Stampa

EDITORIALE

I 67 anni della nostra Repubblica Italiana

Stanca ma viva attende la restituzione della sua dignità originaria

2 giugno 1946, un’Italia devastata dai lunghi anni di una guerra persa si reca malconcia alle urne per il primo referendum istituzionale della sua giovane storia. Si tratta di scegliere la forma costituzionale di quella Italia che verrà, decidere se tenere la Monarchia dei Savoia, complice di un fascismo ottuso e bellicoso, oppure affidarsi al Governo del popolo, alla Repubblica. L’esito non è scontato, troppo forte è l’attaccamento alla Corona, mentre la parola Repubblica suona troppo lontana dalle corde di un popolo abituato a riconoscersi in autorità e personalità individuali. In quel fatidico giorno il popolo italiano si consegnò alla Repubblica. Una scelta radicale e coraggiosa, piena di fiducia e speranza, la scelta di un popolo a cui la guerra aveva strappato figli e sogni, ma che desiderava ricominciare a vivere.

Oggi la nostra Repubblica compie 67 anni, dovrebbe essere nel pieno della sua fanciullezza eppure sotto il belletto mostra evidenti segni di cedimento; il cuore batte ancora forte e saldo attraverso i suo figli migliori, ma il suo comportamento è sguaiato e indecente, passeggia sui viali al chiaro della luna vendendosi alle offerte di politicanti e uomini d’affari senza scrupoli. Non so quando la Vergine Italia abbia dimenticato i valori ed i principi dei suoi padri per affidarsi a lenoni e maitresse. Decenni di malaffare e prepotenze l’hanno trasformata, trasfigurata, l’hanno resa oggetto di mercanteggio, chi ha potuto l’ha presa, usata, stuprata, masticata e sputata via. Oggi ci ritroviamo a festeggiare la Festa della Repubblica, un compleanno che tanti identificano solo con la sfilata delle Forze Armati e dei corpi militari e civili che lavorano al suo servizio. Non è così. Oggi è il compleanno di nostra madre e bisognerebbe onorarla almeno con un pensiero pulito, perchè è una Repubblica che si è alimentata del sangue e del sacrificio di migliaia di uomini che per Lei hanno creduto, combattuto e che per lei hanno donato la vita. È un sacrificio che continua ancora oggi: ogni giorno ci sono uomini e donne che lottano e muoiono perché la Repubblica sia degna di rispetto, eroi e uomini semplici che credono nei valori che hanno unito un intero popolo sotto un unico cielo, gli stessi valori che 67 anni fa hanno spinto milioni di sopravvissuti a scegliere di autogovernarsi.

La Repubblica Italiana è stanca ma viva, se oggi è nelle mani di pochi la colpa è soprattutto nostra, non degli “altri” ma di NOI, di quelli che assistono senza più sdegnarsi, di quelli che girano lo sguardo quando i soliti furbetti si impossessano della nostra libertà, di quelli che assistono allo spettacolo di indecenti dei maiali che si abbuffano nel trogolo dei palazzi senza provare vergogna. Svegliatevi dunque, ritrovate…ritroviamo la dignità dei figli della Repubblica, quelli veri, quelli che si sono allattati ai suoi seni pieni di sogni e che l’hanno creata. Oggi più che mai bisogna crederci, è necessario destarsi da questo sonno anestetizzato e ricominciare a sperare…e con la speranza verranno i sogni…e poi le azioni…e poi ancora l’energia necessaria per restituire alla nostra Repubblica la dignità originaria. E allora la prossima Festa sarà davvero un compleanno di cui essere fieri.

di Roberto Grande

- 01 Giugno 2013

Roberto Grande

Articolo scritto da Roberto Grande
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

OROSCOPO 2017

Cosa ci dicono le stelle segno per segno: tutto sull'Oroscopo 2017

Le stelle del 2017: tutto su amore, lavoro e salute per i segni zodiacali di aria, terra, acqua e fuoco. I segni favoriti dalle stelle di quest’anno saranno la Bilancia e l’Acquario; poi in autunno si aggiungeranno anche Scorpione, Leone e Pesci. Il 2017 sarà un anno molto faticoso per i Gemelli, i Pesci e il Cancro. Tutti i segni dello Zodiaco sono chiamati a molta pazienza e tenacia nel 2017. I transiti di Giove e Saturno sposteranno molti segni in positivo e negativo con risvolti duraturi fino all’autunno. Il passaggio più significativo del 2017 sarà quello di Giove in Scorpione che darà una svolta concreta...

Editoriale

Per ogni libro venduto 1 euro alle popolazioni colpite dal terremoto

La nostra società editoriale Gioant Srl partecipa all’ottava edizione della fiera dell’editoria indipendente “Liberi sulla Carta” in programma dal 16 al 18 settembre a Farfa. Siamo particolarmente legati a questo evento perché è il primo a cui abbiamo partecipato a pochi mesi dalla nostra nascita e perché ogni anno lo abbiamo visto crescere e ci ha visti crescere in un abbraccio simbolico tra...

Editoriale

Continuità o cambiamento: la sfida elettorale è stata giocata sui social

Ventisei comuni al voto. Le Elezioni Amministrative 2016 hanno visto battagliare i candidati sui social, in particolare su Facebook, con ogni mezzo: commenti, scontri di idee, denunce, video e fotografie. Gli elettori hanno potuto conoscere sia privatamente che tramite i gruppi di lista cosa si faceva, si diceva e si pensava anche non partecipando agli incontri politici. Una controtendenza questa che ha scardinato l’egemonia dei tradizionali comizi elettorali...

Editoriale

Incontri per la prevenzione del bullismo. Un esempio di buona scuola

Contro il bullismo partono degli incontri sui banchi di scuola con i più piccoli. L’iniziativa di prevenzione del fenomeno “bullismo”, iniziata nella scuola primaria “Don Papacchini” di San Gordiano in provincia di Roma, prevede degli appuntamenti tenuti da un avvocato e da una psicologa e psicoterapeuta. L’intento dell’iniziativa, che fa parte del progetto “Scuola…mica”, è quello di educare i bambini, già dalla scuola primaria, ad una buona educazione dell'altro per prevenire atti di bullismo...

OROSCOPO 2016

Cosa ci dicono le stelle segno per segno: tutto sull'Oroscopo 2016

Le stelle del 2016: tutto su amore, lavoro e salute per i segni zodiacali di aria, terra, acqua e fuoco. I segni favoriti di quest'anno sono il Leone, l’Acquario, il Toro, lo Scorpione e l’Ariete. Il 2016 sarà un anno buono ma non eccellente per i Cancro, i Capricorno e i Sagittario, mentre sarà un po’ difficile e a volte contrario per i Gemelli, i Vergine, i Bilancia e i Pesci. Tutti i segni dello Zodiaco saranno chiamati a continuare percorsi già intrapresi nel 2015: là dove si saranno impegnati riceveranno ottime notizie, salti di carriera e amore. Non sarà un anno facilissimo questo per via di Giove in Bilancia che stimolerà...