stampa | chiudi

SUPERBIKE 2013 - GP SPAGNA

Doppio successo di Davies con Bmw

Problemi tecnici e caduta per Laverty. Bene Guintoli; Melandri conquista il terzo posto in gara 1

Nel secondo appuntamento del mondiale Superbike, nel circuito spagnolo di Aragon, ecco la sorpresa della domenica: Chaz Davies che firma una doppietta in gara 1 e gara 2. Ottima prestazione dell'inglese che mette la sua BMW sul gradino più alto del podio in entrambe le manches; posizionandosi così dietro a Guintoli(primo) nella classifica generale dei piloti. E' importante segnalare l'assenza dell'Aprilia di Laverty, che in gara 1 si ferma per problemi tecnici e in gara 2 cade e abbandona la gara; invece l'altra Aprilia, quella di Guintoli, riesce a conquistare il secondo posto in tutte e due le competizioni. Bene Melandri che si aggiudica il terzo posto in gara 1 e il quinto in gara 2; lontano Checa col la sua Ducati che ottiene solo il settimo e ottavo piazzamento.

GARA 1. Laverty parte subito forte e si mette davanti a Sykes(Kawasaki) e Davies; inseguono Guintoli e Giugliano(Aprilia). Nel gruppetto di dietro non si risparmiano colpi Guintoli, Giugliano e Melandri, con quest'ultimo che prende troppi rischi e alla fine va dritto, rientrando in pista senza perdere troppo terreno dagli altri. All'improvviso due colpi di scena, prima Laverty e poi Sykes, parcheggiano la propria moto nel box per problemi tecnici. A questo punto ne approfitta Davies che in solitaria, allunga ulteriormente sugli inseguitori e vince la Gara 1 del circuito di Aragon. Secondo Guintoli e terzo Melandri, il quale riesce a tenere dietro un Giugliano irriducibile che deve arrendersi e ritirarsi a poche curve dalla fine, per un problema alla sua Aprilia.

GARA 2. Alla partenza la tensione sale quando viene sventolata la bandiera gialla per Cluzel (Suzuki), che sarà costretto a partire dai box. Si parte e anche questa volta sembra sia Laverty ad avere fretta più di tutti, ma l'irlandese vanifica tutto con una scivolata a inizio gara; domenica sfortunata per il pilota Aprilia che lascia campo libero a Sykes e Davies, rispettivamente secondo e terzo. Poco dopo è Sykes a commettere un errore andando dritto, riuscendo poi a rientrare alle spalle di Davies e Guintoli. Bella rimonta di Giugliano, che lascia dietro Melandri e cerca negli ultimi giri di togliere la terza posizione a Sykes, ma la Kawasaki ne ha di più rispetto all'Aprilia. Alla fine vince Davies, che tiene a 5 secondi Guintoli; chiude terzo Sykes davanti a Giugliano (quarto) e Melandri (quinto).

di Daniele Franco

16 Aprile 2013

stampa | chiudi