Stampa

SI TRATTA DI UN 37ENNE E DI UN 23ENNE

Due in manette per minacce, percosse e tentata estorsione nei confronti dei genitori

A Fiano Romano e Palombara Sabina

FIANO ROMANO/PALOMBARA SABINA – Minacce, maltrattamenti e tentata estorsione ai genitori: in manette due giovani a Fiano Romano e Palombara Sabina. I carabinieri li hanno arrestati nel corso di due distinti interventi. Nel dettaglio:

TENTA DI ESTORCERE DENARO ALLA MADRE E LA MINACCIA: UN 23ENNE IN MANETTE A FIANO ROMANO. I carabinieri della stazione di Fiano Romano hanno arrestato un 23enne del paese per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione nei confronti della madre. La donna, durante l’ennesima lite, ha chiamato il 112 e i carabinieri sono subito intervenuti in una casa di via Palmiro Togliatti dove hanno trovato il 23enne che inveiva contro la madre, minacciandola di morte se non gli avesse consegnato del denaro. I militari pensano che la richiesta fosse scaturita dalla necessità di acquistare sostanze stupefacenti. I carabinieri hanno anche accertato che la donna era stata picchiata e hanno fatto in modo che fosse trasferita nel nosocomio romano Villa San Pietro; i medici le hanno diagnosticato un trauma alla spalla guaribile in 4 giorni. Il 23enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato arrestato e trasferito nel carcere di Rieti dove resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

AGGREDISCE E MINACCIA DI MORTE I GENITORI: 37ENNE ARRESTATO A PALOMBARA SABINA. I carabinieri della stazione di Palombara Sabina hanno arrestato un 37enne del posto, già gravato da precedenti, per minaccia, atti persecutori e maltrattamenti in famiglia perpetrati nei confronti di entrambi i genitori. I due anziani, stanchi dell’ennesima aggressione, hanno chiamato i carabinieri. Arrivati immediatamente nell’abitazione, i militari hanno constatato che nonostante la loro presenza il 37enne continuava a minacciarli di morte. La coppia ha poi denunciato una serie di angherie subite in precedenza dal figlio che li aveva spinti anche a lasciare la casa per non subire i suoi attacchi d’ira. Il 37enne era arrivato anche a danneggiare mobili e arredi. I carabinieri hanno arrestato il giovane che ora si trova nel carcere di Rebibbia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli.

- 13 Aprile 2018

Articolo scritto da Redazione TevereNotizie
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Cronaca

Cocaina, hashish e denaro. I carabinieri arrestano tre pusher in due diverse operazioni

MENTANA/FONTE NUOVA – Tre pusher in manette a Fonte Nuova e Mentana. Nel corso di due diverse operazioni antidroga i carabinieri hanno...

Cronaca

Danneggia il ristorante cinese dove aveva cenato e poi tenta la rapina: arrestato

FONTE NUOVA – Dopo aver mangiato nel ristorante cinese va in escandescenza, mette a soqquadro...

Cronaca

Sorpresi a spacciare cocaina: in manette due giovani pusher

MONTORIO ROMANO/MONTEROTONDO – Due giovani pusher nei guai a Montorio Romano e a Monterotondo. I carabinieri li sorprendono mentre...

Cronaca

Tentato omicidio: viene ferito con un coltello da cucina dal suocero e dal cognato

FONTE NUOVA – Suocero e cognato, al culmine di una lite, feriscono un 53enne con un lungo coltello...

Cronaca

Badante denunciata. Ruba la carta e preleva i soldi della pensione dell’anziana che accudiva

RIGNANO FLAMINIO – Una badante raggira l’anziana che accudiva rubandole i soldi della pensione dal...