Stampa

SIMBOLI E CURIOSITA’

La “Corona di Avvento”

Le quattro candele e il loro significato. I simboli e le tradizioni

La "Corona di Avvento" ha una funzione specificamente religiosa. Ogni parrocchia ne ha una e la dispone in genere sotto l'altare. La corona è composta da quattro candele che vengono accese man mano in ogni domenica d'avvento segnando il tempo, le quattro settimane, che separano dal Natale e della nascita di Gesù Bambino. In alcuni paesi Europei la "Corona di Avvento" non si trova solo nelle chiese ma anche nelle case, dove ogni famiglia si raduna per pregare insieme e per prepararsi alla nascita del Salvatore.

LE QUATTRO CANDELE. Nella prima domenica di Avvento si accende la "Candela del profeta" o "Candela della Speranza"; nella seconda domenica di Avvento la "Candela di Betlemme" o "Candela della chiamata universale alla salvezza"; nella terza domenica di Avvento si accende la "Candela dei Pastori" o "Candela della gioia"; infine la quarta e ultima domenica di Avvento si accende la "Candela degli angeli". Le candele si accendono una a settimana: o il sabato sera o la domenica mattina. Nelle case private, l'accensione secondo la tradizione viene fatta dal più piccolo della famiglia.

I SIMBOLI RAPPRESENTATI DALLA CORONA DI AVVENTO. La "Corona di Avvento" ha come base delle candele un tema legato alla natura: foglie di alberi (abete o pino) in genere; questo simboleggia la vita, perché Cristo che sta per venire al mondo sconfiggerà le tenebre, il male e la morte. La corona poi ha una forma circolare perché fin dai tempi più antichi il cerchio rappresenta il segno dell'eternità e al tempo stesso dell'unità; la sua forma circolare ricorda il ciclo delle stagioni, la fedeltà di Dio verso l'uomo. La "Corona di Avvento", inoltre, è segno di regalità e di vittoria (basta ricordare che nella Roma Antica i vincitori delle guerre e dei giochi venivano insigniti di corone d'alloro). Gesù è Re e non un bambino qualsiasi. Per la corona vengono utilizzati in genere i rami di pino o di abeti verdi: simbolo di vita eterna e segno di speranza. I rami ricordano anche l'entrata a Gerusalemme di Gesù, che venne accolto con foglie verdi e salutato come Re e Messia. Di solito la "Corona di Avvento" viene ornata con nastri rossi o viola: il rosso simboleggia l'amore di Gesù, mentre il viola è segno di penitenza e conversione in attesa della venuta del Messia.

LA "CANDELA DEL PROFETA". La prima candela della "Corona di Avvento" si chiama "Candela del Profeta" e ricorda i profeti che predissero la venuta di Cristo.

LA "CANDELA DI BETLEMME". La seconda candela della "Corona di Avvento" si chiama "Candela di Betlemme" e viene accesa per ricordare il luogo dove nacque il Salvatore.

LA "CANDELA DEI PASTORI". La terza candela della "Corona di Avvento" si chiama "Candela dei Pastori" e ricorda i pastori, che furono i primi a vedere Gesù e a diffondere la "lieta novella" della sua nascita.

LA "CANDELA DEGLI ANGELI". La quarta candela della "Corona di Avvento" si chiama "Candela degli Angeli" per ricordare gli angeli che richiamarono i pastori alla grotta di Betlemme annunciando la nascita del Bambino Gesù.

- 09 Dicembre 2010

Articolo scritto da Gioia Maria Tozzi
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Eventi&Cultura

Befana di solidarietà per i progetti della onlus "Peter Pan"

CASPERIA – Un concerto ed un evento in compagnia della Befana per sostenere i progetti della onlus "Peter Pan" nel Distretto Sociale della Bassa Sabina riguardanti le Politiche Giovanili. Il 5 e 6 gennaio, infatti, si svolgono due iniziative organizzate...

Eventi&Cultura

L'Epifania in quattordici eventi

VALLE DEL TEVERE/SABINA – Quattordici appuntamenti per l'Epifania. Il 5 e 6 gennaio si festeggia la Befana a Morlupo, Civitella San Paolo, Scandriglia, Amatrice, Monterotondo, Nazzano, Talocci, Capena,Sant'Oreste, Poggio Mirteto...

Eventi&Cultura

Presepi viventi, tombolate, spettacoli e mercatini nell' ultimo week end natalizio

SABINA/VALLE DEL TEVERE – Sette eventi da non perdere per l'ultimo week end natalizio. Il 3 e 4 gennaio, infatti, a Farfa e a Greccio rivive il tradizionale Presepe Vivente, mentre a...

SPECIALE NATALE

Capodanno: storia, origini, riti, usanze e leggende

In tutto il mondo si festeggia il Capodanno: per ogni Paese esistono diverse usanze, pagane o religiose, a cui occorre far fede per portare fortuna al nuovo anno che arriva. La mezzanotte segna un momento di...

Eventi&Cultura

Otto date per la rievocazione storica del primo Presepe Vivente della storia

GRECCIO – Otto date per rivivere l'emozione della rievocazione storica del Presepe del 1223. L'evento, che ormai si ripete ogni anno, vedrà impegnati tantissimi figuranti in costume...