stampa | chiudi

LAZIO. LA VOCE DELL'AQUILA

Biancocelesti di nuovo terzi: battuto il Pescara

Due stupendi gol di Radu e Lulic affondano gli avversari

Sfida fondamentale quella disputata ieri sera all'Olimpico di Roma tra Lazio e Pescara,  valevole per la settima giornata di ritorno di serie A. Per i romani la possibilità di conquistare il terzo posto  in solitario, per gli abruzzesi la speranza di ottenere qualche punto per la salvezza. La maggiore qualità dei padroni di casa ha fatto la differenza, pur non brillando il match è già in cassaforte alla mezz'ora del primo tempo: due "siluri" uno di Radu e l'altro di Lulic non lasciano scampo agli avversari. Il resto della partita non riserva particolari emozioni anche perché il Pescara non è mai entrato in partita, lasciando alla Lazio un tranquillo controllo della gara, veramente troppo poco per una squadra che deve salvarsi. Gli uomini di Petkovic dal canto loro raggiungo di nuovo il terzo posto e si preparano ad affrontare con più serenità il big match della prossima settimana con il Milan.

LA CRONACA. La Lazio si riprende il terzo posto solitario in classifica, battendo in casa il Pescara per due reti a zero. Basta mezz’ora agli uomini di Pektovic per chiudere la pratica contro un Pescara che sembra già rassegnato alla retrocessione. Gli uomini di Bergodi non entrano mai in partita, e rischiano di andare sotto già al 12′, quando Floccari si coordina con una spettacolare rovesciata dal limite che esce di poco. La gara si gioca tutta nella metà campo degli abruzzesi, e al 29′ Radu riceve palla da Lulic e dal limite dell’area infila Pellizzoli con un gran sinistro, timbrando il primo centro nel nostro campionato. Passano solo 6 minuti e Lulic chiude la pratica, ancora con un bolide da fuori area, questa volta di destro. La Lazio continua a pressare, mentre il Pescara non reagisce in alcun modo. Nella ripresa al 54′ è Floccari ad avere l’occasione più grossa per segnare il 3 a 0, ma davanti a Pellizzoli non trova la freddezza per segnare e coronare così un’altra grande prestazione personale. Per il resto della ripresa succede poco. La Lazio ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo, mentre il Pescara si fa abbattere dalle cannonate bianco-celesti e continua a sprofondare.

TABELLINI E PAGELLE
- Lazio (4-1-4-1): Marchetti 6; Konko S.V.(5′ Pereirinha 6), Cana 6,5, Dias 6, Radu 7; Ledesma 6; Candreva 6,5 (82′ Ederson 6), Gonzalez 6,5 (65′ Onazi 6,5), Hernanes 6, Lulic 6,5; Floccari 7. A disposizione: Bizzarri, Strakosha, Biava, Pereirinha, Ederson, Saha, Kozak. All. Petkovic
- Pescara (5-3-2): Pelizzoli 5,5; Balzano 5, Bocchetti 6, Cosic 5,5, Capuano 5,5 , Zauri 6; Rizzo 5, Cascione 5,5 (87′ Sculli S.V.), Bjarnason 5; Abbruscato 5 (60′ Caprari 5), Celik 5,5 (71′ Caraglio 5). A disposizione: Perin, Modesto, Vukusic, D’agostino. All.: Bergodi
- Arbitro: Romeo di Verona
- Marcatori: Radu, Lulic (L)

di Valerio Ercoli

26 Febbraio 2013

stampa | chiudi