Stampa

EDITORIALE

Festa della donna: voglia di riscatto o semplice alibi per trasgredire?

Chi la festeggia? Come? E perchè? Era il 1908 quando 129 donne morivano bruciate vive in un incendio scoppiato nella fabbrica tessile di New York, dove stavano scioperando contro le condizioni inumane cui erano costrette

Torna l'8 marzo. Torna il giorno in cui le donne ricordano di essere tali e decidono di farsi sentire, anche se non si riesce a capire cosa vogliano dire davvero. Forse è bene ripercorrere assieme tutte le tappe. Capire come si è arrivati fino a questa serata particolare, in cui un piccolo, ma non per questo trascurabile, numero di donne, si darà appuntamento per mangiare una cosa ed assistere ai consueti spogliarelli di maschi "plastificati". Certo va ricordato che in questo stesso giorno, nel 1908, a New York, 129 donne con la "D" maiuscola morivano bruciate vive, in un incendio scoppiato all'interno della fabbrica dove scioperavano in difesa dei propri diritti. In difesa dei diritti e delle condizioni lavorative di tutte le donne del mondo. Un evento a dir poco tragico che riecheggia e riecheggerà sempre a monito perpetuo. Da quel fatto assurdo l'intero globo ha riconosciuto il valore dell'8 marzo e ha scelto di ergere questa data ad onore e difesa di ogni donna cui non venga riconosciuta la dignità. Sono passati 103 anni esatti da quella volta. Il mondo è cambiato a grandissima velocità e le donne, oggi, hanno diritti che allora non potevano neanche sognare. Ma come tutte le cose, come tutte le ricorrenze, anche una commemorazione tanto importante è stata strumentalizzata e commercializzata. Oggi quando si pensa alla "Festa della Donna" vengono in mente mimose, spogliarelli e un giorno di vacanza dalla scuola per andare al mare o al lunapark, della maggior parte delle liceali. Cosa resta di quelle vite donate per la libertà? Sembrerebbe tutto perduto. Sembrerebbe che quelle vite siano state gettate via invano. Ebbene non è così, qualcosa resta ed è la cosa più importante di tutte. Oggi, nel 2011, ogni donna può scegliere di uscire di casa con le proprie amiche, ricevere dei fiori dal proprio amato, pagare una cena con i propri soldi guadagnati lavorando e poi tornare nella propria casa, dai propri figli o dai propri genitori e addormentarsi fino al mattino dopo, quando si sveglierà per tornare al proprio lavoro o per accudire i propri bambini. Ogni donna, oggi, ha la possibilità di scegliere e senza saperlo, senza pensarci, ogni giorno ricorda e onora il sacrificio di quelle 129 bruciate vive, ma morte mai.

"INNO ALLE DONNE".
"Siete il motore che manda avanti questo mondo svuotato dei suoi valori e dimentico dei suoi doveri.
Siete il messaggio positivo di un futuro imminente.
Siete la soluzione a tutti i problemi.
Siete l'anima della vostra casa, il faro nella vita dei vostri figli.
Siete la musica, il sole, i colori.
Siete la trasparenza del mare e la leggerezza delle nuvole.
Siete un universo parallelo in cui perdersi è inevitabile.
Siete l'altra metà perfetta.
Siete l'acqua quando si ha sete e il cibo quando si ha fame.
Senza di voi non esisterebbe l'amore.
Senza di voi il mondo sarebbe grigio e vuoto.
Senza di voi la vita sarebbe ferma, immobile, gelida.
Non sciupatevi e non svendetevi. La dignità vale più di tutto e tutti.
Siate le vostre regine e i vostri modelli da seguire.
Siate la vostra bellezza e la vostra forza.
Dentro di voi è nascosto tutto un mondo, tiratelo fuori e cominciate ad amarvi.
Lasciate che la vostra stessa vita diventi la vostra festa".
(Stefano Papalia)

di Stefano Papalia

- 07 Marzo 2011

Articolo scritto da Stefano Papalia
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

1.

Dico che è a dir poco bestiale l'ignoranza delle persone oggi; mi rendo assolutamente conto che purtoppo ben poche donne si realizzano che oggi è un giorno di ricordo, per persone (tra cui bambine di 13 o 14 anni) hanno perso la vita per 7 dollari mensili poco più di 8 € al mese. Vennero chiuse a chiave per paura che potessero SCEGLIERE di fare troppe pause o per evitare che esse avessero le porte aperte anche ai magazzini e di conseguenza "rubare" un pezzo di stoffa, magari per poter fare una camicia al proprio bimbo...!!! Invece oggi VOI donne vi preoccupate di che abito indossare per la serata allettante che vi siete organizzate.... La verità è che nessuno capisce che oggi siamo libere, ma se questo è reale è solo perchè qualcuna si è sacrificato per noi...!!! SVEGLIATEVI!!! Leggete, Leggete, voi sapete leggere e scrivere, allora, caspita, documentetevi! Smettetela di guardare la tv... la TV e tutti quei programmi dementi su di essa sono stati creati solo per distogliere l'attenzione dai veri problemi di oggi!!! LA TELEVISIONE E' L'OPPIO DEI POPOLI DEL 2012!!!!Simona

Commento inviato il 08-03-2012 da simona padalino

2.

