stampa | chiudi

Si tratta di un 17enne e un 47enne

Droga e coltelli: i carabinieri fermano e denunciano due persone

Due distinti interventi nelle vie del paese: sequestrate sostanze e armi

PASSO CORESE – I carabinieri fermano e denunciano due persone per detenzione di sostanze stupefacenti e possesso di armi. Si tratta di un 17enne e un 47enne residenti in Sabina. La droga e i coltelli rinvenuti dopo le perquisizioni sono stati sequestrati. Nel dettaglio:

MARIJUANA E COLTELLI NELLO ZAINO: DENUNCIATO UN MINORENNE. Droga e coltelli nello zaino: i carabinieri fermano un 17enne. Il ragazzo è stato denunciato a piede libero e dovrà rispondere di detenzione di sostanze stupefacenti e porto d’armi davanti al Tribunale dei Minorenni di Roma. I carabinieri della stazione di Passo Corese, nel corso di un servizio perlustrativo, hanno fermato un giovane di 17 anni residente in sabina. Al momento del controllo i militari sono stati subito insospettiti dal suo comportamento e, infatti, durante la perquisizione, all’interno del suo zainetto, sono state trovate quattro bustine di marijuana per un peso di 10 grammi, uno spinello già confezionato e tre coltelli a serramanico con lame di lunghezza dai sette ai dodici centimetri. La sostanza e i coltelli sono stati sequestrati: la droga è stata inviata ai laboratori del Ris per le analisi qualitative, mentre i coltelli sono stati inviati all’Ufficio Corpi di Reato della competente Autorità Giudiziaria.

LIBERO PROFESSIONISTA SABINO DENUNCIATO PER POSSESSO DI DROGA E COLTELLI. Sempre i carabinieri della stazione di Passo Corese, in un distinto intervento, hanno denunciato a piede libero B. A., un 47enne libero professionista residente in Sabina. L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato fermato e sottoposto a perquisizione personale e domiciliare. Durante il controllo i carabinieri hanno trovato 65 grammi di marijuana, oltre 5 grammi di hashish e due coltelli con le rispettive lame ancora sporche di sostanza stupefacente. La droga e le armi sono state sequestrate.

di Gioia Maria Tozzi

26 Novembre 2016

stampa | chiudi