaria “Don Papacchini” di San Gordiano in provincia di Roma, prevede degli appuntamenti tenuti da un avvocato e da una psicologa e psicoterapeuta. L’intento dell’iniziativa, che fa parte del progetto “Scuola…mica”, è quello di educare i bambini, già dalla scuola primaria, ad una buona educazione dell'altro per prevenire atti di bullismo...

OROSCOPO 2016

Cosa ci dicono le stelle segno per segno: tutto sull'Oroscopo 2016

Le stelle del 2016: tutto su amore, lavoro e salute per i segni zodiacali di aria, terra, acqua e fuoco. I segni favoriti di quest'anno sono il Leone, l’Acquario, il Toro, lo Scorpione e l’Ariete. Il 2016 sarà un anno buono ma non eccellente per i Cancro, i Capricorno e i Sagittario, mentre sarà un po’ difficile e a volte contrario per i Gemelli, i Vergine, i Bilancia e i Pesci. Tutti i segni dello Zodiaco saranno chiamati a continuare percorsi già intrapresi nel 2015: là dove si saranno impegnati riceveranno ottime notizie, salti di carriera e amore. Non sarà un anno facilissimo questo per via di Giove in Bilancia che stimolerà...