Stampa

IL 4 E IL 5 NOVEMBRE NEL SALONE DELLA CHIESA

"Dietrich Bonhoeffer e Rignano". In programma una tavola rotonda e un film

All’iniziativa partecipa il vescovo diocesano Romano Rossi

RIGNANO FLAMINIO – Due giorni dedicati a Dietrich Bonhoeffer, uno dei più grandi teologi luterani del ‘900 e martire del Nazismo. Il programma prevede la proiezione di un film e una tavola rotonda dedicati al pastore protestante che si oppose ai nazisti a Berlino nella Seconda Guerra Mondiale. L’appuntamento tra fede, storia e cultura "Dietrich Bonhoeffer e Rignano. Per un cristianesimo non religioso" è fissato per il 4 e 5 novembre nel salone della chiesa di San Giuseppe. La due giorni sarà incentrata sulla figura del pastore luterano Dietrich Bonhoeffer (Breslau, Germania (oggi Wroclaw, Polonia), 4 febbraio 1906 – Flossenburg, 9 aprile 1945) e permetterà di far conoscere il rapporto intercorso tra lui e il paese di Rignano Flaminio, menzionato in un rapporto epistolare che il teologo luterano tenne dal carcere di Tegel, dove era detenuto, con il suo amico e pastore Betghe, che in quel tempo faceva parte dei servizi segreti tedeschi e viveva a Rignano.

IL PROGRAMMA. Il programma inizia venerdì 4 novembre alle ore 20:45 con la proiezione del film “Bonhoeffer” di Eric Till. Sabato 5 novembre alle ore 17:45 si svolge la tavola rotonda sul tema “Bonhoeffer e Rignano - memorie di un rapporto epistolare tra Bonhoeffer e Betghe". A presentare la conferenza sarà il parroco Don Augusto Mascagna. Interverranno il presidente dell’associazione culturale “Bunker Soratte" Gregory Paolucci, lo studioso e storico locale Mario Aglieri Rinella e il docente Eraldo Affinati. Le conclusioni saranno affidate al vescovo diocesano mons. Romano Rossi. Durante la conferenza si approfondirà il contesto storico, spirituale ed umano della vita del territorio locale durante l’occupazione nazista e si parlerà accuratamente delle lettere tra Bonhoffer, allora detenuto nel carcere di Tegel a Berlino, e Betghe, che all’epoca alloggiava in un casolare di campagna isolato di Rignano Flaminio e curava i rapporti tra il fronte di guerra e l'Oberkommando der Wehrmacht di Albert Kesselring, dislocato sul monte Soratte nel paese di Sant’Oreste.

In allegato la locandina dell'evento (da scaricare)

Rignano Flaminio - 04 Novembre 2016

Articolo scritto da Redazione TevereNotizie
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Eventi&Cultura

A piedi alla scoperta della Sabina e dei suoi sapori con la “Magnalonga”

MONTEBUONO – Tutto pronto per la “Magnalonga”: la passeggiata enogastronomica in otto tappe...

Eventi&Cultura

"Sagra del Pizzillu coll'erbe": pronta la 12esima edizione

COLLE DI TORA – Passeggiate, mostre e degustazioni tipiche al centro del programma della 12esima edizione della "Sagra del Pizzillu coll'erbe". Domenica 30 aprile parte l’evento...

Eventi&Cultura

Degustazioni itineranti nel borgo, rievocazioni e dimostrazioni storiche per la "Festa di Primavera"

LABRO – Cene e pranzi itineranti nel borgo, spettacoli, sfilate storiche, gare e tanto altro per la quarta edizione della “Festa di Primavera” organizzata dalla...

Eventi&Cultura

Archeologia e natura: a piedi tra le bellezze del Treja

CALCATA/MAZZANO ROMANO – Alla scoperta delle necropoli e dei borghi: al via due passeggiate guidate. Il 30 aprile e il 1 maggio, infatti, sono in programma le escursioni...

Eventi&Cultura

Primo week end di maggio all’insegna del teatro

FARA SABINA/MONTEROTONDO – Tre spettacoli chiudono le stagioni teatrali a Fara Sabina e a Monterotondo. Il 29 e 30 aprile, infatti, al teatro Potlach di Fara Sabina vanno...