stampa | chiudi

29enne incensurato in manette

Rubati 13mila euro di stecche di “bionde”: due persone nei guai

Denunciato il complice che aveva il compito di rivedere illegalmente le sigarette

CASTELNUOVO DI PORTO – In poche settimane ruba 260 stecche di sigarette in un bar tabacchi del paese. Il proprietario denuncia il fatto e grazie ad una indagine lampo i carabinieri sono riusciti ad individuare sia il responsabile che il complice. La refurtiva, per un valore complessivo di 13mila euro, è stata recuperata e restituita, mentre per il giovane ladro sono scattate le manette e per il complice una denuncia per ricettazione.

IL FATTO. La serie di furti ai danni di un bar tabacchi della zona si sono conclusi con l’arresto per furto aggravato di un 29enne romano, incensurato, residente in paese e figlio del titolare di un vicino bar. Nel corso delle indagini i carabinieri della stazione di Castelnuovo di Porto hanno denunciato a piede libero per ricettazione una seconda persona: un 36enne romano conoscente del 29enne. Le indagini erano partite dopo la segnalazione fatta dal proprietario dell’attività, che nelle ultime settimane aveva constatato un lento ma costante calo delle confezioni di “bionde” dal magazzino. In totale risultavano scomparse 260 stecche per un valore complessivo di 13mila euro. In poche ore i militari sono riusciti a risalire al ladro, arrestandolo in flagranza di reato mentre stava tentando di rubare altre 16 stecche di sigarette. I carabinieri hanno ricostruito la dinamica: sembra che il 29enne, figlio del titolare di un vicino bar, entrasse di nascosto nel magazzino per rubare un pò alla volta le stecche di “bionde” che poi venivano consegnate al complice che ne curava la vendita illegale.

21 Giugno 2017

stampa | chiudi