stampa | chiudi

L’uomo, fermato dai carabinieri, e' ora ai domiciliari

Mesi di violenze in famiglia: nei guai un 30enne

La moglie 24enne ha denunciato le percosse e i maltrattamenti

FIANO ROMANO – Gli evidenti lividi sul viso hanno inchiodato un 30enne per maltrattamenti in famiglia. I carabinieri della stazione di Fiano Romano hanno arrestato un giovane pachistano per aver picchiato la moglie, una connazionale di 24 anni, che da pochi mesi lo aveva raggiunto in Italia.

IL FATTO. I carabinieri sono arrivati alla porta dell’abitazione della coppia dopo una segnalazione fatta al 112 da parte di un vicino di casa. Una volta entrati i militari hanno trovato la donna con vistose tumefazioni intorno agli occhi. La giovane moglie, attraverso un interprete, ha raccontato ai carabinieri di aver raggiunto il marito dal Pakistan quattro mesi fa. L’uomo, infatti, era in Italia da 2 anni e lavorava come facchino per un'azienda. La donna è stata accompagnata in caserma dove ha denunciato le percosse ricevute dal marito per futili motivi; i maltrattamenti erano cominciati subito dopo averlo raggiunto a Fiano Romano. La 24enne ha rifiutato le cure del 118 chiamato dalla pattuglia. Il 30enne si trova ora ai domiciliari presso l’abitazione di un parente, dove resterà a disposizione dell’autorità giudiziaria.

04 Maggio 2020

stampa | chiudi