Stampa

DAL 25 AL 27 APRILE NEL MONASTERO DELLE CLARISSE EREMITE

Giovani in Sabina per gli esercizi spirituali "Mi ami più di costoro?"

Le tre giornate guidate dall'arcivescovo emerito di Cagliari monsignor Giuseppe Mani

FARA SABINA – L'arcivescovo emerito di Cagliari monsignor Giuseppe Mani tre giorni in Sabina per guidare i giovani negli esercizi spirituali sul tema "Mi ami più di costoro?". Dal 25 al 27 aprile, infatti, il monastero delle Clarisse Eremite accoglie l'iniziatiava promossa dal servizio di coordinamento per la pastorale giovanile della Diocesi Sabina-Poggio Mirteto. L'arrivo è previsto per le ore 10 di giovedì 25 aprile, mentre la partenza dopo il pranzo di sabato 27 aprile. La quota di partecipazione è di 50 euro. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i seguenti numeri telefonici: 389.6453155 – 340.9202155 – 3406821391.

Fara Sabina - 05 Aprile 2013

Articolo scritto da Redazione TevereNotizie
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Per l'anima

Il Vangelo di domenica 15 luglio 2018

Riconoscere nel Signore il fautore di ogni vocazione non è difforme alla ragione o alla libertà di scelta umana. E' infatti Dio stesso a...

Per l'anima

I messaggi del mese di giugno 2018 della Regina della Pace

"Cari figli! Questo è il giorno che mi ha dato il Signore per ringraziarLo per ciascuno di voi, per coloro che si sono convertiti e che hanno accettato i miei messaggi e si sono...

Per l'anima

Il Vangelo di domenica 8 luglio 2018

Il Vangelo di oggi è duro nella sua essenzialità. Ci dice che non basta credere di essere vicini a Gesù, perché da noi nasca un'autentica...

Per l'anima

Il Vangelo di domenica 1 luglio 2018

Gesù cacciati fuori tutti, prende con sé il padre e la madre, ricompone il cerchio vitale degli affetti, il cerchio dell'amore che dà la vita...

Per l'anima

Il Vangelo di domenica 24 giugno 2018

Il nome indica la persona, il suo unico ed irripetibile valore. Noi non “ci chiamiamo”, “siamo chiamati” dagli altri, siamo il frutto di una relazione, di cui il nome è espressione. Il figlio di Elisabetta e Zaccaria...