stampa | chiudi

Il 60enne e' tornato in carcere

Spacciava nonostante fosse ai domiciliari: i carabinieri arrestano un pregiudicato

In casa sono state trovate diverse sostanze stupefacenti, denaro ed una pistola rubata

CANTALICE – Era ai domiciliari ma approfittando delle due ore di permesso giornaliere spacciava droga in paese. E’ proprio dopo un'intensa attività investigativa che i carabinieri lo hanno fermato, subito dopo aver ceduto due dosi di cocaina, a bordo della sua auto insieme ad un suo parente. Durante la perquisizione dell’auto e dell’abitazione i militari hanno trovato cocaina, hashish, marijuana, circa 1.800 euro provenienti dallo spaccio, materiale per il confezionamento ed una pistola Beretta risultata rubata. L’uomo, P. A. di 60 anni, è stato arrestato e trasferito nel carcere di Rieti, mentre la persona con lui, D. M. di 55 anni, è stata denunciata a piede libero.

IL FATTO. La notte scorsa i carabinieri della stazione di Cantalice, in collaborazione con i colleghi della stazione di Rivodutri, supportati nella fase esecutiva dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Rieti, hanno portato a termine una importante operazione iniziata due giorni prima grazie ad alcune informazioni su un pregiudicato romano, agli arresti domiciliari a Cantalice, che spacciava indisturbato a persone del luogo. I carabinieri, dopo costanti servizi di controllo della casa occupata dal pregiudicato, hanno assistito ad un episodio di cessione della sostanza stupefacente; l’acquirente è stato fermato e trovato in possesso di due dosi di cocaina. Avuto il riscontro i carabinieri sono intervenuti e hanno bloccato la persona sottoposta ai domiciliari, che nel frattempo si era messa alla guida della sua autovettura perché aveva un permesso di due ore per allontanarsi dall’abitazione. L’uomo e un suo conoscente seduto sul lato passeggero sono stati perquisiti. Le perquisizioni sono proseguite sul veicolo e al domicilio del pregiudicato, dove sono stati trovati 216,58 grammi di cocaina suddivisa in diversi involucri e 37,95 grammi di hashish suddiviso in dosi, 9.04 grammi di marijana. Inoltre i carabinieri hanno trovato 1.795 euro in banconote di vario taglio proventi dell’attività illecita, un bilancino di precisione e un taglierino utilizzati per il confezionamento delle sostanze ed una pistola Beretta calibro 9 con 10 cartucce parabellum risultata rubata nel 2000 durante il furto in una abitazione di un appartenente alle Forze di Polizia. La droga e i materiali di pesatura e confezionamento sono stati trovati all’interno di una borsa frigo all’interno di una cassettiera, mentre la pistola e le munizioni erano conservati in un involucro sotto i cuscini del divano.

19 Agosto 2017

stampa | chiudi