stampa | chiudi

Dal 24 maggio al 30 giugno nel frantoio Santa Barbara

Al via la mostra iconografica e documentaria "Tempo e racconto della Grande Guerra"

L'esposizione organizzata dall'associazione Istituto Studi Sabini

SCANDRIGLIA – Una mostra iconografica e documentaria per ricordare la Prima Guerra Mondiale. Dal 24 al 30 maggio, nel frantoio Santa Barbara, sarà possibile visitare l'esposizione "Tempo e racconto della Grande Guerra" organizzata dall'associazione Istituto Studi Sabini. La mostra sarà inaugurata il 24 maggio, data che coincide con l'ingresso dell'Italia nel primo conflitto mondiale. La mostra, curata da Umberto Massimiani in collaborazione con Antonio Oliverio e Antonio Crescenzi, ha l'obiettivo di parlare con il linguaggio della storia ai giovani di oggi, per riflettere, per unire generazioni, custodire la memoria, far conoscere la guerra con i suoi effetti devastanti e promuovere il bene della pace e valorizzare-rafforzare l’idea europea. L'esposizione, che resterà aperta il lunedì e mercoledì dalle ore 16 alle 19 e il sabato dalle ore 9 alle 13, ha ricevuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Lazio, del Prefetto di Rieti e del comune. Hanno aderito all'iniziativa la Scuola Interforze per la Difesa Nbc, la cooperativa Ccdd di Scandriglia, l'Associazione Nazionale Carabinieri - sezione di Scandriglia, l'Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d’Italia, il Museo Arma di Fanteria e l'associazione Amici Accademia dei Lincei.

LA MOSTRA. L'esposizione offre un percorso storico-culturale-didattico articolato in diciotto pannelli in plexiglass secondo una metodologia in cui si intrecciano temi, testi ed immagini per un totale di 200 pezzi. La Grande Guerra è un evento complesso e totale che ha iniziato l’epoca contemporanea. La mostra presenta il logo ufficiale del Centenario e la sua mission, analizzando cause ed effetti della guerra; la cronologia-sitografia-bibliografia; territorio e statistica; i segni e i suoi simboli: bandiera, elmetto, trincea; la rassegna stampa; l’organizzazione dell’esercito: giuramento, bollettini, uniformi, mostrine, medaglie; le figure delle donne, degli Arditi e dei Cavalieri di Vittorio Veneto; le idee e le istituzioni: il Vittoriano, la Maria Dolens, l’Europa. Un padiglione presenta la Sabina e i suoi eroi: Attilio Verdirosi, Costantino Palmieri, Luigi Cicconetti, Padre Giovanni Minozzi, il vescovo Massimo Rinaldi e l’avvocato Lamberto Vignoli.

In allegato la locandina della mostra (da scaricare)

24 Maggio 2015

stampa | chiudi