stampa | chiudi

VIAGGI & REPORTAGE

Kos, un'isola tutta da scoprire

Situata nell'arcipelago del Dodecanneso, nel Mar Egeo, davanti le coste della Turchia

(Fotoreporage di Daniele Franco)

Bagnata dalle acque del Mar Egeo, l'isola di Còo (in greco Kos) è situata davanti le coste della Turchia, di fronte a Bodrum, e appartiene all'arcipelago del Dodecanneso. Il vento Meltemi è padrone dell'isola ma, con il calore del sole durante il giorno, non desta alcuna preoccupazione. Con un clima caldo e piacevole, l'isola è per alcuni tratti arida e offre paesaggi naturalistici indelebili, con spiagge selvagge e acque cristalline, tramonti mozzafiato e scenari del territorio che si alternano tra mare e montagna. Anche le spiagge passano da sabbiose (Lagada o Mastichari) a ricoperte di sassi (Aghios Fokas o Psalidi), tutte accomunate da acque limpide e poco mosse, ma diverse per lo scenario a che offrono. Una strada principale chiamata “Main road” taglia l'isola verticalmente, da nord a sud, da dove partono le diramazioni per raggiungere i vari centri abitati, situati sulle coste o all'interno dell'isola. Il capoluogo Kos Town a nord, è centro di ritrovo per molti turisti di nazionalità diverse, soprattutto d'estate. Le città di Kardamena, Tigaki, Antimachia, Mastichari, Marmari, Pyli, il villaggio Zia e Kefalos a sud, sono i principali siti da visitare sull'isola greca, dove tra passeggiate, shopping e tramonti da applausi, è possibile fare una sosta in una qualsiasi “taverna” e assaggiare alcuni piatti tipici della Grecia, come ad esempio la moussakà, i souvlaki o i dolma, e sorseggiando magari un calice di Retsina. Isola importante dal punto di vista storico, Kos è famosa soprattutto per il “padre della medicina moderna”: Ippocrate, che amava studiare o dare lezioni, sotto il famoso platano, un albero maestoso che si trova al centro della città di Kos Town, considerato oggi il più grande d'Europa. Ricca anche di arte e architettura, sull'isola è possibile visitare il Castello di Neratzia, risalente al IV secolo, la fortezza di Antimachia, il Tempio di Asclepio (Dio greco della medicina), l'Odeon romano e le terme, che si trovano nella parte sud-orientale di Kos, con sorgenti calde che emergono dalle rocce vulcaniche sotto il livello del mare e che consentono di fare il bagno anche a basse temperature. Un'isola dalle molte opportunità insomma, dove di sera è possibile sia divertirsi andando alla ricerca di bar e club, che rilassarsi tranquillamente passeggiando in riva al mare sotto il chiarore della luna.

Fotoreportage di Daniele Franco

21 Agosto 2013

stampa | chiudi