stampa | chiudi

In programma l’11 e il 12 novembre

Nel week end in scena gli spettacoli “L’isola di Torem” e “Giufŕ e il mare”

A Sant’Oreste e Fara Sabina

SANT’ORESTE/FARA SABINA – Doppio appuntamento a teatro a Sant’Oreste e Fara Sabina. L’11 e il 12 novembre a Sant’Oreste torna in scena la replica del tanto applaudito spettacolo “L’isola di Torem. Un mistero misterioso”, mentre l’11 novembre nel teatro Potlach di Fara Sabina va in scena lo spettacolo “Giufà e il mare”. Nel dettaglio:

A SANT'ORESTE VA IN SCENA LO SPETTACOLO “L’ISOLA DI TOREM”. A grande richiesta l'11 novembre alle ore 21 e il 12 novembre alle ore 17:30, nel teatro comunale di Sant’Oreste, va in scena la replica dello spettacolo "L'isola di Torem. Un mistero misterioso" di Simona Oppedisano. Lo spettacolo, ad ingresso gratuito, sarà interpretato dalla compagnia teatrale del laboratorio per adulti di “Teatrificio 22” tenuto da Simona Oppedisano. Il cast che porterà in scena l’opera è formato da Pierluigi Biancini (avvocato Merot), Katia Biasioni (Innocenza), Cadia Brugnoni (Emilia Carolina Branti), Andrea Di Cosimo (Don Remigio), Cinzia De Vincenzi (Clelia), Gian Luca Mazza (Filippo Del Pin), Michela Pompili (Dorella Fioresi), Tiziana Rasteli (contessa Bibi), Alessandra Riccioni (Porzia Martino), Lunetta Riccioni (Lulù), Manuel Scatolini (Tommaso) e Serena Zozi (Ernesta Cavarco). Le luci sono a cura di Emilio Zozi. Per informazioni e per le prenotazioni (obbligatorie) è possibile contattare il numero telefonico 339.6404259.

"GIUFÀ E IL MARE" IN SCENA A FARA SABINA. L'11 novembre alle ore 21, nel teatro Potlach di Fara Sabina, va in scena lo spettacolo teatrale "Giufà e il mare" della compagnia “Teatro dell’Acquario”. Lo spettacolo è un viaggio attraverso il mare nostrum e il teatro, dove il gioco della finzione si cela e si svela, e dove le tecniche si fondono e si confondono in un continuo fluire. È un racconto nel racconto, dove il cantastorie gioca con il percorso narrativo come con gli oggetti e gli elementi scenografici, attraverso l’attraversata del Mediterraneo, dove incontra e conosce tante persone diverse tra loro, con dialetti e lingue diverse, colori e suoni, racconti e aneddoti, miti di un tempo e avvenimenti reali, identità e tradizioni. Lo spettacolo è arricchito dalle musiche originali di Ambrogio Sparagna, musicista ed etnomusicologo tra i più noti in Italia, che saranno eseguite in scena da organetto e voce.

09 Novembre 2017

stampa | chiudi