stampa | chiudi

MONDIALI BRASILE 2014

Costa Rica ai quarti, Grecia sconfitta ai rigori

1-1 dopo i supplementari, la squadra di Pinto tra le prime otto del mondo

La Costa Rica taglia lo storico traguardo dei quarti di finale di Brasile 2014 battendo ai rigori la Grecia di Santos, a sua volta sorpresa di questo primo turno a eliminazione diretta del mondiale. I ticos, dopo aver già mandato a casa Italia e Inghilterra, affondano così un’altra europea e nei quarti se la vedranno ancora con una squadra del Vecchio Continente, l’Olanda di Robben che ha superato 2-1 all’ultimo respiro il Messico. Finiti 1-1 i tempi supplementari, dal dischetto è stato decisivo l’errore di Gekas, mentre i centroamericani ne hanno messi dentro cinque su cinque. Continua allora la favola di Campbell e compagni, assoluta rivelazione del torneo capaci di vincere il girone di qualificazione e arrivare tra le otto squadre più forti del mondo. La Costa Rica non incanta sul campo e non dispone neanche di giocatori particolarmente talentuosi, ma è una squadra tenace e arcigna, i cui elementi svolgono diligentemente il proprio lavoro sul terreno di gioco e sono molto ben messi da mister Pinto, che col suo 5-3-1-1 tutto difesa e contropiede l’ha “incartata” a potenze del calibro di Italia, Uruguay e Inghilterra. Sabato 5 luglio la sfida ai vice campioni del mondo dell’Olanda, apparsi non brillantissimi contro il Messico. A questo punto del torneo tutto può succedere.

LA CRONACA. Il primo tempo di Costa Rica - Grecia rispecchia ampiamente le aspettative della vigilia, nel senso che non succede praticamente niente. Giusto un grande intervento di Keylor Navas su Salpingidis al 37’, imbeccato da Holebas. Nient’altro di significativo. La ripresa inizia sulla falsa riga della prima frazione ma proprio come contro l’Italia, alla prima occasione la Costa Rica va in vantaggio. Al 52’ Bolanos crossa da sinistra e Bryan Ruiz con un gran colpo manda la sfera all’angolino sul secondo palo, con Karnezis immobile. Santos a questo punto inserisce Mitroglu per una Grecia a totale trazione anteriore, ma a rimettere in carreggiata gli ellenici è Duarte, che al 67’ rimedia il secondo giallo e lascia la sua squadra in 10 uomini. La Grecia mette alle corde gli avversari e gli sforzi sono ripagati al 91’, quando l’ex milanista Papastathopoulos mette in rete una respinta di Navas su tiro di Gekas. E ai supplementari sfiorano anche il clamoroso sorpasso con Mitroglu, che all’ultimo secondo chiama al miracolo Navas. Ai rigori decide l’errore di Gekas, che consente al Costa Rica in 10 uomini di entrare nella leggenda.

TABELLINI:
- COSTA RICA - GRECIA 6-4 dopo i rigori (1-1)
- COSTA RICA (5-3-1-1):
Navas 8; Diaz 6, Duarte 4, Gamboa 6 (dal 77' Acosta 6), Gonzalez 6, Umana 7; Bolanos 6,5 (dall’83' Brenes 6), Borges 6, Tejeda 6 (dal 66' Cubero 6); Ruiz 7; Campbell 6,5. A disp.: Cambronero, Pemberton, Francis, Miller, Myrie, Barrantes, Calvo, Granados, Urena. All.: Pinto 7
- GRECIA (4-5-1):
Karnezis 5; Holebas 6,5, Manolas 6,5, Papastathopoulos 7, Torosidis 5,5; Christodoulopoulos 5,5, Karagounis 6,5, Maniatis 5,5 (dal 78' Katsouranis 6), Samaris 5 (dal 58' Mitroglou 6), Salpingidis 5 (dal 69' Gekas 5,5); Samaras 6. A disp.: Glykos, Kapino, Moras, Tzavellas, Vyntra, Fetfatzidis, Kone, Tachtsidis, Tziolis. All.: Santos 6
- ARBITRO:
Williams, 6
- MARCATORI:
52' Ruiz (C); 91' Papastathopoulos (G).
- AMMONITI:
Granados, Navas, Ruiz, Tejeda (C); Manolas, Samaris (G).
- ESPULSI:
Duarte (C) al 67' per doppia ammonizione.
- NOTE:
Angoli: 8-3 per la Grecia. Rec.: pt 4', st 6'.
- SEQUENZA RIGORI:
Borges (C) gol, Mitroglou (G) gol, Ruiz (C) gol, Christodoulopoulos (G) gol, Gonzalez (C) gol, Holebas (G) gol, Campbell (C) gol, Gekas (G) parato, Umana (C) gol.

di Paolo Gresta

30 Giugno 2014

stampa | chiudi