Stampa

SPECIALE UEFA EURO 2012

Pirlo non basta, la Croazia ferma gli azzurri sull’1-1

Ancora un pareggio per l’Italia. Adesso l’eliminazione è a un passo

Troppo bella nel primo tempo, inguardabile nel secondo: l’Italia a due facce di Prandelli si fa inchiodare sul pari da una Croazia poco più che mediocre e mette in serio dubbio il passaggio ai quarti di finale. Una partita cominciata benissimo e finita come nessuno poteva aspettarsi, con gli azzurri che inspiegabilmente decidono di tirare i remi in barca intorno all’ora di gioco e lasciano ai croati spazio, campo e iniziativa. Adesso non dipende più soltanto da una vittoria sull’Irlanda del Trap nell’ultima partita del girone, ma bisogna sperare che Spagna e Croazia non pareggino 2-2, confezionando così un altro “biscotto” come quello del 2004 tra Danimarca e Svezia, che ci eliminerebbe. Il problema però rimane lo stesso: l’Italia non riesce ad essere artefice del suo destino, vuoi per mancanza di personalità in mezzo al campo (a parte gli uomini della vecchia guardia), vuoi per limiti tecnici che in molti si sforzano di negare, ma che il campo non manca di mettere in rilievo. Se la Nazionale azzurra riuscisse a passare il turno dovrebbe quindi dire “grazie” a qualcun altro e prendersi meriti che oggettivamente non ha. In caso contrario, si imporrebbe una riflessione su tutto il sistema-calcio italiano e sulla capacità dei club nostrani di investire su giovani di talento, visto che dal disastroso mondiale in Sud Africa del 2010, di realmente nuovo e valido si è visto ben poco.

LA CRONACA. Prandelli ripropone la stessa formazione che aveva schierato contro la Spagna: un 3-5-2 con De Rossi a comandare la difesa e Balotelli e Cassano in avanti. Bilic invece schiera la sua Croazia con un prudente 4-4-1-1, consapevole che contro gli azzurri non sarà la passeggiata che è stata con la Repubblica d’Irlanda. Parte forte l’Italia e nei primi 15 minuti riesce a produrre una grande pressione sugli avversari. Al 5’ Balotelli in area calcia di poco fuori. Cinque minuti dopo è Marchisio a provare con un bel tiro da fuori area, alto di un soffio. Al 15’ è ancora Balotelli che dal limite tira una sassata respinta coi pugni da Pletikosa. L’Italia continua a martellare gli avversari, la Croazia è del tutto impalpabile e Thiago Motta, Balotelli e Marchisio vanno ancora vicini al vantaggio nell’arco di pochi minuti. Il dominio dell’Italia si concretizza al 39’: splendida punizione dal limite di Pirlo e palla che si insacca alla destra di Pletikosa. Una traiettoria perfetta che regala il vantaggio ai ragazzi di Prandelli e il 200esimo goal dell’Italia ai Campionati Europei. Tre minuti dopo Cassano di testa sfiora il raddoppio sugli sviluppi di un corner, mentre il primo tiro della partita (inoffensivo) dei croati arriva al 45’ con Mandzukic, parato basso da Buffon. Nessun cambio a inizio ripresa per le due squadre, ma Croazia che rientra dagli spogliatoi con ben altro atteggiamento. Al 46’ è infatti Modric a impensierire dal limite Buffon, che comunque blocca senza troppi affanni. Il gioco dell’Italia sembra però più lento e prevedibile e la lucidità in mezzo al campo comincia a mancare. La Croazia guadagna progressivamente molti metri di campo, Prandelli prova a scuotere i suoi dalla panchina, ma gli azzurri sembrano stanchi. E’ proprio intorno al 65’ che i biancorossi prendono in mano il gioco e mettono l’Italia alle corde. Superiorità che si trasforma in pareggio al 71’: lungo cross dalla trequarti sinistra croata, Chiellini si lascia scavalcare dal pallone e alle sue spalle spunta Mandzukic, che controlla e scarica in rete il pallone dell’1-1. A questo punto l’Italia prova a riordinare le idee e a spingersi in avanti alla ricerca della vittoria. Ma è un attacco disorganizzato e sterile, con continui lanci lunghi per Di Natale (entrato su Balotelli) e Giovinco (che ha preso il posto di Cassano), troppo “leggeri” fisicamente per poter competere con i colossi della difesa croata. Gli azzurri non riescono più ad essere pericolosi, la Croazia gestisce senza patemi il gioco e dopo 6 minuti di recupero, l’inglese Webb fischia la fine dell’incontro. L’Italia non è mai riuscita a battere la Croazia in una partita ufficiale e la tradizione negativa non è stata infranta neanche oggi. Con due punti in due partite, agli azzurri non resta che sperare nella buonafede di Spagna e Croazia per evitare di tornare a casa con l’ennesima delusione in tasca.

