stampa | chiudi

L’africano era ospite del centro accoglienza Cara

Spacciatore in manette: sequestrate dosi di eroina e denaro contante

Arrestato dai carabinieri di Nerola dopo un lungo pedinamento a Capena

CASTELNUOVO DI PORTO - Spacciava eroina: i carabinieri arrestano un 28enne di origini africane ospite del Cara, il Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo di Castelnuovo di Porto. Al momento del fermo il giovane aveva con sé anche 350 euro provento dell'attività di spaccio a Capena. 

IL FATTO. I carabinieri della stazione di Nerola, al termine di un mirato servizio di pedinamento osservazione e controllo svoltosi a Capena, hanno arrestato L. S., un cittadino africano di 28 anni con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio. Lo straniero, ospite del Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo di Castelnuovo di Porto, i cui movimenti erano già allo studio dei militari da qualche giorno, è stato bloccato mentre usciva dal centro. Il 28enne aveva con sé 7 grammi di eroina e oltre 350 euro in contanti, sicuro provento dell'illecita attività. Sia il denaro che la droga sono stati posti sotto sequestro. Il giovane pusher è stato arrestato e trasferito al carcere di Rebibbia a Roma dove resterà a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Tivoli.

di Gioia Maria Tozzi

05 Novembre 2011

stampa | chiudi