Stampa

IL SIT IN SI E' SVOLTO IL 28 SETTEMBRE SCORSO

“No alle discariche” i cittadini protestano sotto la Regione Lazio

Il Comitato Rifiuti Zero ha presentato un documento ai 17 sindaci della Valle del Tevere

(Foto: Il. Mis.)

(Foto: Il. Mis.)

ROMA – Erano circa centocinquanta le persone presenti al sit in che si è svolto mercoledì 28 settembre, nel piazzale antistante la sede del Consiglio Regionale del Lazio, in via della Pisana, per chiedere una maggiore attenzione nella ricerca di soluzioni al problema dei rifiuti, creatosi a causa dell’imminente chiusura della discarica di Malagrotta.

LA MANIFESTAZIONE. Il sit in è stato organizzato dal Comitato Rifiuti Zero, che da tempo è impegnato nella sensibilizzazione delle amministrazioni dell'area Tiberina nei confronti del problema “una politica seria volta al riciclo e alla differenziazione può portare all’abbattimento degli scarti: rifiuti zero, appunto” dichiara Massimo Piras, responsabile dei coordinamenti laziali, mentre mostra orgoglioso la delibera in cui il comune di Ladispoli si impegna in questo senso.  Soddisfatto anche il responsabile rianese del comitato, Marco Cannilla “A Riano siamo attivi da un paio di mesi, e la settimana scorsa abbiamo portato in strada mille persone. La risposta dei cittadini è decisamente buona - e continua - abbiamo presentato un documento ai diciassette sindaci della valle del Tevere, in cui chiediamo l’impegno per la raccolta differenziata”.

LE BANDIERE. Piras, inoltre ci tiene a precisare “Non siamo espressione di partiti politici. Le ragioni che portiamo avanti vanno al di là dei colori politici e delle bandiere. Avevamo chiesto di non portarle”. Gli fa eco anche Cannilla “il nostro obiettivo è unire i cittadini contro le discariche”. Eppure la presenza di partiti è evidente e testimoniata dalle numerose bandiere e striscioni della Federazione di Sinistra e dei Verdi.

IN CONSIGLIO. La battaglia per il post-Malagrotta è oggetto di grande apprensione in questi giorni, non solo tra i cittadini ma anche e soprattutto nei palazzi della Regione. Fabio Nobile, consigliere regionale della Federazione di Sinistra ci tiene a far sentire “il proprio sostegno ai cittadini del Lazio. E’ importante ribadire il no all’apertura di nuove discariche, che rappresentano solo l’interesse di chi ci guadagna, a scapito della salute dei cittadini. Alemanno e la Polverini dovrebbero smettere di annunciare l’avvio di programmi per la raccolta differenziata senza poi metterla in atto veramente”. Sulla questione di Pian dell’Olmo come sito alternativo a Malagrotta ammette “Non ci sono certezze che sia proprio quello il sito prescelto, la battaglia comunque va continuata”.

dell'inviata Ilaria Misantoni

Roma - 29 Settembre 2011

Articolo scritto da Ilaria Misantoni
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

1.

E' plausibile pensare che il sito prescelto (sarà una coincidenza ma il dubbio lo suscita) si trovi nei pressi dell'abitazione dell'ex presidente della regione Lazio e che con molta probabilità quest'ultimo avrebbe cercato di evitare di avere una discarica sotto la sua casa e che quindi altri poteri forti abbiano potuto pilotare le sue dimissioni perchè interessati al grande affare discariche che come è noto sono siti temporanei e che di certo dopo la dismissione saranno terreni in cerca di riqualificazione quindi appetibili per nuove speculazioni?

Commento inviato il 07-10-2011 da aurelio levante

Cronaca

53 prostitute identificate ed un arresto: le operazioni dei carabinieri

MONTEROTONDO/SETTEBAGNI – Giovani donne sfruttate sulla strada: i carabinieri hanno arrest...

Cronaca

Cocaina pronta allo spaccio. Due pusher in manette

MONTEROTONDO – Due pusher fermati ed arrestati dai carabinieri. A finire ai domiciliari un 42enne e 34enne del posto; entrambi sono stati trovati in possesso di cocaina. I due sono stati trasferiti ai...

Cronaca

Banconote false e assegno farlocco: una denuncia ed un arresto

PASSO CORESE/TREVIGNANO ROMANO – Una denuncia ed un arresto per spaccio di banconote false e l’utilizzo di un assegno smarrito e denunciato. A finire nei guai un 20enne, arrestato a Trevignano e un 72enne denunciato a Passo Corese...

Cronaca

Furto sventato ai danni di un negozio del paese

PASSO CORESE – Due ragazze rumene nei guai. I carabinieri hanno arrestato una 24enne per furto aggravato ai danni di una attività commerciale del paese e denunciato a piede libero una 20enne sua complice. Si tratta di...

Cronaca

Sorpreso a spacciare cocaina. Ai domiciliari un giovane del posto

RIGNANO FLAMINIO – Fermato mentre spacciava cocaina: i carabinieri hanno arrestato un...