stampa | chiudi

ROMA. LA VOCE DELLA LUPA

Ilicic e Miccoli spengono la Roma

Contro l’ultima in classifica, i giallorossi perdono 2-0. Treno-Champions perduto, resta l’Europa League

Una Roma pessima esce sconfitta dal “Barbera” di Palermo, fino a stasera ultimo in classifica e probabilmente dice addio per sempre ai sogni di Champions. Brutto passo indietro per i giallorossi in vista del derby: gli uomini di Andreazzoli oggi sono tornati in versione zemaniana, con una difesa disattenta e fragilissima. Miccoli e Ilicic hanno scardinato senza pietà il compassato reparto arretrato della Roma, firmando una vittoria che in casa rosanero mancava da 15 partite. La fame del Palermo, i cui sogni di salvezza adesso si riaccendono, ha affossato l’entusiasmo nato dalle ultime gare della Roma, che conosce la seconda sconfitta dell’era Andreazzoli dopo l’1-3 di Genova contro la Sampdoria. Il terzo posto del Milan è ormai a 10 punti, una distanza incolmabile. Mentre la Lazio, vittoriosa sul Catania, sale di nuovo a +3 sui cugini. Peccato, una giornata nera proprio nel giorno in cui Francesco Totti festeggiava i 20 anni di Serie A. Lunedì 8 aprile il derby (senza Osvaldo e Piris, squalificati) delineerà più nettamente la situazione per l’Europa League, con 5 squadre che lottano per 2 posti disponibili. L’unico obiettivo ancora possibile per i giallorossi, a questo punto.

LA CRONACA. Sannino schiera un 3-5-2 col duo Miccoli-Ilicic in avanti e una robusta cerniera in mediana con Barreto, Donati e Kurtic, completata dagli esterni offensivi Morganella e Dossena. Andreazzoli lascia di nuovo in panchina Osvaldo e ripropone Florenzi e Lamela alle spalle di Totti in attacco, mentre a centrocampo Tachtsidis viene preferito a Pjanic e Perrotta parte titolare sulla fascia destra. Sette minuti e il Palermo mette già i brividi ai giallorossi, con Miccoli che coglie la traversa dopo un avvio fulminante dei padroni di casa. La Roma reagisce, si gioca a viso aperto ma sono i rosanero a colpire per primi. E’ il 21’ quando Miccoli serve alla perfezione Ilicic dalla sinistra. Lo sloveno, lasciato colpevolmente libero, controlla e batte Stekelenburg con un preciso rasoterra sul primo palo. La Roma accusa il colpo e rischia il crollo, ma Kurtic stampa sul palo un perfetto contropiede del Palermo. La Roma prova a riorganizzarsi, Marquinho e Totti si fanno pericolosi dalle parti di Sorrentino, ma è ancora il Palermo a trovare il gol, sempre con lo spietato tandem Miccoli-Ilicic. Che stavolta si scambiano il favore: al 35’ infatti è lo sloveno che serve un assist perfetto a centro area al suo capitano, il quale di esterno destro anticipa Burdisso, inchiodato a terra, e firma il raddoppio. Palermo rinato, Roma irriconoscibile. Nella ripresa Andreazzoli prova a cambiare: dentro Pjanic e Osvaldo per Tachtsidis e Perrotta, giallorossi più aggressivi ma Palermo che controlla bene la gara. I nuovi innesti creano più gioco e movimento, ma la difesa di Sannino non abbassa la guardia. Il tecnico giallorosso gioca anche la carta Torosidis, ma sono i rosanero a sprecare in contropiede alcune buone occasioni. Gli ultimi sussulti della partita sono di Florenzi che al 37’ coglie l’esterno della rete e di Osvaldo, su cui Sorrentino si oppone alla grande al 42’. Vittoria meritata per i ragazzi di Sonnino, da oggi non più ultimi in classifica. La Roma ha bisogno di recuperare lucidità e freschezza in vista della sfida decisiva di lunedì prossimo. 

TABELLINI E PAGELLE:
- PALERMO (3-5-2)
: Sorrentino 6,5; Munoz 6,5, Von Bergen 6, Aronica 6; Morganella 6, Barreto 6,5 (dal 35' st Faurlin sv), Donati 6,5, Kurtic 6,5, Dossena 6,5 (dal 14' st Garcia 6); Ilicic 7, Miccoli 7 (dal 7' st Dybala 6,5). (Benussi, Brichetto, Formica, Fabbrini, Malele, Nelson, Viola, Sanseverino, Boselli). All.: Sannino 7
- ROMA (3-4-2-1): Stekelenburg 5; Piris 5 (dal 28' st Torosidis sv), Burdisso 4,5, Castan 5; Perrotta 5 (dal 1' st Osvaldo 5,5), De Rossi 5, Tachtsidis 5 (dal 1' st Pjanic 5,5), Marquinho 5,5; Lamela 6, Florenzi 5,5; Totti 5,5. (Lobont, Bradley, Taddei, Goicoechea, Destro, Dodò, Balzaretti, Romagnoli, Lucca). All.: Andreazzoli 5
- ARBITRO: Calvarese di Teramo, 6
- MARCATORI: 21' pt Ilicic, 35' pt Miccoli.
- NOTE: Ammoniti Munoz, Ilicic e Dybala (P), Piris e Osvaldo (R). Angoli: 7-5 per la Roma. Recupero: 1' pt; 5' st.

di Paolo Gresta

31 Marzo 2013

stampa | chiudi