Stampa

IL 21 GIUGNO HA AVUTO LUOGO LA RASSEGNA DI DISCIPLINE ORIENTALI

Le "immagini d'oriente" entrano al castello

Il maltempo non ha minato il successo dell'iniziativa, che ha visto l'alternarsi di alcune tra le piů importanti discipline orientali

Due allievi di judo del maestro Sergio Olivieri durante la dimostrazione (Foto: Cat. Fa.)

Due allievi di judo del maestro Sergio Olivieri durante la dimostrazione (Foto: Cat. Fa.)

FIANO ROMANO - Il Castello Ducale ha accolto un’interessante rassegna di discipline orientali: “Immagini d’oriente”. La manifestazione, patrocinata dall’“Istituto europeo kundalini yoga”, doveva inizialmente svolgersi presso il parco di via Fani, ma il maltempo ha reso necessario uno spostamento, cosa che però non ha fermato il numeroso pubblico che ha partecipato all’iniziativa, rendendo la serata un vero successo.

“IMMAGINI D’ORIENTE” - Sergio Olivieri, insegnante e coordinatore dell' "Istituto europeo kundalini yoga” , spiega che ha voluto dare questo nome alla manifestazione perché “in questo modo è possibile racchiudere tutte quelle discipline, come lo yoga, il kenjutsu, il ju jutsu, il tai ji quan e il judo, che appartengono a culture diverse, ma che rientrano tutte nell’ambito dell’Oriente”. La volontà è stata, dunque, quella di rendere visibile il lavoro che viene svolto all’interno dell’istituto, dando delle dimostrazioni pratiche delle diverse discipline, ma anche quella di valorizzare e promuovere nel territorio queste esperienze culturali così diverse e lontane da noi.

LA MANIFESTAZIONE. La serata si è svolta proponendo al pubblico un’esperienza diretta di quelle che sono le attività: ciascuna di queste è stata introdotta da un breve video esplicativo e descrittivo. Il ju jutsu è stata la prima dimostrazione; si tratta di un’arte marziale giapponese di difesa personale che basa i suoi principi sulle radici del nome originale giapponese: “hey yo shin kore do”, ovvero "il morbido vince il duro". In seguito è stata proposta una dimostrazione di yoga, disciplina indiana,  con degli allievi che si sono esibiti in alcune posizioni mirate a sollecitare la spina dorsale. Per gli orientali, infatti, è la flessibilità della colonna vertebrale a rivelare la vera età di un individuo. Successivamente è stata la volta del kenjutsu, ovvero l’arte della spada. Secondo la cultura tradizionale costituiva la base tecnica del combattente ed in molte scuole il kenjutsu era considerato indispensabile e propedeutico per il proseguimento nello studio delle altre armi del Samurai. Tipiche di questa disciplina sono le lunghe sequenze di movimenti che simulano la battaglia vera e propria. Poi è stata la volta del tai ji quan che è  molto di più di una raffinata arte marziale di autodifesa, dato che può venire anche praticato come una ginnastica morbida particolarmente indicata per la salute psicofisica dell'individuo e come una forma di meditazione in movimento. Infine, è stata la volta del judo; durante questa esibizione c’è stata anche la consegna delle cinture e dei diplomi per i giovanissimi allievi del maestro Sergio Olivieri, che ha precisato quanto il judo possa essere considerato una vera e propria proposta di metodo e modello educativo, basato sul controllo e sul miglior impiego dell’energia. Prima di questa dimostrazione è stato proiettato un video relativo all’esperienza del maestro con dei giovani allievi disabili di judo; con loro il maestro Olivieri mette in pratica quei modelli educativi che, come affermava Jigoro Kano, codificatore di questa disciplina, non solo tendono ad una migliore percezione del sociale, ma fanno in modo che si abbia una crescita armonica dell’essere umano.

di Caterina Fava

Fiano Romano - 24 Giugno 2009

Articolo scritto da Caterina Fava
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Eventi&Cultura

Parte la sei giorni di festa in onore di San Rocco

CANNETO SABINO – Sei giorni di festa in onore di San Rocco. Dal 13 al 18 agosto si svolgono i festeggiamenti in onore del patrono organizzati dal Comitato Festeggiamenti in...

Eventi&Cultura

"Medioevo in Festa": quattro giornate per rivivere l’assalto della Rocca del 1059

ROCCANTICA – Torna la quattro giorni della rievocazione storica che ricorda l’assalto e l’incendio della Rocca dell’anno 1059. Dal 12 al 15 agos...

Eventi&Cultura

Sagre, rievocazioni storiche ed escursioni: dodici proposte nel week end

SABINA/VALLE DEL TEVERE – Dodici percorsi tra sagre, concerti, rievocazioni storiche ed escursioni guidate. Tutti gli eventi in programma dal 10 al 12 agosto...

Eventi&Cultura

Musical e spettacoli per la rassegna teatrale "Montasola mia ti riconosco"

MONTASOLA – Teatro al parco, parte la seconda edizione della rassegna “Montasola mia ti riconosco”. Dal 2 al 5 agosto il parco Il Monte ospita...

Eventi&Cultura

Pizza fritta e arrosticini: parte la 14esima edizione della sagra

PASSO CORESE – Cinque giorni tra degustazioni, musica, animazione e spettacoli per la 14esima edizione della "Sagra della pizza fritta e arrosticini". L’evento, che si svolge...