stampa | chiudi

Si tratta di un 49enne pregiudicato del posto

Sotto l’effetto di alcool e droga si scaglia contro i carabinieri: in manette

Dopo la perquisizione trovati un coltello e hashish

PASSO CORESE – In manette per resistenza, minaccia e violenza a Pubblico Ufficiale. A finire nei guai è stato P. M., un 49enne pregiudicato del posto. Una pattuglia dell’Arma è intervenuta su una chiamata al 112 perché in una abitazione della frazione un uomo, sotto l’effetto di alcool e stupefacenti, stava infastidendo pesantemente i suoi familiari. Il 49enne alla vista dei militari si è scagliato contro di loro ma è stato poi fermato ed arrestato.

IL FATTO. Una chiamata al 112 e l’intervento dei carabinieri per fermare un 49enne in forte stato di alterazione psicofisica. Gli uomini dell’Arma della stazione di Passo Corese sono intervenuti nelle prime ore del mattino in una abitazione dove un uomo, alterato dall’assunzione di stupefacenti ed alcool, aveva preso di mira i suoi familiari. Alla vista dei carabinieri l’uomo gli si è scagliato contro per evitare la perquisizione. Dopo averli spinti con forza contro le pareti della casa è nata una breve colluttazione; i carabinieri sono riusciti ad immobilizzarlo prima che potesse estrarre il coltello che aveva in tasca. Al termine della perquisizione l’uomo è stato trovato anche in possesso di due grammi di hashish. Il coltello e la droga sono stati sequestrati mentre il pregiudicato è stato arrestato per resistenza, minaccia e violenza a Pubblico Ufficiale; inoltre il 49enne è stato segnalato alla Prefettura di Rieti per uso di sostanze stupefacenti. Il Pubblico Ministero titolare dell’indagine ha disposto gli arresti domiciliari. Uno dei carabinieri, ricorso alle cure mediche, ne avrà per sette giorni per alcuni traumi riscontrati.

27 Novembre 2017

stampa | chiudi