stampa | chiudi

Nuovo appuntamento dell’associazione “Incontro con i popoli del Sahara”

Concerto di solidarietà per il popolo Saharawi

Ad animare la serata nella cattedrale è stato il complesso strumentale "Nuove Esperienze"

Immagine del complesso strumentale Nuove Esperienze. (Foto La Ber)

POGGIO MIRTETO - Un concerto con la "C" maiuscola quello che si è tenuto ieri sera nella cattedrale di Santa Maria Assunta a Poggio Mirteto. Non solo per la musica che si è potuta ascoltare, ma per lo scopo dell'evento: aiutare, con solidarietà ed amore tutti quei bambini che vivono accampati nel deserto. Alla manifestazione, organizzata per il popolo Saharawi, ha partecipato il complesso strumentale "Nuove Esperienze", diretto dal maestro Luciano Leonardi, con il contributo del soprano Angela Baek.

GLI AIUTI. Aiutare il popolo Saharawi è' diventata ormai una buona abitudine sia del comune di Poggio Mirteto che della Sabina in generale. L'Associazione di solidarietà "Incontro con i popoli del Sahara", che opera in Sabina da quasi venti anni, coordina, infatti, l'accoglienza supportata da vari comuni, quali Forano, Poggio Mirteto, Contigliano, Cantalice, Poggio Moiano, Montebuono, Fara Sabina e dell'Istituto per l'infanzia Beata Lucia di Narni, affinché gruppi di bambini siano accolti dalle popolazioni locali. L'ospitalità dei bambini Saharawi è ormai una tradizione nei paesi della Sabina, che permette a questi giovani di confrontarsi con culture diverse e soprattutto di fare controlli medici. Quest'anno poi grazie all'interessamento della Direzione Generale della ASL di Rieti i bambini sono stati sottoposti ad un programma di visite mediche completo.

IL POPOLO SAHARAWI. I Saharawi sono originari del Sahara Occidentale e stanno lottando da anni per riottenere la propria indipendenza dal Marocco. È un popolo costretto a vivere nelle tende nel cuore del deserto algerino da oltre 35 anni, praticamente da quando il Marocco ha occupato il Sahara Occidentale per sfruttare il territorio ricco di risorse naturali, in particolare pesca e fosfati.

IL PROGRAMMA DEL CONCERTO.  Ad aprire il concerto è stato "Marciando" di Colangeli, a cui sono seguiti: Chiquilin de bachin di Piazzolla, l'Ave Maria di Mascagni, l'Ave Maria di Caccini, la Kindersinfonie (sinfonia dei giocattoli) di Mozart e Montecchi e Capuleti (dal balletto "Romeo e Giulietta") di Prokofiev. Tutti i brani del repertorio sono stati diretti dal maestro Luciano Leonardi.

IL COMPLESSO STRUMENTALE "NUOVE ESPERIENZE". Il complesso strumentale "Nuove Esperienze" è così composto: Daniela Vincenti e Stella Rocconi al flauto; Anna Di Mario, Claudio Banchelli, Fabiana Lardelli, Filippo Morgante, Franco Santori, Giuliana Perfetti, Grazia Grassi e Serenella Diafani al clarinetto; Alberto Diafani, Chiara Tarantino, Loretana Saburri e Veronica Giagnorio al sax contralto; Paolo Turriziani al sax baritono; Elena Bianchi, Giacomo Bartoli e Pino Montiroli alla tromba; Antonello Angelucci, Diego Di Mario e Maurizio Turriziani al trombone; Luca Pacifici al corno; Luciano Spiccia al filicorno soprano, Daniele Blasilli e Graziano Blasilli al filicorno tenore; Marco Pitorri e Tiziano Montiroli al filicorno baritono; Carlo Diafani, Diego Ottaviani, Franco Venarubea e Gianni Rocconi al Basso; Sergio Marinozzi al tamburo; Fabrizio Giagnorio alla cassa e Mario Blasilli ai piatti.

di Laura Bernardini

26 Agosto 2009

stampa | chiudi