TABELLINI E PAGELLE:
- ITALIA (3-5-2): Buffon 6; Bonucci 6; De Rossi 6,5; Chiellini 5; Maggio 6; Marchisio 6,5; Pirlo 7; Thiago Motta 5 (dal 62’ Montolivo 5,5); Giaccherini 5; Cassano 6 (dall’ 82’ Giovinco sv); Balotelli 6 (dal 69’ Di Natale 5,5). A disposizione: De Sanctis, Sirigu, Ogbonna, Balzaretti, Abate, Barzagli, Diamanti, Borini, Nocerino. CT: Prandelli 6
- CROAZIA (4-4-1-1): Pletikosa 6,5; Srna 6,5; Corluka 6; Schildenfeld 6,5; Strinic 6; Rakitic 6; Vukojevic 6; Modric 6; Perisic 6 (dal 67’ Pranjic 6); Mandzukic 7 (dal 94’ Kranjcar sv); Jelavic 6 (dall’82’ Eduardo 5). A disposizione: Kelava, Subasic, Simunic, Buljat, Vrsaljko, Vida, Badelj, Dujmovic, Kalinic. CT: Bilic 6
- ARBITRO: Webb (Inghilterra) 7
- MARCATORI: 39’ Pirlo (I), 71’ Mandzukic (C)
- AMMONITI: Thiago Motta (I), Montolivo (I), Schildenfeld (C)
- NOTE: spettatori 37.096. Recupero: 1’ p.t., 6’ s.t.

di Paolo Gresta

- 16 Giugno 2012

Articolo scritto da Paolo Gresta
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Sport

"Corri Cures”. Da piazza della Libertà prende il via la corsa podistica di 13 Km

PASSO CORESE – Da piazza della Libertà prende il via la nona edizione della corsa podistica “Corri Cures – Trofeo Car Camper”. Domenica 15 ottobre alle ore 10 parte il...

Eventi&Cultura

Una mattina dedicata allo sport, alla salute e all’inclusione sociale: parte "Sport&Go[al]"

FIANO ROMANO – Bambini, ragazzi e genitori si incontrano tra il Palazzetto dello Sport e il campo sportivo Pertini per la quarta edizione di “Sport&Go[al]”: la mattinata dedicata al...

Sport

Al via il Granfondo Valle del Tevere-Memorial Massimo Gili

FIANO ROMANO – Ai nastri di partenza il Granfondo Valle del Tevere – Coppa Città di Fiano Rom...

Sport

Allo start di partenza la corsa “Il 5.000 degli amici”

PASSO CORESE – Una gara non competitiva serale aperta a tutti, senza limiti di età. Venerdì 21 luglio alle ore 19:30 parte la corsa “Il 5.000 degli amici” organizzata dall’Asd...

Sport

"Beach Volley Cup 2017": sette giorni per il torneo dedicato ai giovani

CASTELNUOVO DI PORTO – “Beach Volley Cup 2017”: all’ombra del palazzo del borgo parte il torneo che vedrà sfidarsi giovani nello sport più amato dell’estate. Le gare si svolgono dal 10 al 16 luglio dalle ore 20 in poi, con partite ogni trent...