stampa | chiudi

MotoGp 2015 - Italia

Mugello, Lorenzo vince ancora

Iannone e Rossi chiudono il podio. Marquez dopo la rimonta cade a terra. Dovizioso torna ai box per un problema alla moto

Per la terza volta consecutiva in stagione, il maiorchino Lorenzo conquista il gradino più alto del podio. Dopo Jerez e Le Mans, arriva infatti il successo anche in Italia, sul circuito toscano del Mugello che domenica ha ospitato circa centomila appassionati. A suonare è stato quindi l'inno spagnolo, con gli italiani Iannone e Rossi (quest'ultimo autore di una rimonta dall'ottavo al terzo posto) che hanno chiuso il podio, rispettivamente, in seconda e terza posizione. Ottimo quarto posto di Pedrosa, il migliore di casa Honda visto che per Marquez è arrivata l'ennesima caduta stagionale (dopo quella in Argentina). Partito tredicesimo al via il numero 93 era riuscito in poche curve a girare in quarta posizione: al 18° giro però il campione del mondo in carica è scivolato in curva, perdendo altri punti importanti in campionato e forse, proprio questo ennesimo “zero” in classifica potrebbe compromettere il titolo finale. Senza punti anche Dovizioso ma, a differenza di Marquez, non per colpa sua ma a causa di un problema tecnico alla Desmosedici che lo ha costretto, dopo 14 giri, al ritiro. In classifica mondiale tiene duro Rossi in testa (118 pt) con 6 punti di vantaggio sul compagno di squadra Lorenzo. In terza posizione il ducatista Dovizioso, con Iannone staccato di 2 punti. Lontano in quinta posizione Marquez a 69 punti.

LORENZO. Un vero “martillo”. Dopo la vittoria ha ammesso in un'intervista che era dal 2012 che non si sentiva così in forma. Forte mentalmente e fisicamente, ma soprattutto veloce grazie a lui si, ma anche grazie ad una Yamaha che quest'anno sembra avere qualcosa in più rispetto alla Honda. Solita gara da protagonista, dove sfrutta al meglio la partenza per portarsi subito davanti e lasciare il vuoto dietro di se, fino poi a chiudere la gara con il bottino in tasca. Quinto successo in carriera al Mugello, terza vittoria consecutiva in stagione e solo 6 punti di distacco dal compagno di squadra Rossi che occupa il primo posto in classifica mondiale.

IANNONE. La pole position conquistata sabato è stata pazzesca, soprattutto perchè è stata la sua prima in MotoGP, registrata a 350,08 km/h (primato di velocità massima nella classe regina). Lorenzo era imprendibile si, ma forse l'emozione di partire dalla prima casella al Mugello si è fatta sentire. Un secondo posto meritatissimo, che vale quasi come una vittoria visto che per l'abruzzese è il miglior piazzamento in carriera da quando corre in MotoGP.

ROSSI. Solita sofferenza nelle qualifiche e solito piazzamento in griglia lontano, in seconda o terza fila. Stavolta il pesarese parte ottavo ma, allo spegnere dei semafori, non riesce a compiere la solita partenza “sprint” tanto che si ritrova “bloccato” nel traffico e addirittura si piazza undicesimo. Con pazienza e determinazione rimonta pian piano e quando vede quel gruppetto composto da Iannone, Marquez, Dovizioso e Pedrosa capisce che il podio è possibile. Il ducatista, dopo essere stato superato dal Dottore, da “forfait” per un problema tecnico, mentre Marquez si auto-elimina scivolando a terra. Il nove volte campione del mondo si ritrova quindi quarto e, in pochi giri si libera di Pedrosa e parte alla rincorsa di Iannone. Troppo pochi i giri rimasti per tentare una rimonta da prima pagina e accendere una lotta con il ducatista. Rossi, alla fine, chiude terzo e per la sesta volta di fila in stagione conquista il podio.

MOTO 2 e MOTO 3. Nella classe di mezzo è lo spagnolo Rabat a trionfare, davanti a Zarco e Aegerter. In Moto 3 ottimo terzo posto di Romano Fenati che chiude il podio dietro a Binder e al vincitore Danny Kent.

di Daniele Franco

03 Giugno 2015

stampa | chiudi