Stampa

CONGESTIONAMENTO NELL'AREA DELLA STAZIONE

Un tavolo di concertazione per risolvere la questione dell'insufficienza dei parcheggi

Il sindaco Mazzeo, d'accordo con il consigliere Mario Perilli, per una ridefinizione dei confini comunali e provinciali

FARA SABINA - Aumenta il pendolarismo verso Roma e di conseguenza aumenta anche il traffico intorno alla frazione di Passo Corese. Il primo a parlare del problema è stato il sindaco di Fara Sabina Vincenzo Mazzeo, che sostiene l'iniziativa del consigliere regionale Mario Perilli in merito ai disservizi e al congestionamento dei parcheggi nella area della stazione di Passo Corese per buona parte proprietà del comune di Montelibretti. Si rende necessara la costituzione di un tavolo di concertazione e, nel caso, la ridefinizione dei confini comunali e provinciali. Già nel mese di dicembre 2009 e successivamente a gennaio 2010 il sindaco di Fara Sabina ha provveduto a sollecitare, attraverso comunicazioni scritte, il comune di Montelibretti affinché si potesse giungere ad un dibattito sul tema.

LE SPIEGAZONI DEL SINDACO MAZZEO. "È innegabile - afferma il sindaco di Fara Sabina Vincenzo Mazzeo -  che c'è un forte pendolarismo in aumento verso Roma e quindi intorno alla frazione di Passo Corese, questo determina congestionamenti di traffico, una sosta selvaggia all'interno di tutto l'abitato e  soprattutto le mancate risposte del tutto evidenti del comune di Montelibretti competente sulla zona Prato dell'Olmo. Il problema dell'insufficienza dei parcheggi - ha continuato il primo cittadino - rischia di diventare una vera e propria piaga. Se noi cresciamo aumenta anche l'esigenza di avere zone di sosta. Per i cittadini di Fara Sabina non è più sopportabile questa situazione. A questo proposito il comune aveva già pensato ad un servizio di trasporto pubblico locale che potesse sopperire al caos all'interno del paese, una risorsa in termini di riduzione della congestione della viabilità e della sosta e anche nella salvaguardia dell'ambiente. Il progetto però è tutt'ora fermo in Regione ma speriamo in una risoluzione veloce della questione. Senza dubbio il recente aumento del pedaggio autostradale che i cittadini del nostro comune devono sostenere per recarsi a Roma peggiorerà la situazione in quanto in molti giustamente preferiranno utilizzare il treno per i proprio spostamenti".

LE DUE SOLUZIONI POSSIBILI PROPOSTE DAL COMUNE. "Sulla base di queste considerazione - continua il sindaco -  tempo fa il comune di Fara in Sabina aveva avanzato due possibilità: una convenzione scaturita da una conferenza dei servizi per la gestione dell'area da parte del comune di Fara Sabina. Con tale convenzione il comune si impegnava a sostenere  sicuramente più oneri ma al contempo avrebbe richiesto uno sgravio per i pendolari, come la riduzione del costo dell'abbonamento ferroviario per i residenti nel comune. L'altra soluzione che noi immaginiamo, nel caso in cui non si arrivi ad una soluzione, è quella di delimitare fisicamente l'area di competenza amministrativa. Questo mio ragionamento viene poi supportato da diverse pressioni da parte dei cittadini che trovandosi fisicamente sul confine tra Fara e Montelibretti, necessitano di usufruire dei servizi messi a disposizione del comune di Fara Sabina".

di Laura Bernardini

Fara Sabina - 08 Luglio 2010

Articolo scritto da Laura Bernardini
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Cronaca

La parrocchia ricorda Don Giuseppe Mariottini a 20 anni dalla sua scomparsa

FIANO ROMANO – A vent’anni dalla sua morte si ricorda con una cerimonia ed un momento di riflessione e di testimonianza Don Giuseppe Mariottini, parroco del paese per oltre 50 anni. Sabato 23 marzo l’oratorio Santa Maria delle Grazie, da lui costruito e fortemente voluto per essere luogo di aggregazione dei ragazzi sulle orme di Don Bosco...

Cronaca

Arrestati i truffatori della 'tecnica del mazzo di chiavi'

FIANO ROMANO – In carcere i truffatori che avevano ideato la tecnica del “mazzo di chiavi caduto a terra” per distrarre le vittime e sottrarre le borse in auto. Fatale per loro l’ultimo colpo...

Cronaca

Maxi controllo del territorio: dieci persone arrestate e denunciate

MONTEROTONDO/CAPENA - Cinque arresti e cinque denunce sono scaturite in queste ore nell’ambito...

Cronaca

Sanzioni e sequestri in tre attivitŕ del Bivio

CAPENA – Sanzioni e sequestri in un ristorante, una pizzeria e un minimarket del Bivio. I carabinieri della stazione di Capena, in collaborazione con il personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato...

Cronaca

I carabinieri chiudono una sala slot, ritrovo di pregiudicati

CAMPAGNANO DI ROMA - Schiamazzi notturni e presenza di pregiudicati: i carabinieri della stazione di Campagnano di Roma hanno notificato un provvedimento di sospensione della licenza...