stampa | chiudi

Il fatto accaduto la notte scorsa

Picchiano e rapinano un'anziana in casa: arrestati due rumeni

I carabinieri recuperano anche la refurtiva: soldi, gioielli e due televisori

CIVITELLA SAN PAOLO – Rapinano un'anziana colpendola con calci e pugni: i carabinieri fermano due rumeni e recuperano la refurtiva. I due sono stati trasferiti al carcere di Rebibbia a Roma mentre la donna di 84 anni è stata ricoverata presso l'ospedale di Civita Castellana per trauma cranico e facciale.

IL FATTO. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Monterotondo e i carabinieri della stazione di Fiano Romano hanno eseguito un fermo nei confronti di due cittadini rumeni: C. F. C. di 31 anni e M. V. J di 29 anni, entrambi residenti nel paese. La scorsa notte i due stranieri hanno rapinato l'appartamento di una donna di 84 anni facendosi aprire la porta con un pretesto. Una volta in casa l'hanno immobilizzata e colpita con calci e pugni facendosi consegnare circa mille euro in contanti, alcuni monili in oro e due televisori. L'anziana, che presentava parecchie escoriazioni ed ecchimosi al volto e sul corpo, è riuscita ad allontanarsi dalla sua abitazione dopo che i malviventi si erano dati alla fuga, e grazie all’aiuto di un vicino ha subito contattato il 112. I carabinieri hanno immediatamente iniziato le ricerche dei due rumeni e li hanno identificati. Gli stranieri, tra l'altro parenti, dopo la rapina erano tornati ognuno alla propria abitazione. A casa del 29enne sono stati rinvenuti i due televisori ed il denaro con i preziosi indebitamente sottratti, mentre a casa del 31enne sono stati trovati già i bagagli pronti: i due prima di compiere la rapina avevano pianificato la fuga verso il paese di origine. L'anziana donna, soccorsa e ricoverata in ospedale è stata giudicata guaribile in 40 giorni. I rapinatori si trovano ora in carcere a disposizione della Procura delle Repubblica presso il Tribunale di Tivoli.

07 Ottobre 2013

stampa | chiudi