stampa | chiudi

La ritorsione per un mancato prestito

Incendia la casa della madre e la distrugge: in manette

Sgomberate le famiglie che vivevano negli altri piani

MENTANA – Incendia la casa della madre dopo una lite. I carabinieri hanno arrestato un 44enne per incendio aggravato. Le fiamme hanno completamente distrutto il secondo piano della palazzina.

IL FATTO. I carabinieri ieri pomeriggio sono intervenuti in via Triventi 72 dopo una chiamata al 112 che segnalava la fuoriuscita di fiamme dal secondo piano di una palazzina dislocata su tre livelli. I militari hanno evacuato l’immobile e messo in sicurezza tutta la zona. Le indagini hanno permesso di capire che ad appiccare il fuoco era stato un 44enne, già noto alle Forze dell’Ordine, dopo aver avuto un violento diverbio con la madre; il figlio l’aveva minacciava di dare fuoco all’abitazione familiare. La ritorsione sarebbe “scattata” dopo il rifiuto della donna di dargli dei soldi. Inoltre l’uomo è stato notato mentre si allontanava dall’abitazione, in evidente stato di ebbrezza, poco prima che divampasse l’incendio. Le fiamme, spente dai Vigili del Fuoco di Roma, hanno completamente distrutto il secondo piano. Il fuoco ha danneggiato anche il primo e il terzo piano, che sono stati dichiarati inagibili. Le famiglie che vi risiedevano sono state fatte sgomberare e hanno trovato una sistemazione provvisoria in strutture messe a disposizione dal comune. Il 44enne è stato arrestato e trasferito al carcere di Rebibbia a Roma, dove resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli.

24 Luglio 2018

stampa | chiudi