stampa | chiudi

EDITORIALE

Riflessioni ed emozioni per la nostra prima uscita pubblica

La redazione, il direttore e l'editore ringraziano i lettori

A poche ore dalla conclusione della prima edizione della Fiera dell'editoria indipendente "Lib(e)ri sulla carta", che si è svolta nella splendida cornice del centro storico di Poggio Mirteto, era doveroso buttare giù qualche riflessione.
E' stata una manifestazione ben organizzata che si è svolta in modo piacevole, nonostante il freddo. Un'iniziativa organizzata da ragazzi giovani a dimostrazione del fatto che, nonostante questa società decida di renderci troppo flessibili, disoccupati e "bamboccioni", se ci viene offerta la possibilità di esprimerci valiamo davvero qualcosa. 
La partecipazione del pubblico è stata buona e ha dato al quotidiano on line TevereNotizie e alla società editoriale GIOANT Srl, editore della testata, la possibilità di presentarsi al suo pubblico costante e a quello futuro e soprattutto per la prima volta.
L'atmosfera è stata intensa.
Nessuna competizione tra le varie case editrici presenti, anzi, una vicinanza di idee che ha reso possibile la nascita di una rete di contatti che, siamo certi, si rafforzerà nel tempo.
L'interesse per la cultura, in tutte le sue forme, ha fatto da collante e ha concesso a noi tutti la possibilità di creare empatia con ottimi scrittori, emergenti e non, che, come ogni artista o letterato che si rispetti, hanno il pregio di essere innanzi tutto uomini.
Uomini come noi, che nonostante le difficoltà che la vita ci impone tutti i giorni, hanno deciso di trovare del tempo e dello spazio per mettere su carta le emozioni della loro anima...uomini che ci hanno concesso il privilegio di conoscere, attraverso le loro opere, almeno una parte di queste emozioni.
Presentazioni, letture, jam session, ma anche spettacoli, musica ed enogastronomia. Splendide le perfomances di Jhonny Palomba e di David Riondino. Eccezionali gli Anonimi Armonisti che, con il loro canto a cappella, hanno chiuso questa bella manifestazione. 
La nostra redazione è stata presente per tutta la durata dell'evento, sempre in prima fila, con i nostri gadget e i nostri libri.
Ma soprattutto è stata presente con la sua esuberante personalità, composta dalle mille sfaccettature di ognuno di noi.
Ciascuno, a suo modo, ha dato il suo contributo e il suo supporto.
Abbiamo capito chi siamo, ma soprattutto abbiamo dato un volto a voi, il nostro pubblico. Certamente abbiamo raggiunto il nostro primo obiettivo.
Grazie per esserci stati,
Caterina Fava

PARLA IL DIRETTORE RESPONSABILE. So che un editoriale in genere viene scritto dal direttore responsabile o da una "penna storica" della testata...ho voluto che fosse una giovane giornalista della nostra redazione a dare voce alle emozioni di tutti noi di TevereNotizie.
Sicuramente queste tre giornate di fiera sono state davvero intense ed emozionanti, anche per me che da tanto faccio questa professione.
TevereNotizie "vive" da quasi quattro mesi e per la prima volta ci siamo mostrati in pubblico...una cosa che i giornali di solito non fanno.
Come avevo già detto nei miei precedenti editoriali questo quotidiano è delle persone che lo leggono e che ci hanno dimostrato, venendo anche solo per un saluto, che siamo una presenza importante nel territorio.
Anche le prime pubblicazioni della GIOANT Srl sono state molto apprezzate dal pubblico...non pensavo così tanto.
Come editore e come direttore sento il dovere, anche se ho avuto il privilegio di farlo personalmente e non dietro un pc, di ringraziare ancora una volta tutti coloro che hanno partecipato, che ci hanno fatto sentire il loro calore e che ci hanno chiesto di andare avanti.
Il grazie più grande va a tutti i componenti della redazione di TevereNotizie, Caterina, Fabiola, Carmela, Laura, Stefano, Gregory, Valentina, Antonio, Francesca, Antonello e Alfredo Mario, che nonostante il freddo, il raffreddore e gli orari di apertura sono sempre stati presenti per dare "vita" allo stand.
Sì, la parola giusta da usare è proprio "vita"...l'entusiasmo e la curiosità sono stati sempre crescenti: credo che un direttore debba dirsi proprio fortunato quando ha vicino delle persone curiose ed appassionate del loro lavoro...qualità che nel giornalismo si vanno perdendo e che noi, invece, stiamo facendo di tutto per aumentare e gestire nel miglior modo possibile.
Grazie ancora a tutti,
Gioia Maria Tozzi

27 Ottobre 2009

stampa | chiudi