è vero tante cose sono cambiate dai miei 8 marzo, fatti di manifestazioni, di grandi speranze, di futuro condiviso, ma il tempo passa e forse troppo fiduciose di aver modificato, impostato, un cammino diverso. Il potere ha ceduto poco (comprensibile chi ha un mondo fatto a sua misura difficilmente, per quanto aperto può essere, cede vita) ci ha "donato "le quote rosa", ma ha tenuti stretti, sotto una spinta integralista, tempo, linguaggio e cultura sociale e politica. In questo modo tutto diventa fatica, e le donne di fatica ne fanno tanta, e spesso si ritagliano all'interno della famiglia quel mondo che pensano possa loro bastare. E' vero l'8 marzo oggi è cena fuori, spogliarello etc.. quanto di più negativo ci può essere nell'assomigliare all'uomo, ma vedere donne mature che mai parteciperebbero ad una manifestazione ridere come ragazzine, sentirsi per un giorno "libere" forse possiamo essere meno critiche nelle forme commerciali di questi ultimi 8 marzo nella speranza che l'altra metà dell'umanità comprenda che noi siamo il futuro

Commento inviato il 08-03-2011 da carla parsi

OROSCOPO 2017

Cosa ci dicono le stelle segno per segno: tutto sull'Oroscopo 2017

Le stelle del 2017: tutto su amore, lavoro e salute per i segni zodiacali di aria, terra, acqua e fuoco. I segni favoriti dalle stelle di quest’anno saranno la Bilancia e l’Acquario; poi in autunno si aggiungeranno anche Scorpione, Leone e Pesci. Il 2017 sarà un anno molto faticoso per i Gemelli, i Pesci e il Cancro. Tutti i segni dello Zodiaco sono chiamati a molta pazienza e tenacia nel 2017. I transiti di Giove e Saturno sposteranno molti segni in positivo e negativo con risvolti duraturi fino all’autunno. Il passaggio più significativo del 2017 sarà quello di Giove in Scorpione che darà una svolta concreta...

Editoriale

Per ogni libro venduto 1 euro alle popolazioni colpite dal terremoto

La nostra società editoriale Gioant Srl partecipa all’ottava edizione della fiera dell’editoria indipendente “Liberi sulla Carta” in programma dal 16 al 18 settembre a Farfa. Siamo particolarmente legati a questo evento perché è il primo a cui abbiamo partecipato a pochi mesi dalla nostra nascita e perché ogni anno lo abbiamo visto crescere e ci ha visti crescere in un abbraccio simbolico tra...

Editoriale

Continuità o cambiamento: la sfida elettorale è stata giocata sui social

Ventisei comuni al voto. Le Elezioni Amministrative 2016 hanno visto battagliare i candidati sui social, in particolare su Facebook, con ogni mezzo: commenti, scontri di idee, denunce, video e fotografie. Gli elettori hanno potuto conoscere sia privatamente che tramite i gruppi di lista cosa si faceva, si diceva e si pensava anche non partecipando agli incontri politici. Una controtendenza questa che ha scardinato l’egemonia dei tradizionali comizi elettorali...

Editoriale

Incontri per la prevenzione del bullismo. Un esempio di buona scuola

Contro il bullismo partono degli incontri sui banchi di scuola con i più piccoli. L’iniziativa di prevenzione del fenomeno “bullismo”, iniziata nella scuola primaria “Don Papacchini” di San Gordiano in provincia di Roma, prevede degli appuntamenti tenuti da un avvocato e da una psicologa e psicoterapeuta. L’intento dell’iniziativa, che fa parte del progetto “Scuola…mica”, è quello di educare i bambini, già dalla scuola primaria, ad una buona educazione dell'altro per prevenire atti di bullismo...

OROSCOPO 2016

Cosa ci dicono le stelle segno per segno: tutto sull'Oroscopo 2016

Le stelle del 2016: tutto su amore, lavoro e salute per i segni zodiacali di aria, terra, acqua e fuoco. I segni favoriti di quest'anno sono il Leone, l’Acquario, il Toro, lo Scorpione e l’Ariete. Il 2016 sarà un anno buono ma non eccellente per i Cancro, i Capricorno e i Sagittario, mentre sarà un po’ difficile e a volte contrario per i Gemelli, i Vergine, i Bilancia e i Pesci. Tutti i segni dello Zodiaco saranno chiamati a continuare percorsi già intrapresi nel 2015: là dove si saranno impegnati riceveranno ottime notizie, salti di carriera e amore. Non sarà un anno facilissimo questo per via di Giove in Bilancia che stimolerà...