stampa | chiudi

Dal 2012 tagli e aumenti al trasporto pubblico regionale

Il consigliere Perilli interroga la Regione sui disagi dei pendolari

Oggetto dell'interrogazione la tratta ferroviaria Orte-Fara Sabina-Fiumicino

Il consigliere regionale Mario Perilli

RIETI - Disagi dei pendolari nella tratta ferroviaria Orte-Fara Sabina-Fiumicino: Mario Perilli presenta un'interrogazione alla Regione Lazio. "Quali provvedimenti la Regione Lazio intende prendere per far fronte ad una situazione che giorno dopo giorno risulta disagevole e poco rispettosa nei confronti di quanti vivono il pendolarismo quotidianamente per recarsi nei rispettivi posti di lavoro e di studio?". È questa l'interrogazione presentata giovedì scorso dal consigliere Mario Perilli al presidente della Giunta Renata Polverini e all'assessore alle Politiche per la Mobilità e il Trasporto Pubblico Locale Francesco Lollobrigida.

IL DISAGIO DEI PENDOLARI. Oggetto dell'interrogazione sono i numerosi problemi affrontati ogni giorno dai pendolari nella tratta ferroviaria Orte-Fara Sabina-Fiumicino. Per i ritardi e disservizi legati alle condizioni del trasporto si è svolto anche un sit-in pacifico dei pendolari davanti all'abitazione dell'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti.

TAGLI E AUMENTI AL TRASPORTO PUBBLICO. "Poiché sono stati previsti tagli per 400 milioni di euro al trasporto pubblico regionale a partire dal 2012 con inevitabili ricadute sulla qualità del servizio e visto che da tempo vengono paventati possibili aumenti dei biglietti legati al taglio dei trasferimenti per l'intero settore della mobilità - ha detto il consigliere Mario Perilli - chiedo quali provvedimenti la Regione ha intenzione di prendere".  

di Laura Bernardini

24 Novembre 2011

stampa | chiudi