stampa | chiudi

Le donne coinvolte erano di nazionalita' cinese

Chiuso un centro estetico dove si consumava sesso a pagamento: un arresto

I carabinieri hanno avviato le indagini insospettiti dall’andirivieni di uomini

MONTEROTONDO – Un centro estetico che in realtà era una casa di “appuntamenti” con orari di negozio. I carabinieri hanno arrestato una donna cinese, titolare di un centro di bellezza dello Scalo, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Nell'attività, infatti, invece di cerette, massaggi e trattamenti estetici vari si consumavano prestazioni sessuali a pagamento. Le donne sfruttate erano tutte di nazionalità cinese.

IL FATTO. I carabinieri della stazione di Monterotondo hanno arrestato una cittadina cinese, di 41 anni e titolare di un centro estetico situato allo Scalo, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione ai danni di sue connazionali. Le indagini degli uomini dell’Arma sono partite dall’anomalo andirivieni di avventori, esclusivamente di sesso maschile. I carabinieri hanno avviato un’indagine e verificato, anche attraverso le dichiarazioni dei clienti, che all’interno del centro estetico si consumavano prestazioni sessuali a pagamento, proposte da donne tutte di nazionalità cinese. Il denaro dell’attività illecita finiva in parte nelle tasche della titolare del centro. La donna è stata arrestata e trasferita ai domiciliari nella sua abitazione, dove resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli. Il centro estetico è stato sottoposto a sequestro.

di Gioia Maria Tozzi

06 Aprile 2016

stampa | chiudi