stampa | chiudi

E’ accaduto a notte fonda in casa della donna

Picchia la sorella e va a letto: arrestato dai carabinieri

Poco prima l’uomo aveva rubato materiale e attrezzi edili da un’autovettura parcheggiata

MONTEROTONDO - Aveva picchiato la sorella e poi era andato tranquillamente a dormire. I carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato un giovane pregiudicato rumeno di Fonte Nuova. L'uomo, poco prima del fatto, aveva anche rubato materiale e attrezzi edili in un'auto parcheggiata a poca distanza dall'abitazione della donna. 

IL FATTO. Questa notte i carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato M. B., un pregiudicato rumeno di 30 anni residente a Fonte Nuova. Intorno alle tre di notte l'uomo era andato a casa della sorella di 34 anni e, dopo una discussione per futili motivi, l'aveva picchiata e privata violentemente delle chiavi di casa e del telefono cellulare. La donna, impaurita, ha allertato immediatamente i carabinieri tramite il numero di pronto intervento 112. I militari, accorsi poco dopo, hanno trovato il malvivente che dormiva in un'altra stanza. Dopo una breve perquisizione, i militari hanno rinvenuto del materiale ed alcuni attrezzi edili che erano stati occultati dallo straniero nell'appartamento e che lui stesso aveva trafugato poco prima rubandoli da un'autovettura parcheggiata poco lontano. Il materiale sottratto, al termine delle formalità di rito, è stato restituito ai legittimi proprietari. Il cittadino straniero, invece, è stato arrestato e condotto in mattinata al Tribunale di Tivoli, dove è stato giudicato con rito direttissimo. Dovrà rispondere di rapina impropria e duplice furto aggravato.  

di Gioia Maria Tozzi

18 Ottobre 2011

stampa | chiudi