stampa | chiudi

Localita' Scorano: Roma Antica ancora protagonista

Nuovi ed importanti scavi archeologici nella Città d'Arte

“C’è ancora da scavare prima di poter dire cosa realmente ci sia lì sotto” ha detto il direttore dei lavori Gazzetti

CAPENA - ..."divieto d'accesso ai non addetti ai lavori": quel cartello in località Scorano segna la zona nella quale si stanno svolgendo i nuovi scavi archeologici per riportare alla luce un pezzo di storia. All'interno del cantiere, infatti, c'è un equipe di ingegneri ed archeologi che si sta occupando del rinvenimento di reperti storici risalenti e al Medioevo e all'Antica Roma. 

L'AREA DEGLI SCAVI. L'area interessata dagli scavi archeologici è visibile passando lungo la via Tiberina o percorrendo l'autostrada Roma-Napoli. Si tratta di un terreno di proprietà dell'Anas che si trova proprio di fronte al Castello di Scorano.

PARLA IL DIRETTORE DEI LAVORI: COSA C'E' SOTTO LA TERRA E ANCORA PIU' GIU'. "E' stato, come molte volte accade, soltanto per caso che gli operai dell'Anas, alle prese con la costruzione della terza corsia dell'autostrada Roma-Napoli, si sono imbattuti in qualcosa sotto il terreno che non lasciava dubbi sulla sua storicità - ha detto il sovrintendente ai lavori Gazzetti - i lavori sono stati subito interrotti per dare la possibilità all'equipe di esperti di analizzare e valutare con esattezza la scoperta appena fatta". "La cosa davvero importante, quella che ci ha convinto a proseguire le ricerche e gli scavi, è che sotto un primo strato risalente al Medioevo, c'è un secondo strato su cui è stato costruito successivamente, che ha origini romane".

FORSE SI TRATTA DI STABILIMENTI ROMANI RISALENTI ALL'EPOCA ROMANA. "Per quello che fin'ora si sa - continua il dottor Gazzetti - si tratta di stabilimenti termali romani, ma non è ancora possibile capire se siano di pertinenza di una villa e quindi privati, oppure pubblici. D'altronde gli scavi sono iniziati da pochi mesi e ancora altri mesi ci vorranno affinché si possano avere elementi che diano una qualche certezza in più su cosa la storia abbia nascosto li sotto".

L'AREA DEGLI SCAVI E' BLINDATA. Al momento nell'area interessata dagli scavi non è possibile nè accedere nè fare fotografie. Il riserbo dell'equipe è totale.

di Stefano Papalia

09 Novembre 2009

stampa | chiudi