Stampa

DUE OPERAZIONI DEI CARABINIERI

Banconote false e assegno farlocco: una denuncia ed un arresto

A Passo Corese e Trevignano Romano

PASSO CORESE/TREVIGNANO ROMANO – Una denuncia ed un arresto per spaccio di banconote false e l’utilizzo di un assegno smarrito e denunciato. A finire nei guai un 20enne, arrestato a Trevignano Romano per aver raggirato tre negozianti con banconote da 50 euro false, e un 72enne, denunciato a Passo Corese per aver acquistato dei mobili utilizzando un assegno smarrito e già denunciato nel giugno scorso. Nel dettaglio:

72ENNE DENUNCIATO A PASSO CORESE: COMPRA DEI MOBILI CON UN ASSEGNO PRECEDENTEMENTE SMARRITO. I carabinieri della stazione di Passo Corese, al termine di una attività investigativa, hanno denunciato a piede libero per truffa L. F., un 72enne  già noto alle Forze dell’Ordine. L’uomo aveva acquistato dei mobili pagando l’importo al proprietario della ditta artigianale con un assegno bancario. Una volta versato l’assegno è risultato far parte di un carnet smarrito nel giugno scorso e denunciato. Le indagini sono partite dal mancato incasso del titolo e dalla denuncia del legale rappresentante della ditta di mobili ai carabinieri di Passo Corese.

GIOVANE TRUFFATORE ARRESTATO A TREVIGNANO ROMANO: RAGGIRA TRE NEGOZI SPENDENDO BANCONOTE FALSE. I carabinieri della caserma di Trevignano Romano hanno arrestato un 20enne di origini siciliane residente ad Ardea per aver fatto acquisti con monete contraffatte. Il giovane è stato fermato solo dopo aver raggirato tre negozianti pagando con banconote da 50 euro false. La segnalazione è partita da un commerciante cinese che si è accorto dell’inganno alcuni minuti dopo la vendita di un prodotto ed ha chiamato i carabinieri. I militari sono intervenuti subito trovando il ragazzo in un negozio di alimentari mentre cercava di spendere un’altra banconota falsa. Il 20enne è stato arrestato e perquisito: i carabinieri hanno trovato un’altra banconota falsa dello stesso taglio e il denaro “buono” che aveva ottenuto con lo spaccio della moneta contraffatta. I militari hanno anche accertato che nella stessa giornata il ragazzo aveva truffato un altro commerciante del posto. Il 20enne è stato trasferito nel carcere di Civitavecchia.

- 28 Ottobre 2017

Articolo scritto da Redazione TevereNotizie
Redazione TevereNotizie.com

Commenti dei lettori

scrivi commento

annulla commento

Scrivi il tuo commento

Nome

Inserisci il tuo nome e cognome

Email

La tua mail non sara' visibile al pubblico

Commento

Hai qualcosa da dire o da condividere? Ora lo puoi fare!...

Cronaca

Il Capitano Ultimo incontra gli studenti: un botta e risposta tra valori e legalità

FIANO ROMANO – In un Palazzetto dello Sport gremito di giovani delle scuole medie locali si è svolto l’incontro con il Capitano Ultimo: l’eroe dell’Arma che ha combattuto e combatte la mafia...

Cronaca

Rubavano auto e vendevano i pezzi al mercato nero: cinque persone nei guai

CAPENA – Rubavano auto e le smontavano per poi rivenderne i pezzi al mercato nero. I carabinieri...

Cronaca

Forza le auto e ruba stereo ed altri oggetti: fermato ed arrestato dai carabinieri

FIANO ROMANO – Aveva preso di mira le auto parcheggiate nel centro commerciale Feronia di via Milano. I carabinieri lo hanno fermato tra le vett...

Cronaca

La parrocchia ricorda Don Giuseppe Mariottini a 20 anni dalla sua scomparsa

FIANO ROMANO – A vent’anni dalla sua morte si ricorda con una cerimonia ed un momento di riflessione e di testimonianza Don Giuseppe Mariottini, parroco del paese per oltre 50 anni...

Cronaca

Arrestati i truffatori della 'tecnica del mazzo di chiavi'

FIANO ROMANO – In carcere i truffatori che avevano ideato la tecnica del “mazzo di chiavi caduto a terra” per distrarre le vittime e sottrarre le borse in auto. Fatale per loro l’ultimo colpo...