stampa | chiudi

SUPERBIKE 2013 - GP RUSSIA

Melandri trionfa in gara 1

Secondo Davies e terzo Badovini con Ducati. Annullata gara 2 per l'incidente che ha spezzato la vita ad Andrea Antonelli

La Superbike si trova a correre in Russia, nel circuito di Mosca, sotto un cielo grigio e minaccioso che alla fine porterà alla vittoria il ravennate Marco Melandri in gara 1. Un successo bagnato, dove l'italiano riesce a tagliare il traguardo per primo su una pista completamente allagata; secondo posto per il compagno di box Davies e terzo, un sorridente Badovini che chiude il podio con la sua Ducati. Una gara rocambolesca, in cui ci sono state diverse cadute e numerose fermate ai box, con cambi di gomme per via della pioggia; una gara in cui solo undici piloti su diciotto hanno raggiunto il traguardo. Una splendida doppietta in casa Bmw, con Melandri che si porta in terza posizione in classifica generale, a 32 punti dal leader Guintoli.

Purtroppo, per un triste avvenimento che colpisce tutto il mondo dello sport e in particolar modo quello del motociclismo, la gara 2 del mondiale Superbike è stata annullata e i piloti non sono scesi in pista. Nel Campionato mondiale Supersport, competizione motociclistica che segue il calendario della Superbike e che di consueto viene corsa durante la pausa tra gara 1 e gara 2, un tragico incidente in pista durante il primo giro, ha spezzato la vita ad un pilota italiano: Andrea Antonelli. Il pilota di casa Kawasaki è scivolato sul rettilineo del circuito di Mosca ed è stato colpito da un altro pilota che sopraggiungeva da dietro, procurandogli una frattura della base cranica. Antonelli è stato immediatamente condotto al centro medico del circuito e i medici, dopo avere verificato le gravi condizioni del ragazzo, si sono decisi a trasportarlo in elicottero verso l'ospedale più vicino. Il pilota Andrea Antonelli, purtroppo però, si è spento prima di poter essere portato in ospedale.

GARA 1. Parte la corsa e alla prima curva è Carlos Checa con la sua Ducati a ritirarsi per primo, a causa di una scivolata. Si arriva poi al quarto giro e stavolta è il poleman Davide Giugliano, che guidava il gruppo insieme a Davies, a cadere a terra e ad abbandonare la gara; prima di lui Savadori e Iannuzzo avevano fatto lo stesso. Corsa sfortunata anche per Tom Sykes che lascia la sua moto di corsa, dopo aver preso fuoco al motore; con questo ritiro l'inglese cede il primo posto in classifica generale a Guintoli, il quale taglia il traguardo con il sesto posto e si porta a 239 punti. Ecco che all'improvviso arriva la pioggia e, dopo le cadute di Laverty ed Haslam traditi dall'asfalto viscido, i piloti sono costretti a fermarsi ai box per il cambio gomme. Alla fine, sotto una pioggia battente è Marco Melandri ad avere la meglio, seguito da Davies e da un coraggioso Badovini, che sorpasso dopo sorpasso conquista il terzo gradino del podio.

di Daniele Franco

22 Luglio 2013

stampa | chiudi