Stampa

DUE ARRESTI E UNA DENUNCIA A PIEDE LIBERO

I carabinieri intervengono per una lite e trovano stupefacenti

Rinvenuti hashish, materiale per il confezionamento, un coltello e denaro contante

POGGIO NATIVO – I carabinieri intervengono in un’abitazione per fermare una lite e trovano sostanze stupefacenti, materiale per il confezionamento, un coltello a serramanico e oltre 400 euro in contanti. In due finiscono in manette, un terzo giovane è stato denunciato.

IL FATTO. I carabinieri del Norm della Compagnia di Poggio Mirteto, dopo una telefonata al 112, sono intervenuti all’interno di una abitazione dove era scoppiata una lite. Gli occupanti della casa ed alcuni ospiti avevano alzato un pò il gomito e ne era nata una discussione tra giovani, poco più che ventenni: F.D.G. e F.V.S., due fratelli di nazionalità rumena, e N.N., un operaio italiano. L’intervento dei militari era stato chiesto dal padre dei due rumeni che temeva che la lite potesse degenerare. I carabinieri, dopo aver riportato la calma, si sono accorti di alcuni atteggiamenti evasivi dei tre, quasi volessero nascondere qualcosa. Insospettiti da questo atteggiamento, dopo averli identificati e perquisiti, hanno perlustrato la casa trovando 20 grammi di hashish, una bottiglietta con all’interno del liquido con principio attivo di tetra-cannabiolo e vario materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente; inoltre i carabinieri hanno trovato un coltello a serramanico lungo 17 cm e 440 euro in contanti la cui provenienza non è stata giustificata dai tre giovani. Al termine delle indagini e considerate le modalità di rinvenimento dello stupefacente, l’operaio italiano ed uno dei fratelli rumeni sono stati arrestati e sottoposti, dopo le formalità di rito, agli arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria; dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di violenza privata e minacce. L’altro ragazzo rumeno è stato denunciato a piede libero per gli stessi reati. La sostanza stupefacente rinvenuta è stata sequestrata in attesa dei risultati qualitativi del Ris di Roma.

di Gioia Maria Tozzi

provincia di Rieti - 10 Febbraio 2016

Articolo scritto da Gioia Maria Tozzi
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Cronaca

Rifiuti speciali inquinano un torrente: denunciati i titolari di un frantoio

NEROLA – Rifiuti speciali derivati dalla lavorazione dell’olio d’oliva finiscono in un torrente che confluiva nel fiume Tevere: i carabinieri denunciano i proprietari del frantoio e sequestrano il deposito e lo scarico abusivo...

Cronaca

Sale su una terrazza e tenta il suicidio. I carabinieri salvano una 35enne

MONTEROTONDO – Solo il tempestivo e capace intervento dei carabinieri questa mattina ha evit...

Cronaca

Blitz antidroga dei carabinieri: due cugini albanesi in manette

FIANO ROMANO – Una vasta operazione antidroga si č conclusa ieri dopo quattro mesi di indagini. I carabinieri della stazione di Fiano Romano hanno arrest...

Cronaca

Lo stupratore seriale della Capitale individuato come responsabile della rapina aggravata

CAPENA – I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monterotondo hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carc...

Cronaca

Cocaina pronta allo spaccio. Due pusher in manette

MONTEROTONDO – Due pusher fermati ed arrestati dai carabinieri. A finire ai domiciliari un 42enne e 34enne del posto; entrambi sono stati trovati in possesso di cocaina. I due sono stati trasferiti ai...