stampa | chiudi

Domenica 10 gennaio nella biblioteca comunale

Paolo Di Reda presenta il suo romanzo "La rabbia che rimane"

Intervengono il direttore di “Liberi sulla Carta” Fabrizio Moscato e il responsabile della biblioteca Lauradaniela Tusa

POGGIO MIRTETO – La biblioteca comunale “Peppino Impastato” ospita la presentazione del libro "La rabbia che rimane" di Paolo Di Reda. L’appuntamento è in programma domenica 10 gennaio alle ore 11. Interverrà l’autore. A presentare il romanzo saranno il direttore di “Liberi sulla Carta” Fabrizio Moscato e il responsabile della biblioteca Lauradaniela Tusa.

IL LIBRO. Il romanzo racconta la storia di Giorgia e della sua ribellione che si chiama Andrea: suo figlio, nato da una violenza subita a 17 anni. Giorgia, orfana di madre, per far nascere Andrea rompe con suo padre, un palazzinaro che prospera speculando nella Roma degli anni '60. Lavora prima come commessa, poi come operaia, entrando in contatto con il mondo di quegli anni: le lotte per il lavoro, il sindacato, la rivoluzione femminista. Incontra Corrado, giovane avvocato che sta cercando una direzione da dare alla sua vita, e con lui costruisce una famiglia insolita. Le vicende di Giorgia, Andrea e Corrado si intrecciano con quelle di Margherita, che sceglie la lotta armata, e di Lisa, segnata dalla strage alla stazione di Bologna. E con le storie di tanti altri che insieme a loro attraversano, rendendoli concreti e umani, i grandi temi degli ultimi cinquant'anni: la violenza, le stragi, il terrorismo, l'eroina, ma anche le battaglie per i diritti, la lotta per la vita e la speranza.

09 Gennaio 2016

stampa | chiudi